Onu, i comunisti della Corea del Nord sono come i nazisti

di REDAZIONE

Chi lo dice all’onorevole Razzi, tornato non molto tempo fa da Pyonyang? Per la prima volta un rapporto commissionato dall’Onu ha accusato formalmente il regime nordcoreano di crimini contro l’umanita’, citando testimonianze di esecuzioni pubbliche, torture, deportazioni, stupri, persecuzioni politiche e razziali. Il testo di 372 pagine e’ il frutto di un anno di indagini in cui sono state riscontrate “numerose prove” sulle responsabilita’ di “centinaia” di funzionari di Pyongyang.

Il presidente della Commissione di nove saggi insediata dal Consiglio per i diritti umani dell’Onu, Michael Kirby, ha parlato di crimini “sorprendentemente simili” a quelli compiuti durante il nazismo e ha puntato il dito contro il leader Kim Jong-un: “Tutto passa attraverso di lui”. Ora “non ci sono piu’ scuse”, ha avvertito, “alla fine della Seconda guerra mondiale, molte persone dissero ‘se solo avessimo saputo’. Ora la comunita’ internazionale conosce” la verita’ e non puo’ far finta di nulla. Kirby ha riferito di “campi per prigionieri politici, dove un gran numero di persone sono malnutrite e muoiono di fame per poi essere bruciate e sepolte”. Il rapporto Onu, secondo il Dipartimento di Stato americano, “documenta in modo chiaro e inequivocabile la brutale realta’” degli abusi in Corea del Nord. Washington sostiene con forza il rapporto che “fornisce prove di diffuse, sistematiche e gravi violazioni dei diritti umani” da parte del regime, ha sottolineato la vice portavoce del Dipartimento di Stato, Marie Harf, secondo cui il documento conferma la convinzione della comunita’ internazionale che la situazione dei diritti umani nel Paese asiatico sia “tra le peggiori del mondo”. Quindi, da Washington e’ arrivato un invito a Pyongyang a portare avanti “passi concreti” assicurare il rispetto dei diritti umani.

Il rapporto stima che in Corea del Nord ci siano tra gli 80mila e i 120mila prigionieri politici e che 200mila persone, in gran parte sudcoreani, siano state rapite. La vita quotidiana della popolazione e’ segnata da una costante “sorveglianza, coercizione, paura e punizioni per impedire ogni dissenso”.

Il regime ha “categoricamente” respinto le accuse, contenute nel rapporto, sottolineando che il materiale e’ stato fabbricato da “forze ostili”, sostenute da Stati Uniti, Unione europea e Giappone. Quanto alla richiesta di un processo davanti a un tribunale internazionale, come la Corte penale dell’Aja, secondo fonti diplomatiche, la Cina sarebbe pronta a mettere un veto, cosi’ come su ogni iniziativa in Consiglio di sicurezza Onu. Una delle possibilita’ per mettere formalmente sotto accusa il regime nordcoreano potrebbe essere quella di istituire un tribunale internazionale ‘ad hoc’.

Chissà Rizzo e Ferrero come la prenderanno…

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

6 Comments

  1. gioman says:

    Avete nominato l’ominide ke tornando dalla koreadelnord aveva lodato tale stile di vita ke nemmeno in svezzera se sugneno…….ke so korso a vomitare……ke il buodio lo porti a vivere in quel paradiso….da uperaio kome dice di aver fattu in svezzera…..

  2. gioman says:

    Avete nominato quell’ominide ke ha elogiato il modusvivendi visto in nordkore…..e sono corso a vomitare…..

  3. ginobricco@ says:

    non solo quelli dela corea del nord sono come i nazisti ma nazisti lo sono sempre e in ogni caso, infatti le due simili ideologie sono state partorite dalla stessa madre socialista

