Paesi Baschi: il 5 giugno al voto per l’indipendenza! La società civile ed ICEC scatenano il Kraken!

LOGO POLO

di  LUCA POLO – I Paesi Baschi hanno mantenuto la promessa fatta: “Non lasceremo soli i Catalani” e soprattutto stanno ottemperando alla dirompente recente dichiarazione del leader Otegi, fresco di prigione “Apriremo il secondo fronte indipendentista in Spagna”. Ci siamo, è il momento!

Tutto parte dalle cosiddette “Highlands” basche, dalla provincia di Gioeri. Ma già dalla provincia radicalmente identitaria l’iniziativa ha contagiato altre aree. Dal progetto iniziale di ICEC e Gure Esku Dago di circa 15 comuni che avrebbero dovuto andare al voto per l’indipendenza il 5 giugno, siamo arrivati alla fine ad avere l’adesione di ben 34 comuni e relativi comitati, che rappresentano circa 150.000 cittadini baschi!baschi

L’anno scorso ICEC ha cominciato una intensissima collaborazione con movimenti sociali, politici e soprattutto con il movimento Gure Esku Dago ( http://gureeskudago.net ) per portare in Euskal Herria l’esperienza delle consultas catalane. Anna Arquè e Josep Ximenis di ICEC hanno organizzato lo scorso anno le prove generali delle consultazioni popolari basche nel comune pilota di Etxarri Aranatz – Navarra ( http://www.mon.cat/cat/notices/2014/02/navarra_viura_la_seva_primera_consulta_d_autodeterminacio_98525.php ) insieme a Manu Gómez (ospite al recente meeting ICEC di Brunico). Al simposio ICEC del 9 dicembre al Parlamento Europeo hanno partecipato anche il movimento Gure Esku Dago, oltre al capogruppo basco al parlamento europeo Josu Juaristi di EH Bildu ed i portavoce ICEC per i paesi baschi.baschi2

C’è voluto quasi un anno e mezzo di lavoro e la determinazione di ICEC a far dialogare tutti gli attori politici e sociali necessari per accendere i motori dell’autodeterminazione nei Paesi Baschi. Ci aspettiamo ed auguriamo il travolgente effetto domino che le consultazioni popolari hanno avuto in Catalogna, portando in pochi mesi a scendere in campo circa 60.000 volontari che dopo un solo anno erano diventati due milioni di persone in strada per la prima Diada catalana oceanica che tutti abbiamo negli occhi.

I Consiglieri del PNV, EH Bildu stanno in queste ore lanciando ripetuti appelli alla partecipazione alla consultazione di domenica. Ben 17 dei 21 consiglieri che compongono ad esempio il consiglio del comune di Arrasate hanno chiamato alla partecipazione alla consultazione di domenica sul futuro di Euskal Herria i loro concittadini.  La cosa si è ripetuto bene o male nei 34 comuni che eserciteranno il diritto di decidere circa l’indipendenza, il 5 giugno. L’iniziativa costruita da ICEC e Gure Esku Dago attraverso comitati cittadini ha oramai coinvolto la società civile ed i partiti politici a livello locale.baschi3

Sabato 4 giugno ci sarà la conferenza stampa ufficiale con i delegati ICEC, che stanno organizzando in queste ore gli spostamenti degli osservatori internazionali. Parteciperanno per ICEC Anna Arquè, Joan Vives e Josep Ximenis (Catalogna), Bernard Daelemans (Fiandre), Shona McAlpine (Scozia).

Ed ora… scatenate il Kraken basco!

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. Paolo says:

    La lingua Basca non é nemmeno lontana parente dalla lingua Spagnola, é evidente che sono un’ altro popolo!

Leave a Comment