Padre Dal’Oglio, rapito ma “figlio di nessuno”. Dopo 6 anni il nulla

Schermata 2019-07-29 alle 13.28.13di ANGELO VALENTINO – Non fa cassetta, non tira sui social. Non produce consensi, non cambia gli equilibri geopolitici e gli scambi commerciali. Così, la vita di un missionario non ha prezzo, nel senso che si può anche fare a meno di cercare che fine abbia fatto dopo un rapimento che dura da sei infiniti anni. Chi muove il rosario, non ha interesse a cercare questa verità.
“Sono sei anni che non siamo riusciti a sapere nulla, e’ vero che e’ stato rapito in una zona di guerra ma alcune zone sono state ormai liberate dal novembre 2017”.
Cosi’, Francesca Dall’Oglio, sorella di padre Paolo Dall’Oglio, il gesuita romano scomparso in Siria ormai sei anni fa, con la voce rotta dal pianto, e’ intervenuta in una conferenza stampa nell’anniversario della sparizione. “Le ultime notizie? Noi non abbiamo nessuna conferma, ne’ vivo, ne’ morto. Si poteva fare molto di piu’ e vorremmo anche capire il giallo della sua valigia ritrovata col portafogli”.

Parole che condannano l’inerzia dei governi che si sono succeduti, nel silenzio più atroce.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment