PARASSITISMO REGIONALE, ECCO L’ELENCO E TUTTI I NUMERI

di OSSERVATORE PADANO

Cos’è la la rubrica silenziosa? La statistica è una scienza fatta di dati e cifre che quasi sempre non necessitano di commenti. In questa rubrica, i commenti vi verranno spontanei, confrontando tabelle e immagini.

L’Indipendenza pubblica i dati di indagini scelte casualmente fra quelle disponibili e le visualizza sulla carta della penisola italica. Una tavola evidenzia i dati per regioni o province, un’altra li attribuisce alle aree omogenee e identitarie: Padania, Etruria (Toscana, Umbria e Marche), Lazio, Meridione, Sardegna e Sicilia. Brevi commenti sono riservati solo in caso di evidenti anomalie. 

IL TASSO DI PARASSITISMO, ovvero il rapporto fra spesa pubblica “discrezionale” e Pil

Fonte: Contabilità nazionale liberale, Luca Ricolfi, 2010

  Tasso di parassitismo
Lombardia

14,7%

Veneto

16,5%

Emilia-Romagna

16,7%

Piemonte

19,1%

Toscana

20,8%

Marche

21,4%

Liguria

23,5%

Friuli-Trieste

23,7%

Lazio

26,2%

Trentino-SudTirolo

26,8%

Umbria

27,6%

Abruzzo

29,1%

Puglia

35,5%

Valdaosta

37,2%

Campania

37,6%

Molise

39,0%

Basilicata

39,0%

Sardegna

39,5%

Calabria

41,7%

Sicilia

44,5%

 

PADANIA

18,1%

ETRURIA (Toscana, Umbria, Marche)

23,1%

MERIDIONE (Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria)

36,6%

ITALIA

28,7%

CLICCA SULLE IMMAGINI PER INGRANDIRLE

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

19 Comments

  1. Cristina says:

    Che ignoranti, leggete TERRONI di Pino Aprile e poi mi direte se non provate vergogna per l’autore di questo articolo. PS, io sono della provincia di Padova.

  2. Alessandro P says:

    NON ESISTE in economia un “tasso di parassitismo” e le spese pubbliche “discrezionali” non sono a priori sempre un male (anche se spesso lo sono).
    Dal punto di vista economico quest’articolo è una patacca anche se basato su un fondamento di verità e se i numeri sono corretti perchè parte da una definizione sbagliata.

  3. Roberto Porcù says:

    @ Andrea tricolore – poverini mi fate tutti pena – Ti do ragione, ma se permetti ne ho due balle di fare pena !
    La Regione Sicilia sta aumentando ulteriormante gli organici, già supergonfiati, mi pare di 20.000 unità. Poi tanto paga Pantalone e, con gli aggiustamenti che ci sono, ma non si vedono, poi lo stato obbliga gli uffici pubblici nelle regioni virtuose che abbiano necessità di assunzioni ad utilizzare il personale in sovrannumero dislocato altrove, ché pretendere di assumere gente del posto sarebbe razzismo.
    Questa si chiama colonizzazione.
    Un tempo ero per lo stato unitario più di te, la malversazione politica ed il diverso trattamento dei Cittadini, che “dovrebbero” essere uguali di fronte allo stato, mi porta a disprezzarlo ed a sognare l’evasione.
    Tu va a fan culo, secondino !!!!!

  4. Andrea tricolore says:

    poverini mi fate tutti pena…. saluti dall’Appennino Ligure e w l’Italia unita!

  5. Kevin says:

    Povera la mia Calabria.
    Per fortuna, nessuno dei miei sono dipendenti pubblici.

  6. Emiliano Baggiani says:

    Anche da questi numeri si evince che la Toscana si distingue nettamente anche da regioni confinanti come l’umbria e soprattutto il lazio… quindi per cortesia non incorporatela più nella terribile classificazione di Etruria o peggio nella macroregione centro…la Toscana a sè.. come la Sardegna dopotutto

    • Fabio says:

      Eh ma stiamo lì,non facciamo gli schizzinosi,e poi l’umbria fa peggio del lazio,quindi la toscana sta benissimo in etruria.

  7. renato brando says:

    Fonte: Confcommercio, riferimento all’anno 2007[7]; e SviMez, anno 2010[8]; dati in milioni di euro per il PIL, in euro per il PIL pro capite a parità di potere d’acquisto
    Regione o macroregione PIL totale PIL Pro Capite (Confcommercio, 2007) PIL Pro Capite (SviMez, 2010

    Piemonte 123.609 28.500 27.700
    Valle d’Aosta 4.108 33.500 32.000
    Liguria 43.017 26.800 26.600
    Lombardia 320.297 33.400 32.200
    Nord ovest
    491.031 31.400 30.400

    Trentino-Alto Adige 3.473 32.400 32.200
    Veneto 147.389 30.300 29.800
    Friuli-Venezia Giulia 35.709 29.300 28.900
    Emilia-Romagna 136.829 32.200 30.800
    Nord-Est 353.400 31.100 30.300

    Marche 41.509 26.500 26.500
    Toscana 106.244 28.400 28.300
    Umbria 21.605 24.500 23.800
    Lazio 177.702 30.300 30.400
    Centro 347.060 28.800 28.700
    Abruzzo 29.012 21.700 21.600
    Molise 6.328 19.900 19.800

    Campania 97.988 16.900 16.400
    Puglia 69.131 17.100 16.900
    Basilicata 10.564 18.700 18.000
    Calabria 33.573 16.900 16.700
    Sicilia 88.367 17.200 17.500
    Sardegna 32.830 20.200 19.600
    Mezzogiorno 367.793 17.700 17.500
    Italia 1.559.284 26.000 25.700

