Inghilterra, Orwell aveva ragione: il “Grande fratello” si materializza

di GARY NORTH*

George Orwell nel 1948 scrisse il suo romanzo, 1984. Descriveva una nazione sotto costante sorveglianza del Grande Fratello. La Gran Bretagna è in procinto di attuarlo quel progetto, fatta eccezione per le TV a doppia ricezione. Chiamate qualcuno al telefono? I vostri dati lo mostreranno. Le autorità saranno in grado di accedere a questi senza un mandato. Che dire per un sito Web? Anche per questo. Messaggi di testo ed e-mail saranno monitorati. Il governo giura che non origlierà. No, no, no. Si limiterà ad archiviare i dati. I dati saranno conservati per un anno. Saranno immagazzinati per più tempo. Fidatevi. Da qualche parte, verranno memorizzati. La proposta di legge è di 118 pagine.

L’Home Office Secretary, Theresa May, è l’equivalente del Procuratore Generale negli Stati Uniti. Non vuole sentir parlare di opposizione a questa legge perfettamente ragionevole: “Le nostre proposte sono ragionevoli e limitate,” ha scritto su The Sun, il quotidiano più venduto nel paese. “Daranno alla polizia e ad alcune altre agenzie un accesso ai dati sulle attività di comunicazione on-line per lottare contro la criminalità, esattamente come fanno adesso con le chiamate telefoniche e gli sms. A meno che non siate un criminale, allora non avrete nulla di cui preoccuparvi da questa nuova legge”.

Negli Stati Uniti, abbiamo una Carta dei Diritti. I Padri Fondatori sapevano che avrebbero dovuto impedire al governo di assillare i cittadini se volevano che gli elettori accettassero la Costituzione. Sapevano dire di meglio piuttosto che, “Non avete niente di cui preoccuparvi se siete innocenti.” Gli Inglesi non hanno costituzione scritta.

I difensori dei diritti umani sono sgomenti. Il gruppo sulla privacy “Big Brother Watch” ha detto che la proposta ha rischiato di trasformare la Gran Bretagna in una “nazione dei sospetti.” L’organizzazione per i diritti civili “Liberty” ha detto che la legge significherebbe lo “stoccaggio indiscriminato dei dati privati.” Cosa coinvolgerà? Un sacco di cose.

Il disegno di legge costringerebbe i provider — aziende come BT Group PLC o Virgin Media Inc. — a rintracciare da dove provengonole email, i tweet, le chiamate su Skype ed altri messaggi, chi li invia, a chi sono trasmessi, e quanto grandi sono. I dettagli dei trasferimenti dei file, le chiamate vocali, gli SMS e le conversazioni istantanee, come quelle fatte con BlackBerry Messenger, sarebbero anch’esse registrate. Il disegno di legge richiede anche che i provider raccolgano gli indirizzi IP, i dettagli dell’hardware elettronico dei clienti e le informazioni degli abbonati, compresi i nomi, gli indirizzi e le informazioni di pagamento.

Quello che la May non ha menzionato nel suo editoriale — e il Ministero degli Interni ha lasciato nel suo comunicato stampa — era che il governo sta anche cercando di conservare la cronologia Internet dei cittadini, dando ai funzionari l’accesso alle abitudini di navigazione di circa 60 milioni di persone — tra cui le visite sensibili al medico, gli incontri, o i siti web di pornografia. Naturalmente, “è per i bambini!” Ovviamente, “è per fermare i terroristi.” I funzionari statali dicono che hanno bisogno di tutte queste informazioni per rimanere allerta in un modo tecnologico in rapida evoluzione. In un editoriale del Times di Londra dal titolo “Fidati di me, ho bisogno di conoscere le tue email,” il capo di Scotland Yard Bernard Hogan-Howe ha detto che la raccolta dei dati delle comunicazioni ha svolto un ruolo nel 95% delle operazioni contro la criminalità organizzata. Il Ministro degli Interni si è espresso in tutta franchezza: “Senza cambiare la legge, l’unica libertà che proteggeremmo sarebbe quella di criminali, terroristi e pedofili.”

Se il Parlamento approverà questa mostruosità, invierà un messaggio: Orwell aveva ragione sulla Gran Bretagna. Il Grande Fratello vi guarderà.

*http://johnnycloaca.blogspot.it; Traduzione di Francesco Simoncelli

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

5 Comments

  1. Fratello minore says:

    TRANQUILLI!! Si fa già.
    Tutti: provider internet, gestori telefonia fissa e mobile REGISTRANO TUTTO E TENGONO DA PARTE.
    Le Forze dell’ordine posso accedere quando vogliono con un mandato.
    Ma i servizi segreti siamo sicuri che non dispongano di mezzi per entrare quando vogliono?

  2. CARLçO BUTTI says:

    Per fortuna, del governo di Sua Maestà fa parte anche un partito che si autodefinisce liberale. Non ha nulla da dire in proposito? Nella neo-lingua orwelliliana si capovolgono i significati delle parole: “liberale” finirà col significare “totalitario”.

  3. Anti NWO Anti State says:

    Meglio la società pellerossa,società più o meno libertaria,che lo Stato di Polizia(o NWO)che ci attende e che è già abbiamo tra noi!

  4. marco says:

    a mio avviso questa e pazzia personificata beh se si vuole sorvegliare qualcuno sono i politi e i giornali scandalistici potrebbero circoscrivere il provvedimento a quelli senza spaventare persone che non selo sono meritato

  5. giovanni says:

    nessuno si salvera’. dovremo ritornare alle nuvole di fumo dei pellerossa!

Leave a Comment