Alfano: accordo Pdl-Lega quasi fatto con Berlusconi candidato premier

di GIANMARCO LUCCHI

L’accordo elettorale con la Lega Nord, incardinato sulla ricandidatura di Berlusconi come premier, e’ quasi fatto. “Lo stiamo perfezionando -spiega il segretario del Pdl, Angelino Alfano in un’intervista al “Messaggero”- ed e’ questione di dettagli. Sono convinto che prestissimo vedra’ la luce. Berlusconi sara’ ancora il nostro candidato premier. Da questo punto il Pdl non si sposta. E’ il capo della coalizione”. Alfano commenta anche la presentazione della Lista Monti che, a suo avviso, “sa di vecchio ed e’ molto al di sotto delle aspettative. Sembra un restyling di Italia Futura e nulla di piu’. Fuori ci sono Casini e Fini, esponenti politici di lungo corso. In tutto non c’e’ una novita’ ne’ la forza per poter battere la sinistra. D’altra parte i sondaggi parlano chiaro: e’ una coalizione che raccoglie pochi
consensi -conclude il segretario del Pdl- e che e’ nata solo per fare la stempella alla sinistra”.

Intanto la lista Sud di Gianfranco Micciche incassa il sostegno dei governatori del Pdl ma trova difficolta a decollare. Restano diverse incognite sul tavolo. Innanzitutto, bisogna capire se Silvio Berlusconi riuscira a chiudere lalleanza con la Lega: decisivo sara il week end (si parla di un incontro entro questo settimana con i vertici del Carroccio, prima del Consiglio federale di martedì 8 gennaio). Roberto Maroni non puo perdere la Lombardia, perche, raccontano dalle parti del Pirellone, la presidenza della Regione e lultimo treno, visto che gli garantirebbe la sopravvivenza per 5 anni, lasciando campo libero agli scalpitanti Salvini e Tosi, pronti a prendersi la guida del partito di via Bellerio. Nello stesso tempo, pero, Maroni dovra ottenere dal Cavaliere la rinuncia ufficiale (non solo a parole) alla premiership e lok alla candidatura per palazzo Chigi di un altro esponente di spicco del Pdl (si parla ancora di Angelino Alfano, magari in ticket con Flavio Tosi). Ce poi la mina Gabriele Albertini, che togliera voti preziosi proprio al fronte pidiellino e non potra piu essere disinnescata. A complicare il varo della Grande alleanza del Sud ci sono soprattutto i malumori di alcuni governatori verso Micciche, accusato di fare il bello e il cattivo tempo nella scelta delle liste e delle strategie elettorali.

Sulla questione è intervenuto anche Silvio Berlusconi: “Al sud abbiamo sempre vinto tranne che in Sicilia dove i moderati si sono divisi. Stiamo lavorando con Grande Sud che potrebbe essere una novita’ interessante, una specie di Lega del Sud”.

Nel frattempo Gabriele Albertini continua a punzecchiare Roberto Maroni e la sua campagna elettorale sul fronte delle spese. “Tutta la Lombardia e piena” di manifesti “3 per 6” a sostegno della campagna di Roberto Maroni, che “ha gia speso un milione e mezzo per queste esposizioni”. Cosi l’ex sindaco di Milano intervistato da Skytg24. “Lo fa – ha proseguito il candidato centrista al Pirellone – perche la Lega e un partito che riceve finanziamenti da Roma ladrona”. Lex sindaco di Milano ha poi fatto notare che, essendo la sua una candidatura “civica” (con “lappoggio di Udc, Italia futura”, e “fuoriusciti montiani del Pdl”), e “tutta basata sullautofinanziamento” e ha “costi risicatissimi”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

16 Comments

  1. Domenico Galluzzo says:

    Indecente. Non c’è limite al peggio per la lega 02

  2. Calindri says:

    Mi scuso per il linguaggio usato nella mail precedente ma sono talmente arrabbiato e deluso. Io credo a Maroni e Tosi
    non posso pensare che accettino questo accordo vergognoso per noi leghisti seri.

  3. Calindri says:

    Maroni quaquaraqua , indecente l’accordo con il PDL con Berlusconi ancora premier.Vergogna, vergogna,vergogna.La mia famiglia con cinque voti non vi voterà più.Berlusconi non vi farà prendere un voto. I leghisti seri ti sputeranno addosso. Meglio soli che con il nano.

    • W S. MARCO says:

      Bamba che non siete altro!
      Dopo vent’anni non vi siete ancora accorti che continuano a prenderVi per il culo?
      SVEGLIA!
      Cambiano i suonatori, ma la musica è sempre quella!
      E allora sapete che Vi dico (in dialetto veneto)?
      Neve al monte, neve al mare, neve tuti a farve ciavare!
      W MOVIMENTO 5 STELLE!
      W OSCAR GIANNINO!

  4. wow says:

    Ma perchè ancora con Berlusconi ! ma in Lombardia non ci sono abbastanza indipendentisti da appoggiare almeno il progetto di Maroni ? giusto per iniziare da qualche parte ……

  5. Ma54retni says:

    Come molti altri per la prima volta non andrò a votare visto che anche la LEGA (quella maiuscola) sceglie un alleato improponibile
    Peccato avevo sperato molto in Maroni.
    Scusa caro Maroni meglio perdere soli o perdere con Berlusconi? Vedi tu…..

    • W S. MARCO says:

      SVEGLIA!
      Ma cosa ha avuto per tutti questi anni?
      Occhi ed orecchi foderati di prosciutto?
      E’ FINITA!
      HA CAPITOI?
      E’ FINITAAAAAAAAAAAAAAAAAAA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      LA HANNO INCHIAPPETTATO A SANGUE PER ANNI E LEI PER ANNI HA GODUTO COME UN PAZZOI!
      HA O NON HA CAPITO CHE E’ FINITA?
      E LEI STARA’ QUI A FARSI MISURARE DAL REDDITOMETRO MENTRE ‘STI SCHIFOSI TRADITORI AVRANNO LA PENSIONE DA PARLAMENTARE, IL VITALIZIO, LA SCORTA ……….
      BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
      SI VERGOGNI LEI !!!!!!!!!!!!!!!
      E QUELLI DELLA LEGA SI LEGHINO UNA PIETRA AL COLLO E SI BUTTINO NEL PROFONDO DEL MARE!

  6. berg says:

    Loro fanno sempre quello che vogliono senza ascoltare la base…e noi questa volta possiamo tranquillamente non votarli.

  7. lorenzo canepa says:

    se veramente Maroni si allea a berlusconi e´la definitiva sconfitta della Lega. Non ci saranno piu´speranze e solo una rivoluzione potra´cambiare l´italia.

  8. Luca says:

    Chissà perchè non sono stupito…

  9. gigi ragagnin says:

    perinde ac cadaver

  10. pippo gigi says:

    Se la Lega vuol riuscire nell’impossibile compito di prendere meno voti delle liste che appoggiano Monti non ha che da sostenere Berlusconi.
    La gente non voterà Monti, Casini, Berlusconi e Bersani (in ordine di disaffezione da parte degli elettori).

  11. Vittore Vantini says:

    Quod erat in votis (si prega di dare un accento pesantemente ironico).

  12. Ferruccio says:

    Come volevasi dimostrare…..

    Boby Maroni solo chiacchiere e FUFFA …
    .a cuccia Boby a cuccia

    Legaioli avete capito !!!!!

    In Lega decide il CAPO’… cioè Berluskaiser

Leave a Comment