Parigi: tre terroristi uccisi, un quarto fugge nascosto tra gli ostaggi del centro. Quattro i civili morti

di REDAZIONEstrage

Surreale, agghiacciante. E’ la guerra in casa, a Parigi. I due blitz sono scattati quasi contemporaneamente. Prima le forze speciali sono intervenute nel negozio di alimentari kosher, l’Hyper Casher; il sequestratore  è lo stesso terrorista che giovedì aveva aperto il fuoco uccidendo una donna poliziotto, Clarissa Jean-Philippe a Montrouge, in un’altra banlieue di Parigi. Eliminato Amedy Coulibaly, un trentaduenne di origine africana, l’assalto si è spostato a Dammartin-en-Goele, una quarantina di chilometri a nord-est di Parigi l’operazione per «neutralizzare» i due fratelli Kouachi. In meno di mezz’ora la Francia ha iniziato a risvegliarsi da un incubo. Liberati gli ostaggi, quattro di loro però sono rimasti uccisi, per mano del sequestratore. i.

Hayat Boumeddiene, la donna sospettata inizialmente di essere coinvolta nel sequestro di Porte de Vincennes non era nel supermercato. Lo scrive la Cnn, citando come fonti i media francesi. La Cnn aggiunge che c’era un secondo uomo armato nel sequestro, e che si pensa che sia lui ad essere fuggito.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment