PAREGGIO DI BILANCIO, ENNESIMA OPPRESSIONE UE

di LUCA PODESTA’

Ben pochi cittadini sono a conoscenza dell’ atto recentemente perpetrato in Senato con la definitiva recente approvazione del Pareggio di Bilancio e la di fatto avvenuta consegna dello stato italiano nelle grinfie dei tecnocrati telecomandati dai poteri forti politici, finanziari e bancari di Bruxelles e Strasburgo. Ancora meno sono coloro che si rendono ben conto di cosa tutto questo significa. I media principali non si sono certo sperticati a diffondere una così fondamentale notizia e soprattutto a chiarificarne il contenuto. Squarciamo, assieme a pochi altri, per quanto possibile con le nostre forze questo vergognoso velo censorio.

I lettori sappiano che con questa nuova norma la costituzione italiana ora prevede che sia obbligatorio rispettare annualmente il pareggio dei conti dello stato, la qual cosa potrebbe anche essere di per sè confortante se non avessimo ben chiaro con che classe politica sia oramai conclamato noi cittadini abbiamo a che fare. Overossia non certo gente impregnata di buon senso e moderazione nelle questioni di contrasto allo sperpero del denaro pubblico e la tendenza a vampirizzarlo prevalentemente per le proprie esigenze ed i propri tornaconti diretti ed indiretti, come le cronache di questi giorni non fanno altro che confermare. In barba ai rischi di superamento dei limiti di spesa i governanti potranno quindi operare qualsiasi intervento alle spalle del popolo per aggiustare i conti, protetti dalla nuova disposizione costituzionale targata UE e BCE.
Il fatto che tutto questo sia stato deciso senza passare dalla via referendaria come un così importante cambiamento costituzionale avrebbe richiesto la dice lunga come tale decisione sia stata imposta direttamente dai cosiddetti “bankster” continentali, notoriamente allergici alla democrazia, veri burattinai creatori degli accordi del Meccanismo Europeo di Stabilità il quale prevede di fatto la sostanziale perdita di sovranità da parte di ciascun stato che vi aderisce, il quale, vista la situazione economica imposta dalla crisi, perde ogni possibilità di controllo e decisione autonoma sui propri conti pubblici che verranno d’ora in poi valutati in fase di giudizio finale solo dai tecnocrati europei con i loro parametri. Il regolamento del Meccanismo Europeo di Stabilità infatti autorizza i governatori preposti ad esigere qualsiasi cifra dagli stati membri colpevoli di aver fallito il pareggio di bilancio perchè non incorrano in pesanti ulteriori sanzioni.
Quali saranno le “cure prescritte” ? Domanda che fa vincere un solo euro per la facilità della risposta… Appesantire la tassazione (sui soliti poveri pirla…), tagliare i servizi (spesso scriteriatamente…), schiavizzare i lavoratori (sulla via dell’ ispirazione al modello cinese magari…).
Inutile aggiungere che è facilmente intuibile che tutto questo sarà fatto, come di solito succede nello stato italiano, colpendo molto più “rigorosamente” ed “esemplarmente” la popolazione (i famosi poveri pirla menzionati prima…) che calca le terre a Nord della cosiddetta Linea Gotica. Per essere ancora più chiari: se l’anno economico finisce in deficit (cosa piuttosto probabile di questi tempi in Italia, non credete?) dovrà essere applicato, senza possibilità di procrastinarlo, un piano di rientro atto a recuperare la differenza per non aumentare il debito. Obbligatorio per legge per il Governo in carica, il quale non potrà fare altro che operare una “simpatica” manovra dietro l’altra fino a che la “cura” avrà fatto il suo effetto (ed il paziente sarà morto…).
Di tutto questo dobbiamo ringraziare non solamente chi ha materialmente operato per la realizzazione di questo vero e proprio “scippo della sovranità” nei confronti dello stato italiano, che di fatto perde la sua ragione di esistere politicamente, cioè la squadra tecnocratica del professor Monti, ma anche i politici complici di questo colpo di mano che hanno fattivamente sostenuto il governo tecnico, guidati dai prodi Tre Moschettieri della neonata ed inedita formula A-B-C… Alfano, Bersani, Casini.
Questi signori (si fa per dire…) ci hanno consegnato definitivamente nelle mani di chi ci impedirà qualsiasi decisione sovrana sul nostro futuro economico e politico, tenendoci incatenati alla dittatura bancaria che si è insediata, senza alcun consenso dei popoli europei, sul trono di Bruxelles, omaggiata dai “nostri” pavidi e servili politicanti.
Dopo una simile dimostrazione di spregio della democrazia solo una scultorea faccia di bronzo da parte di costoro può pretendere che i cittadini li considerino ancora un punto di riferimento delle proprie istanze politiche. Il Patto è rotto. Tutti coloro che hanno maturato e si ritrovano in questa idea di avvenuto tradimento parlamentare si comportino di conseguenza secondo la propria coscienza quando saranno chiamati ancora al Grande Circo Elettorale. Appare oramai inequivocabilmente chiaro che gli interessi dei popoli che compongono lo stato italiano, così come quello dei popoli che compongono la cosiddetta “Unione Europea”, e della casta politico-finanziaria che li sta dominando non siano (semmai lo sono stati…) più compatibili. Dobbiamo noi cittadini riprendere il controllo della nostra vita e del nostro futuro liberandoci, prima di tutto, da questi personaggi e dalle loro trame. Questi sordi “nobili” chiusi  nella loro moderna Reggia di Versailles devono capire che i popoli si stanno muovendo contro di loro. O se ne vanno, ora, subito (campa cavallo…) o ne verranno travolti.
Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

9 Comments

  1. Paolo Zuccaro says:

    e perché nessuno parla o scrive anche delle nefandezze riguardo all’ESM? vi invito a leggere ed ascoltate la dr.ssa Undiemi, e magari intervenire … tenuto conto che l’onestà intellettuale e la coerenza (politica e personale) dovrebbero prevalere sull’ipocrisia e la disinformazione
    http://www.wallstreetitalia.com/article/1360031/esm-monti-arrenditi-e-voi-parlamentari-rappresentate-il-popolo-o-andate-a-casa.aspx
    http://www.wallstreetitalia.com/article.aspx?IdPage=1360034
    http://www.palermoreport.it/images/stories/pdf/esm_mozione.pdf

    • Leonardo says:

      Senta, sull’ESM abbiamo scritto diversi articoli, non venga qui a dirci cosa dobbiamo fare e scrivere. Legga, anzichè dir cose inesatte!

      • Paolo Zuccaro says:

        sì, chiedo scusa, ho cercato ulteriormente e ho trovato, infatti ne avete parlato … comunque, riguardo alle denuncia dell’avv. Musu, restano comunque tutti gli altri numerosi capi d’imputazione e diversi-vari destinatari (o vogliamo fare disinformazione!), sicuramente molto degni di nota, anzi di notizia:
        – attentato contro l’integrità, l’indipendenza e …
        – attentato contro la Costituzione dello Stato
        – associazione sovversiva
        – usurpazione di potere politico
        – attentato contro gli organi costituzionali
        – attentato contro i diritti politici del cittadino
        – cospirazione politica mediante accordo
        – cospirazione politica mediante associazione
        parrebbe doveroso, farne almeno un accenno, considerata la scioccante gravità delle imputazioni e il ruolo dei soggetti destinatari, visto il nome (impegnativo) della vostra testata e tenuto conto della necessità-dovere (anche professionale) di raccontare certi fatti, che nulla tolgono agli obiettivi editoriali

  2. sciadurel says:

    tutto questo succede perchè in itaglia la sovranità popolare non è mai esistita, la costituzione è statalista, romanocentrica e basata sul potere della casta dei burocrati e dei partiti

    in Svizzera la spesa pubblica è sotto controllo DA SEMPRE perchè l’aumento della pressione fiscale è soggetto a referendum … AD OGNI LIVELLO AMMINISTRATIVO

  3. Rosanna says:

    concordo al 100%

  4. liugi says:

    Ma quale oppressione? Mi pare assurdo che uno stato possa tranquillamente spendere più di quanto guadagna. Meno male che adesso esistono vincoli coercitivi transnazionali in questo senso.

    • Pitocco says:

      Di fondo e teoricamente avresti ragione, ma…è come dire che dai il tuo portafoglio personale a degli estranei. Nella fattispecie (l’ESM) è controllato solo da FMI, BCE, mentre governi nazionali e parlamentari europei valgono come zero assoluto. Inoltre l’ESM il 47% è controllato da Germania e Francia, come dire che è sufficiente che questi si accordino su qualche regola da imporre e tu la devi digerire anche se hai lo stomaco in disordine.
      Se questo sta bene a te non può andare bene per tutti gli altri e non tutti sono ladri, scialacquatori o criminali legati a doppio filo con quegli usurai.

  5. LS4giovanni says:

    Solo per precisare che lo scippo di sovranità, che per dettagliare è iniziato nel 1980 con l’accettazione italiota che la gerarchia delle fonti posti al 1° livello operativo (dopo la Costituzione) i regolamenti e gli atti comunitari anche se non recepiti, lo scippo citato nell’articolo è stato sottoscritto dal Governo della premiata ditta B & B defunto qualche mese fà per mano della nipote di Mubarack. La ratifica parlamentare è una conseguenza tecnica. Occhio a non confondere la vittima con il carnefice e viceversa.

    • Giancarlo says:

      Ottima precisazione. Tanto per chiarire che il governo Monti è una forma di commissariamento costituzionalmente legittimo di un popolo che “demogradigamende” si era scelto B&B come suoi governanti. Quanto all’Euro, la scelta di entrarci è stata presa più di 10 anni fa e tutto è accaduto successivamente di conseguenza, passo dopo passo. Si potrebbe anche scegliere di uscirne, purché questa volta la decisione sia frutto di una effettiva volontà popolare e non di qualche suo fantomatico rappresentante più o meno autonominato o Casta-nominato. E spiegando bene al “popolo” le possibili conseguenze di una simile operazione, soprattutto a quelli che ancora detengono una qualche forma di risparmio liquido, tipo fondi pensione, polizze vita, fondi obbligazionari, per non parlare di Bot e Btp o di quel patrimonio non trasportabile in Svizzera costituito dalle case.

Leave a Comment