ORO, RISPARMIO E PAESE IN VIA DI SOTTOSVILUPPO

di REDAZIONE

Al netto di manovre di breve termine che ne possono orientare il prezzo ma che hanno effetti assolutamente trascurabili sul medio/lungo periodo, l’oro non aumenta o diminuisce mai la sua “preziosità”.  Da quando non ha più alcun legame col denaro a corso forzoso imposto dagli stati, l’oro si comporta come un termometro che misura la fiducia della gente nella carta stampata (o creata con un click di computer) che ci obbligano ad utilizzare per le nostre compravendite e che ci danno come pagamento per il nostro lavoro.

Il concetto è molto semplice, se vi fidate dell’euro, del dollaro o dello yen per voi l’oro vale poco perchè non vi interessa. Al contrario, se pensate che queste banconote corrispondano a sempre meno ‘roba vera’, allora per voi l’oro rappresenta una riserva di valore stabile nel tempo. Ora guardate il grafico del prezzo dell’oro negli ultimi dieci anni e vedrete qual è il livello di fiducia del mercato nel sistema monetario governativo mondiale.

La domanda che ognuno dovrebbe farsi non è se oggi i prezzi sono troppo alti per comprare oro ma questa: i 10€ che ho in tasca mi consentiranno il panino, la mezza minerale e il caffè della pausa pranzo l’anno venturo o tra due anni? O ce ne vorranno 12, o 15? Le ricette più diffuse proposte dagli economisti criminalmente ignoranti che guidano le economie mondiali, supportati ovviamente dai politici ignorantemente criminali, prevedono e richiedono TUTTE ulteriore stampa di nuovi euro, dollari o yen (pure franchi svizzeri tranquilli, nessuno è immune).
Se stamperanno ancora di più (a beneficio delle banche perchè a voi non vi danno un centesimo), rispondete alla domanda sul vostro lunch di mezzodì.Dodici, quindici, o magari diciassette euro per panino/acqua e caffè l’anno prossimo? Che prevedete? Stiamo bassi, ‘solo’ il 20% in più, 12 euro invece di 10. Ma tanto siamo neutrali perchè l’anno venturo i nostri redditi aumenteranno del 20%, vero … ????Magari vi ho convinto ma il problema, dite, è che avete ben poco da investire perchè non riuscite più a risparmiare nulla e quel piccolo gruzzoletto che avevate accumulato in anni (da aridi borghesucci quale siete per i quali le tasse sono sempre troppo poche) ve lo siete già cominciato ad intaccare. Mi dispiace tanto. Benvenuti nell’economia di una nazione in via di sottosviluppo.
di Mauro Gargaglione 
Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

4 Comments

  1. Antonio says:

    Aprire un libro di economia? Imparare qualche equazione matematica? Semplicemente studiare? NO…troppo impegnativo, meglio scrivere corbellerie

  2. liugi says:

    Non so… quel blog mi è sempre parso troppo pessimista. Ho come l’impressione che abbia un secondo fine.

  3. Luca says:

    “l’oro non aumenta o diminuisce mai la sua “preziosità”
    Questo non è assolutamente vero…

Leave a Comment