Oro, il ribasso ha stimolato gli acquisti del metallo giallo

di REDAZIONE

I fondamentali dell’oro restano favorevoli sul lungo termine e, anche dopo il pesante arretramento accusato dai prezzi nella settimana scorsa, le ragioni per tenerlo nel portafoglio degli investimenti restano tutte sul tavolo. E’ quanto emerge dal rapporto pubblicato stamani dal ‘World Gold Council’ (Wgc) che, tra i fattori di sostegno, mettono soprattutto il fatto che il metallo giallo rappresenta la migliore copertura da un lato contro l’inflazione e, dall’altro, contro la crisi economica. Il pesante ‘sell-off’ della scorsa ottava ha trascinato l’oro al più basso livello degli ultimi due anni, alla luce della maggiore correzione degli ultimi 30 anni accusata nell’arco di due sole sedute, ha alimentato il dibattito sulla sostenibilità della corsa perseguita da questo mercato negli ultimi dodici anni.

Tuttavia, hanno notato gli esperti dell’associazione mondiale dei produttori di oro, la pesante correzione ha anche stimolato la corsa all’acquisto da parte degli investitori privati asiatici: fenomeno che ha permesso all’oro di rimbalzare del 5% gia’ questa settimana. ‘La violenta correzione accusata nella seconda settimana di aprile scuotera’ la fiducia nell’oro per qualche tempo, ma non intacchera’ il valore strategico di lungo termine dell’oro, o i driver fondamentali di lungo termine’ ha commentato Marcus Grubb, managing director e stratega per gli investimenti del Wgc.

L’esperto del World Gold Council – secondo quanto riportato da Radiocor-Il Sole 24 Ore – ha anche indicato nel rafforzamento del dollaro e nelle possibili vendite di oro da parte della Banca centrale europea i possibili fattori che possono provocare turbolenze sul mercato nel breve termine, cosi’ come il fragile equilibrio che si e’ determinato dopo le pesanti perdite della scorsa settimana. Per contro, ha aggiunto, a fare da contraltare in termini positivi ci sara’ la domanda di metallo giallo che arriva da due principali compratori mondiali (India e Cina) e anche gli acquisti netti da parte delle Banche centrali mondiali. Da rilevare che sin dall’inizio di questa ottava e’ stato rilevato un vivace interesse in acquisto da parte di compratori – di India e Cina, come pure da altri mercati tra cui Singapore, Hong Kong, Australia e Giappone ? al punto che di e’ parlato di difficolta’ di alcuni produttori nel soddisfare la domanda.

A questo proposito i dati rilasciati nella vigilia dal Fmi hanno rivelato che le Banche centrali di Paesi tra cui Russia, Turchia e Kazakistan, hanno aumentato le rispettive riserve di oro nel mese di marzo. Alcuni analisti si aspettano che gli Istituti di emissione possano continuare su questa strada per sfruttare il basso livello raggiunto dalle quotazioni.


Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

One Comment

  1. zil says:

    Sapete del questionario sulle abitudini d’acquisto promosso da Focus ed Eurispes su http://www.focus.it/acquisti, in collaborazione con Dacia: interessante anche perché c’è un concorso e si può vincere anche un’auto

Leave a Comment