Paesi Baschi, con l’indipendenza diverrebbero più poveri

di ALTRE FONTI

L’indipendenza dei Paesi Baschi comporterebbe un impoverimento generale: circa 15 mila euro in meno per famiglia all’anno o, che è lo stesso, circa 5 mila euro in meno per cittadino basco. Fuori dalla moneta comune europea, e con un calo delle esportazioni, il Pil dei Paesi Baschi registrerebbe un calo che va dal 10 al 20 per cento, secondo alcuni economisti consultati dal quotidiano spagnolo Abc.

Dunque, il costo medio della secessione si situa intorno al 15 per cento del Pil. E questo, nelle tasche dei baschi, significherebbe circa 5 mila euro in meno a testa all’anno, 15 mila euro per famiglia. Nel migliore dei casi il reddito medio dei baschi – che attualmente è del 34 per cento superiore alla media spagnola – passerebbe a stare dietro al reddito pro capite di Madrid, Navarra e Catalogna. E, a seconda di quale sarà l’impatto di questo impoverimento, il reddito basco potrebbe situarsi dietro la ricchezza pro-capite di La Rioja e Aragona, ovvero al livello dell’attuale reddito medio della Spagna.

Attualmente, il reddito pro capite dei Paesi Baschi sfiora i 30 mila euro. Risultato, tra le altre cose, del privilegiato regime di finanziamento pubblico di cui gode questa comunità economica, il “Cupo”. Con l’indipendenza, i Paesi Baschi non diventerebbero poveri, ma si impoverirebbero: il Pil basco perderebbe circa 13 miliardi di euro. E questo non in un anno; l’effetto economico della secessione si prolungherebbe nel tempo.

Il Pil crollerebbe per svariati motivi. Uno di essi, la fuga di imprese. Un altro, la riduzione dei flussi commerciali in un territorio con una nuova moneta svalutata. Fuori dall’Unione Europea (Ue) si complicherebbe seriamente l’esportazione di prodotti verso la Spagna e il resto dell’Europa. E da lì, si verificherebbe un effetto domino: fuga di capitali, meno attività economica, meno reddito, più disoccupazione, maggiori costi pubblici, escalation del debito…

In caso di secessione, la Spagna dovrà addossare ai Paesi Baschi la sua parte di debito pubblico statale. In totale, si troverebbero con 53 miliardi di euro di debito pubblico, sottolineano gli esperti. E questo sarebbe solo l’inizio: costruire un nuovo stato, con più spese e meno risorse, comporterebbe una escalation del debito pubblico. Un debito che, per di più, andrebbe pagato ad un prezzo più alto, frutto della svalutazione della nuova moneta.

FONTE ORIGINALE: http://atlasweb.it/

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

7 Comments

  1. Sandi Stark says:

    Figuriamoci, sono i Paesi Baschi che mantengono la Spagna, non il contrario. E poi chi ha detto agli spagnoli che i Paesi Baschi indipendenti sarebbero fuori dall’Euro? E chi ha detto agli spagnoli che non si faccia un altro Euro?

    Provate a pensare all’Europa dei Popoli di Otto d’Aburgo, che guarda per statuto a tutte le minoranze e che accoglierebbe subito tutti gli Stati e le Regioni neo indipendenti.

    Un Euro Due con capitale monetaria a Vienna, non più a Bruxelles. Per la Germania sarebbe dura, convincere i suoi Stati della Baviera, della Slesia e del Baden Württenberg storicamente ed economicamente legati, di rimanere con i PIGS:

    Che farebbero gli altri Stati virtuosi del Nord Europa? Rimarrebbero con i PIGS o passerebbero dall’altra parte? Quale Paese slavo e baltico… avrebbe dei dubbi?

    Dove si iscriverebbe la Scozia, con i PIGS e gli odiati britannici, o con la Nuova Europa dei popoli, delle libertà, dell’uguaglianza e delle minoranze?

  2. Fabio says:

    non secedere converrebbe in termini di soldi? quindi sarebbe giusto farsi corrompere fino a rinunciare a libertà ed indipendenza in cambio di soldi? OVVIO CHE NO!

    Ma è vero che ci rimetterebbero? Anche in questo caso, secondo me, la risposta è non sarebbe una remissione ma un guadagno, addirittura anche nel caso si accollassero la quota parte di debito pubblico.
    Guardiamo il famoso indice dell’Heritage Foundation: tutti i paesi dove c’è più libertà economica, per quanto piccoli territorialmente, sono ai vertici di produttività e benessere.

    Tutti gli stati, italiano ed europeo compresi, preferiscono avere sudditi ai quali non solo continuare a rubare quotidianamente ma sopratutto accollare debiti futuri.
    Magari potessi pagare il mio debito ed essere libero: pensate che i politici e la castami lascerebbe in pace? come il potere fece agli ebrei di roma quando pretese i chili d’oro per lasciarli in pace, poi il potere insaziabile non si accontenterà e colpirà ugualmente.

  3. Liberalista says:

    Infatti. A diventare più “povero” sarebbe soltanto il bilancio pubblico, non certo i singoli imprenditori e i loro dipendenti.
    Se i Paesi Baschi decidessero di dar vita ad un sistema politico-economico leggero (direi quasi libertario) i residenti avrebbero solo vantaggi.
    Se poi, invece, si vuole continuare col sistema socialista-europeo, allora sì, “lo Stato” perderebbe tanti soldi.

  4. Boniver says:

    La stampa di regime di Madrid e Londra sostiene che la Scozia e i paesi Baschi, se indipendenti, diventerebbero più poveri

    Questa discutibile posizione non mi sorprende: mi sorprende di più che questi ridicoli articoli di regime vengano ripresi da questo Quotidiano on line

    La Scozia, x esempio, ha già fatto sapere che se indipendente e se respinta dall’Unione Europea, entrerebbe nell’Unione Scandinava (con tutti i suoi giacimenti petroliferi) quindi con un PIL pro capite superiore a quello inglese ed europeo

    I paesi Baschi, se indipendenti, potrebbero diventare ricchi come il Principato di Monaco, chi può dirlo?

  5. fabrizioc says:

    E Perché mai le imprese e i capitali dovrebbero scappare? E perché mai i baschi dovrebbero prendersi il dovere di pagare il debito pibblico spagnolo ma non il diritto di essere in europa?…misteri della fede….

  6. Franco says:

    Allegri! Se queste sono le previsioni si può stare tranquilli. Gli economo.catastrofisti non ne hanno mai azzeccata una.

  7. Amilcare says:

    Io pur di avere il mio stato Lombardo-Veneto indipendente rinuncerei a tutto il mio reddito.
    La libertà non ha prezzo.
    Ma comunque sia questo articolo mi sa tanto di palla gigantesca raccontata dai soliti servi dei vari regimi degli stati ottocenteschi moribondi che ancora ci sono in Europa.
    Viva le autonomie, viva i Baschi.

Leave a Comment