Peculato, altri 37 indagati in Lombardia. C’è anche Renzo Bossi

di REDAZIONE

I nomi di altri 37 consiglieri regionali della Lombardia sono stati iscritti nel registro degli indagati della procura di Milano, con l’accusa di peculato, nell’ambito dell’inchiesta sui rimborsi spese. 22 consiglieri sono del Pdl, 15 della Lega e tra questi c’è anche Renzo Bossi, figlio di Umberto Bossi.

Adesso complessivamente i consiglieri regionali indagati per i rimborsi sono 62, perchè vanno aggiunti i 22 che hanno ricevuto in precedenza inviti a comparire e che vengono interrogati in questi giorni e i tre indagati originari, Franco Nicoli Cristiani, Massimo Buscemi e Davide Boni.

Per i 37 nuovi indagati nelle prossime ore potrebbero arrivare altrettanti inviti a comparire per interrogatori che dovrebbero svolgersi a gennaio, dopo le vacanze natalizie.

FONTE ORIGINALE: TMNews.it

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

3 Comments

  1. gigi ragagnin says:

    trota parla. di’ tutto quello che sai. falli andare tutti in galera.

Leave a Comment