  8. renato brando says:

    Trapianto di PANCREAS – Attività per centro trapianti
    anno 2011

    Pisa 18
    Padova 10
    Milano-S.Raff 9
    Cagliari 4
    Roma S. Camillo 4
    Parma 3
    Bergamo 2
    Palermo Ismett 2
    Milano-Ni 2
    Bologna 1
    Udine 1
    Torino 1
    CT Policlinico 1
    FONTE DATI: Dati Reports
    2011

  9. renato brando says:

    Trapianto di RENE – Attività per centro trapianti
    anno 2011

    Torino 95
    Padova 70
    Verona 67
    Novara 63
    Milano-Ni 55
    Udine 55
    Siena 55
    Genova S. Mart. 55
    Brescia 54
    Cagliari 53
    Milano-Pol. 51
    Bologna 51
    Varese 47
    Treviso 43
    Bari 43
    Bergamo 42
    Salerno 42
    Firenze 40
    Roma S.Camillo 38
    Parma 37
    Milano S.Raff. 36
    CT Pol. 36
    Pa Civico 36
    Ancona 33
    Rm Tor Vergata 33
    Rm Cattolica 32
    Pisa 31
    Modena 29
    Pavia 28
    Rm Sapienza 25
    Vicenza 25
    Pa ISMETT 22
    L’Aquila 18
    Padova Ped. 17
    Na Federico II 17
    Reggio Calabria 14
    Cosenza 13
    Perugia 14
    Rm B. Gesù 10
    Lecce 9
    Torino Ped. 6
    Na Cardarelli 1
    Sassari 1

  10. renato brando says:

    Scienza, tecnologia e innovazione – Laureati in discipline tecnico-scientifiche

    Laureati in discipline tecnico-scientifiche per sesso e regione – Anni 1998 e 2007
    (per 1.000 abitanti in età 20-29 anni)

    REGIONI
    RIPARTIZIONI GEOGRAFICHE

    11,1 6,2 8,7 Nord ovest
    11,0 5,4 8,2 nord est
    11,7 8,5 10,1 centro
    11,2 6,7 9,0 centro nord
    6,0 4,5 5,3 mezzogiorno
    9,0 5,8 7,4 ITALIA

    legenda : I colonna :uomini
    II colonna donne
    III colonna totale

  11. ben says:

    pure l’ AVIS è ormai al servizio del sud..il Veneto mantiene di sangue la Sardegna ad esempio; pure con gli organi credo non siamo in condizioni migliori!! Ma chi gestisce queste cose che sono importantissime per la salute? Spero non sia Roma e gente del quel tipo perchè potrà succedere che il mio plasma/sangue vada a salvare uno di una regione che se sbatte e magari un mio parente muore perchè non ha avuto il mio samgue!!! se fosse così (credo sia vero purtroppo) non donerò neppure una goccia del mio sangue…e n on parliamo di razzismo…già curiamo migliaia di meridionali al nord (senza che le loro regioni paghino le spese).

  12. renato brando says:

    Trapianto di POLMONE – Attività per centro trapianti
    anno 2011

    Torino 21
    Padova 19
    Rm Sapienza 17
    Bergamo 14
    Pa ISMETT 14
    Milano-Pol 11
    Siena 9
    Pavia 7
    Bologna 5
    Rm B. Gesù 2

    dobbiamo separarci e basta !!!!

    Trascuro la differenza tra il numero delle donazioni di organi al nord rispetto al centro sud.

  13. renato brando says:

    Trapianto di CUORE – Attività per centro trapianti
    anno 2011.

    Bologna 32
    Udine 26
    Torino 25
    Milano-Ni 23
    Na Monaldi 23
    Pavia 22
    Padova 21
    Bergamo 20
    Verona 15
    Siena 15
    Rm S. Camillo 14
    Rm B. Gesù 12
    Pa ISMETT 12
    Cagliari 10
    Bari 5
    Torino Ped 3
    FONTE DATI: Dati Reports
    Incluse tutte le
    combinazioni 2011SIT – Sistema Informativo Trapianti

  14. renato brando says:

    Trapianto di FEGATO – Attività per centro trapianti

    Torino 137
    Pisa 115
    Bergamo 85
    Padova 75
    Bologna 71
    Milano-Ni 71
    Pa ISMETT 63
    Milano-Pol 45
    Na Cardarelli 43
    Milano Tumori 36
    Ancona 36
    Modena 32
    Udine 30
    Cagliari 26
    Bari 24
    Rm Sapienza 22
    Rm Tor Vergata 22
    Rm S. Camillo 22
    Verona 21
    Rm Cattolica 19
    Rm B. Gesù 13

    Dati forniti da SIT sistema informativo trapianti anno 2011

    Che dire? differenze cultural scientifiche enormi.

  15. Unione Cisalpina says:

    si potrebbe avere una statistika sulla tipologia dell’impiego pubbliko fatta in base all’origine e provenienza dei suoi addetti ed akkupati suddivisa x regioni !?

    … tanto x kapire ki sukkia latte di tasse e balzelli, sudore, sangue e sakrifici altrui !?

  16. renato brando says:

    cosa vogliamo fare di fronte a questi dati se non confermare che il nord si differenzia nettamente qualunque indicatore prendiamo in utilizzo da una gran parte di questa unità d’ italia geografica. Dobbiamo separarci in nome dell’ europa dei popoli e se dovesse risultare aver noi del nord qualche colpa nei confronti del meridione, pagheremo; basta che sia finita per sempre.

Leave a Comment