Parigi, Forattini: tornati a persecuzione dei cristiani. Ma i politici già perseguitano la stampa

di ELSA FARINELLIcharlie2

Dichiara Forattini: “Siamo tornati indietro di millenni. E non dico all’Inquisizione! No, ancora prima. Alla persecuzione dei cristiani“.

Ma il vignettista aggiunge anche: “Ho subito dei processi e sono stato buttato fuori dai giornali per i quali lavoravo”. In altre parole, l’intolleranza abita anche in casa nostra. E qui ci fermiamo anche noi perché i fatti di Parigi che vedono il mondo politico indignarsi per la rabbiosa virulenza dell’odio islamico contro la libertà d’espressione, sono il vertice di una piramide di intolleranza che ha le sue radici nell’ignoranza e nella prepotenza. Occorre avere il coraggio di dire che alla base della piramide ci sono altri strumenti di persecuzione: la diffamazione a mezzo stampa, i risarcimenti da suicidio in sede civile, tutti strumenti della legislazione usati come randello e come mitragliatore giuridico e legale per far fuori il giornalista in altro modo. Annullandone i patrimoni, se non ha una copertura legale da parte dell’editore, o se nel frattempo la testata si è estinta, oppure obbligandolo a fermarsi davanti ad una inchiesta per non dover sobbarcarsi l’onere delle spese di avvocati e processi infiniti. E poi non dimentichiamoci che c’è anche il carcere.

La stampa infine paga più di altri il prezzo di una crisi e di una evoluzione dell’informazione. Tema che già il nostro quotidiano ha affrontato, riportando i dati di un’ecatombe non solo sulla carta stampata ma anche sul web e nell’emittenza locale, presto decapitata. Il taglio dei contributi pubblici a sostegno di un settore che non sta in piedi senza il finanziamento di privati, nel perdurare nel crollo verticale, fino all’annullamento, di pubblicità vera, sta progressivamente e velocemente portando all’annientamento dell’informazione fatta da giornalisti. Alla politica bastano i social network oppure le tre o quattro testate nazionali su cui apparire finché si è sulla breccia. Si difende la stampa e ci si accorge di quanto sia fondamentale per garantire tutte le libertà, quella di esistere, di testimoniare la propria identità, di denunciare le tirannie, solo quando ci sono dei funerali.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment