Operaio senza lavoro si suicida. La famiglia: colpa dello Stato

di REDAZIONE

”Da parte della Famiglia Carrano: tutto questo a causa dello Stato. Grazie”. Un operaio di 62 anni, Nicola Carrano, rimasto senza lavoro dopo essere stato licenziato, si e’ suicidato oggi impiccandosi alla trave della soffitta della sua abitazione, nelle campagne di Matinella di Albanella (Salerno) e la famiglia ha lanciato l’atto d’accusa sui manifesti che, poche ore dopo, ha fatto affiggere in paese per annunciarne la morte. A convincere i familiari che l’uomo abbia deciso di farla finita perche’ non sopportava piu’ la sua condizione di operaio rimasto senza lavoro e, ai suoi occhi, senza dignita’, dopo aver guidato per anni, con orgoglio e soddisfazione, le betoniere di una ditta di calcestruzzi, e’ stata la lettera che Nicola Carrano ha scritto per spiegare i motivi del gesto. L’hanno trovata gli stessi familiari, insieme al corpo senza vita. Hanno chiamato il 118, sono intervenuti i Carabinieri e la Procura di Salerno che, disposto l’esame esterno del corpo, ha subito dato il nulla osta per i funerali, che saranno celebrati domani, ad Albanella.

Nicola Carrano era stato licenziato dalla ditta di calcestruzzi un anno fa. La ditta era stata costretta a ridurre il personale a causa della crisi e, nonostante questo, era poi fallita. L’uomo ha cercato un nuovo lavoro come autista di betoniere, ma senza risultati. Poi ha cercato di adattarsi, ha accettato altri tipi di lavori, sempre nel settore edile, sempre nei cantieri della zona, ma sempre in maniera saltuaria. Di recente era stato sottoposto a un intervento chirurgico e si era progressivamente chiuso in se stesso. Era sposato e aveva tre figli. La piccola comunita’ di Albanella (poco piu’ di seimila abitanti, tra i Monti Alburni e il Golfo di Salerno, che vive di agricoltura e allevamenti di bufali) si e’ stretta intorno alla famiglia. ”E’ stato un gesto disperato che ha colpito una famiglia di persone perbene e di grandi lavoratori – ha detto il vicesindaco del paese, Vito Capozzoli – Siamo sconvolti, tutto il paese e’ sconvolto. E’ la prima volta che qua succede qualcosa del genere e pur nelle difficolta’ mai nessuno era arrivato a fare un gesto cosi’ drammatico”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

11 Comments

  1. luigi bandiera says:

    Chi si suicida SBASGLIA.

    Sbaglia perche’ ammazza un morto innocente..!

    (un fatto mio)
    Ai miei persecutori dicevo sempre per farglielo capire, che nel qual caso io fossi stato costretto, per legittima difesa, a fare atti violenti avrei per prima cosa sistemato il mio nemico, il mio persecutore. Poi, FORSE, mi sarei sparato.

    Questo li fece desistere…

    Quel forse suonava che FORSE appunto mi sarei suicidato… e che quindi io rimanevo a livello campagna mentre qualche altro, invece, se ne andava nei piani sotto due metri il piano campagna, per l’appunto.

    In certi casi non bisogna avere mezze parole.

    In questa societa’ di BUONIsti, hai il nemico sia a DX che a SX e perche’ no al CENTRO..??

    Solitamente sono a un passo indietro da te, se no come farebbero a “spararti” alle spalle..?? Quelli la’ di FRONTE non li avrai mai..!

    E ocio, oggi non si usa propriamente l’arma da fuoco, troppo rischio c’e’ per loro, quindi mandano avanti il killer professionisdta che ti lavora psicologicamente, appunto, fino ad indurti al suicidio… o all’abbandono della nave che equivale ad un suicidio..!

    Lo ripeto perche’ sembra che non entri: l’ARMA DELLA PSICOLOGIA e’ usata sempre piu’ spesso al giorno d’oggi. AMMAZZA ma non fa MORTI..!
    Per questo e’ peggio di qualsiasi altra bomba conosciuta e sperimentata.

    Eppoi, il KILLER non si trova mai..!

    Per fare un esempio:

    PER I MORTI AMMAZZATISI DI QUESTI GIORNI NOSTRI c’e’ un RESPONSABILE OPPURE NO..?

    R: ci sono eccome, ma TROVALI e PROVALI..!

    Missione impossibile..!

    Kax se ci sono e sono pure STRAPAGATI..!

    E, ecc. ecc. ecc..

    PSM

  2. frank de ville says:

    Mi chiedo: perchè un operaio di 62 anni invece di essere in pensione deve uccidersi perchè non trova lavoro ?

    Ma “l’avvoltoio” fornero continua a dire che l’innalzamento della età pensionabile era inevitabile.

    Si continua a parlare di disoccupazione giovanile, ma della disoccupazione degli “anziani” nessuno ne parla.

  3. lorenzo s. says:

    Se uno perde il lavoro è colpa dello stato perché non glie ne trova uno?

    • Borderline Keroro says:

      Lo Stato, proprio per il fatto che ha beneficiato alcuni con lavori controproducenti, è colpevole perché fa perdere lavori reali e produttivi.
      Ad occhio e croce guidare un’autobetoniera non è una sinecura, tuttavia i costi dei vari lavori socialmente inutili, dei forestali dove non ci sono foreste e dei dipendenti pubblici contatori di tombini ricadono sicuramente sulle attività produttive. Che si vedono costrette a tagliare e ridimensionarsi, fino a chiudere.

  4. luigi bandiera says:

    Ho dimenticato di fare le mie condoglianze alla famiglia.

    Riposi in pace amen.

  5. luigi bandiera says:

    Anche questa sera nei TG a discorrere sul come dire o porsi quando si ha cariche istituzionali. Come a dire che noi NON VEDIAMO MIKA COME LA GIRA..?

    Allora si dovranno mettere d’accordo sull’uso di certe parole perche’ appunto sono proiettili. Io insinsto: le firme sono BOMBE ATOMICHE..! Mi penso agli ESODATI e ai DISOCCUPATI grazie al cattivo funzionamento dlla dirigenza del Titanik..!

    Come si notera’ girano il discorso sperando di passare inosservati.

    Se la nave va sugli scogli e’ colpa del comandante e i suoi subalterni e non dei passeggeri..!

    Avete voluto il comando della nave..?

    Adesso ho sapete farlo o a CASA..!!

    O siete responsabili se qualche passeggero si fa male e peggio ci lascia le quoia, o siete irresponsabili..!
    Pero’ vi si paga per la vostra responsabilita’..!

    Siccome sento sempre piu’ spesso che dite ma non lo pensate: mi assumo la responsabilita’ ecc. ecc…. dico ma allora proprio pensate di non averla..??
    Si perche’ dite una cosa e oltre a pensarne un’altra ne fate delle altre..!

    Ovviamente lo chiedo ai vari responsabili i comandanti del Titanik…

    Fin che la barca andava era facile fare il comandante… e’ adesso nel pieno della tempesta che si vede la preparazione..!

    Se il Titanik non va avanti, peggio sta per affondare, date un unico comando, ordine:

    IL SI SALVI CHI PUO’..!!

    I COSI’ SIA.

    PSM

    • Dan says:

      “Allora si dovranno mettere d’accordo sull’uso di certe parole ”

      Ma non t’è bastata la cosa di Preiti per capire che lo sono o lo fanno ?

      Tutti, perfino i giornali di regime come la stampa, hanno scritto articoli su sto povero disgraziato che è arrivato fallito dopo una vita di duro e soprattutto onesto lavoro eppure lo stato ha mantenuto la stessa indegna linea.

      Prima era uno squilibrato (osa toccare il magnifico stato, quello che è madre e padre di tutti gli italiani e agisce solo per il loro meglio), poi esibizionista, poi attentatore manco avesse piazzato una pentola piena di esplosivo sotto una tribuna; in seguito si sono riparati per giorni dietro la figura del carabiniere invalidato e della figlia di lui in lacrime: hanno fatto letteralmente di tutto meno che ammettere nei fatti che hanno fatto prima a centrare tutto meno che il vaso.

      Li hai sentiti dire due parole del tipo “forse abbiamo esagerato” ? No, sono tutti lì, compreso grillo che si chiudono a riccio e rifiutano di accettare la realtà di milioni di disperati che stanno maturando giorno per giorno l’idea di passare dal suicidio all’omicidio, magari addirittura di massa visto che vengono definiti ufficialmente pure degli esibizionisti.

      Stanno facendo che oramai sto pover uomo si trasformando in un eroe da nord a sud, dai manifestini in val di susa alle scritte a verona, al futuro sicuro emulo che manderà i messaggi in maniera molto meno diplomatica.

      O sono stupidi o vogliono proprio far scoppiare qualcosa

      • luigi bandiera says:

        Dan,

        vero.

        Ma non sono stupidi…

        E l’altro (m5s) che dice cose che tanti pensano, come un tempo Bossi: state attenti che la gente potrebbe prendere i fucili.
        E subito a prendere le distanze: SONO TUTTI BUONI sti ….

        Se va avanti kosi’, sbarchi continui (e questi non sanno che da una guerra passano ad un’altra guerra) e tasse sopra tasse… e diskorrere del nulla che fa diventare verdi (marziani) tutti… porta a far scoppiare la pentola a pressione chiamata iddaglia..!

        Vivono in un altro mondo… sono sulle nuvole come dice Paolo Del Debbio.

        Forse vedono sempre lo spot lavazza..??

        Comunque non dovrebbe mancare tanto. Lo scrivevo tempo fa..!

        PSM (Preghiamo Sam Marco)

  6. Dan says:

    Sta per incendiarsi… il sottobosco sta per incendiarsi.
    Saranno fiamme e cenere, infine giustizia.

Leave a Comment