Pedemontana: quei rincari del 47% al vaglio dell’anticorruzione

di REDAZIONE20150124_114228

Verificheremo il rapporto che ha scritto” il presidente dell’Anac Raffaele Cantone relativamente alla gara di appalto per la tratta A della Pedemontana e del primo lotto delle tangenziali di Varese e Como, risalente al 2007 ma “la Pedemontana va avanti, non c’è dubbio”. Lo assicura il governatore lombardo Roberto Maroni, a margine del convegno ‘Gli ingranaggi per ripartire: iniziamo dal lavoro’, in corso allo Spazio Oberdan, a Milano. Secondo quanto accertato dall’authority anticorruzione, i costi di quei tratti dell’infrastruttura sarebbero saliti del 47% rispetto a quello contrattualizzati nel 2007, falsando la gara.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Articolo precedente

"Svarione Tosi". Se Bossi ha capito il rischio che corre Salvini col Veneto

Articolo successivo

Le Pen, l'opposizione che vince ma non governa. Come la Lega nazionale