Papa Francesco scarica Pisapia e Maroni. L’Expo che “sfama” non convince S. Pietro

di GIOVANNI D’ACQUINOpapa-francesco-estende-mano

E dire che il tema della fame nel mondo, il come insomma sfamare il pianeta è un tema sulla bocca di tutti. E’ l’emergenza planetaria da sempre quella di riuscire a sconfiggere il problema del cibo, della giustizia sociale che passa per l’alimentazione, o meglio, il diritto a mangiare per tutti. Non ci sono più i bambini del Biafra – li ricordate? – eppure i bambini muoiono sempre di fame, le multinazionali fanno il bello e il cattivo tempo. Guerre, carestie, eccidi, persecuzioni, non è cambiato nulla.

Anche per questo il cibo è un elemento di pace. Tuttavia  l’immagine di Expo non sfonda nelle attese. Tutto si può dire tranne che la gente abbia la perfetta percezione che sta per aprirsi l’evento dell’anno. La gente sì deve sfamarsi, specialmente preoccupandosi di trovare un lavoro, e quindi di mangiare. E un papa sensibile e attento agli ultimi, che ne pensa della manifestazione internazionale che si propone di spiegare come famare il pianeta? Semplice, il papa argentino non si sposterà da Roma.

Oramai è ufficiale, l’Expo non dovrebbe vedere una visita diretta di Papa Francesco. A renderlo noto è stato il presidente della Veneranda Fabbrica del Duomo, Gianantonio Borgonovo, che ha riportato come più probabile un intervento indiretto del Pontefice: “Non penso che il Santo padre verrà a Expo – ha detto – ma questo non vuol dire che non sarà presente”.

Tradotto: monsignor Borgonovo ha  chiarito che il Pontefice “si può fare presente in tanti modi”, ipotizzando videomessaggi o l’invio di “mediatori”. Insomma, c’è altro a cui pensare, di serio, per dare da mangiare a chi cibo non ne ha.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment