Padoan, il ministro delle tasse che non è obbligato a pagare le tasse e fare il 730

padoandi ROBERTO BERNARDELLI

Scusate tanto, ci fate un mazzo così e poi ci mettete sopra la testa un  ministro dell’economia, come Pier Carlo Padoan, che non risiede in Italia e che non è obbligato per legge a presentare il 730. E’ uno scherzo? Macchè. La notizia, uscita e imboscata insieme alle cose più stupide, ossia il reddito di chi ci governa, è passata in sordina. E brava stampa. Tutti a vedere se ha più case la Boschi o Renzi o se Grasso è più ricco della Boldrini. Nessuno a titolare su Padoan, il ministro delle tasse…. esentasse. Lui hha dichiarato nel 2014, per quanto riguarda i redditi riferiti al 2013, di possedere un appartamento a Roma (abitazione principale) e un box. Una Mercedes del 2012. Ok e fin qui chi se ne frega. Le notizie dicono che la moglie è proprietaria di due appartamenti a Roma e di una Opel Corsa del 2009. E va bene.

Attenti bene adesso. Il ministro conclude la pubblicazione della situazione patrimoniale con una dichiarazione: “Il sottoscritto Pietro Carlo Padoan, già dipendente di una organizzazione internazionale (Ocse), residente all’estero e iscritto all’Aire fino al momento della nomina a ministro, non ha l’obbligo di presentare il mod. 730/2013 per i propri redditi, in quanto non soggetti a tassazione. In qualità di vice segretario generale e Capo economista dell’Ocse percepiva una retribuzione annua di circa 216 mila euro”.

presidente Indipendenza Lombarda

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. Dan says:

    Che dire… fa bene. Può farlo quindi lo fa. Noi non possiamo quindi non lo facciamo.
    In realtà anche noi potremmo farlo (e non solo quello) ma ci piace essere calpestati come gli stronzi che siamo. Il fatto stesso di ricevere costantemente pestoni sulle nostre teste di merda in qualche modo ci nobilita, ci fa sentire considerati, riempie di soddisfazione la nostra esistenza, esistenza non siamo capaci di esaltare in altro modo, ad esempio cominciando con l’avere rispetto di noi stessi…

  2. foibar says:

    Ma dov’è la novità o lo scandalo?

    E’ fatto comune che siano solo i lavoratori privati a pagare le tasse (x quelli pubblici è solo un giro di conto).
    Se le pecore si rincorrono lasciale al loro destino (macello), per gli altri che si sono tolti dall’inferno fiscale è segno di speranza! Più gente non paga le tasse e succhia il dolce nettare social_statale prima vien giù il baraccone.

    Auguri

Leave a Comment