PAB, nessun autonomista appoggia la lista Monti

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Ieri, all’esterno delle edicole, campeggia sulle locandine del “Corriere delle Alpi” la notizia che l’Autonomia avrebbe sposato la lista di Monti, in virtù del fatto che un esponente del BARD sarà candidato con l’ex presidente del Consiglio. La notizia è strumentale e fuorviante in quanto sia chiaro che quel signore non ha la delega a rappresentare il composito mondo autonomista e che, se si candida, lo fa a titolo personale o del proprio movimento e non in rappresentanza dell’Autonomia provinciale ,di cui il PAB è un fiero rappresentante dal 1993.

Monti rappresenta l’Italia e candidarsi con lui vuol dire “conservazione”.  Candidarsi con Monti o con uno dei partiti romani vuol dire credere ancora nell’Italia. Nulla a che vedere con il rinnovamento.  Trattandosi di elezioni politiche e non amministrative, in cui una qualsiasi alleanza avrebbe potuto trovare respiro,reputiamo altresì incomprensibile, oltre che estremamente contradditorio, se non giustificato da una pur legittima ambizione personale, il fatto che chi sino a ieri si proponeva come difensore della Provincia, si allei poi proprio con chi (Monti)  abbia pianificato, realizzato e difeso strenuamente lo smantellamento delle province, tra cui Belluno. In politica purtroppo la coerenza è diventata merce rara.

Oggi solo attraverso il distacco da Roma e non con il suo salvataggio, sarà possibile il raggiungimento della nostra autonomia.

Il PAB alle prossime elezioni, non si schiererà  a favore di nessun partito romano ed indicherà invece agli elettori una via alternativa che sarà resa nota il giorno dopo l’ufficializzazione delle liste elettorali.

Paolo Bampo –PAB

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. virgilio segantini says:

    Ancora ‘sto mantenuto dai contribuenti? Ma quando avrà la dignità di togliersi dai Maroni?

  2. MIck says:

    Bambo chi? L’ex deputato che ha il vitalizio da Roma?

Leave a Comment