  4. Dan says:

    Poco più di tredici anni fa, gli usa erano, tanto per cambiare, già in crisi economica e avevano messo gli occhi sull’Afghanistan.
    Quel miserabile buco di mondo era già da anni sotto il controllo dei Talebani, del loro fanatismo e delle loro madrasse.
    Per i bene informati nessuna di queste cose era una novità così come non lo erano i campi di droga e di addestramento per il terrorismo.
    Non era una novità ma di fatto per vent’anni dopo non aveva mai fregato ad anima viva.
    Quando era praticamente già stato deciso che sarebbero partiti ad esportare la democrazia pure da quelle parti, casualmente i giornali hanno cominciato a parlare dei Talebani: signori ecco il nuovo babau.
    “Guardate siori e siore ed inorridite: i babau in turbante schiavizzano le donne, i babau con la barbona cannoneggiano i buddha, i babau qui, i babau là”
    Di colpo i babau non erano liberi di fare il cazzo che volevano a casa loro, bello o brutto che fosse e, forse, dopo 20 anni che lo fai già potresti anche pensare di poterlo combinare sempre.
    Bisognava fargli la guerra, bisognava giustificare il pigro mangiatore di hotdog medio a sostenere il nuovo sforzo bellico e guarda che caso un bel dì di settembre, non uno ma ben quattro aerei di linea (mica aerei invisibili) scappano dal controllo dei radar di mezzo nord america, se ne vanno a spasso come il tipo di oggi dell’etiopia, non vengono minimamente affiancati da uno straccio di caccia e sono liberi di fare il tiro al bersaglio con un bel po’ di simboli della società americana.
    Tirano giù i simboli dell’economia di allora, bombardano il centro militare per eccellenza (e chissà che nel frattempo, casualmente proprio in quell’ala colpita non avessero trasferito un po’ di carte scottanti) e trovano pure il tempo di inventarsi una storia da fantascienza (per la gioia di hollywood) riguardo il quarto aereo quando forse si rendono conto che non è il caso di spingersi a rovinare anche l’intonaco della casa bianca e il resto è storia.

    Adesso gli usa sono di nuovo in crisi e quindi che si fa di bello ? Si trovano degli altri cazzoni (ma pur sempre padroni a casa loro) da far saltare in aria.

    Cos’è la corea del nord. Chi se la cagava fino a pochi mesi fa (e di occasioni per farlo non sono mancate in 60 anni) ? Chi è la dinastia di Kim ? E’ mai fregato a qualcuno ? Per quanto mi riguarda ho solo dei vaghi ricordi di un lontanissimo spot tv relativo una raccolta fondi con un bambino che spingeva una ciotola di riso, roba di venticinque anni fa se non oltre.
    Adesso tutto di un colpo abbiamo la nostra finestra settimanale sulle nefandezze del panzerotto dagli occhi a mandorla. Youtube si sta popolando di video di propaganda spesso distorti nelle intenzioni e forse riguardanti epoche ben lontani rispetto le attuali. Ogni momento è buono per darci una pillola dove ovviamente la korea del nord finisce sputtanata (mi ricorda tanto i talebani armati solo di pick up, che però ancora adesso tengono banco alla faccia delle nostre truppe e dei nostri armamenti scelti) ed intanto la volete sapere una cosa ?

    Sti primitivi è dai primi anni novanta che hanno un centro di ricerca e sviluppo per le tecnologie informatiche e nel frattempo si sono sviluppati una loro distribuzione di linux ovviamente ripulita di ogni eventuale backdoor ad uso e consumo di potenze straniere.
    Noi altri invece che siamo tanto sviluppati, una distribuzione linux nazionale non ce l’abbiamo: compriamo direttamente a scatola chiusa dagli usa con tutti i contro della questione.

    Comunque sia vedrete, tra qualche tempo, casualmente qualche altro aereo scapperà dall’occhio vigile dei radar e non troverà niente di meglio che infilarsi dentro qualche grattacielo. Troppo scontato ? Oramai l’hanno già fatto così e anche uno stupido si mangerebbe la foglia davanti un bis ?
    Troveranno il modo, sicuro. Si schianteranno delle navi cariche di rifiuti nucleari ? (hanno viaggiato ai 10km orari per tutto il pacifico, ma giuriamo che non le abbiamo viste sui radar e neanche sui sonar… toh guarda il segnale di un mollusco a 3000 metri di profondità….)
    Visto che pare i nord koreani stanno facendo degli esperimenti sotterranei col nucleare, faranno provocare un qualche disastro ambientale e li incolperanno ? Devono solo trovare il modo di poter costruire le prove a sostegno, fatto sta che una volta creato l’elemento finale di scandalo, i nostri eroi a stelle strisce partiranno per riportare la pace e la giustizia.

  5. Luigi Bandiera says:

    Poveri noi, il mondo è veramente stracolmo di KOMUNISTI E DI DX E DI SX E DI CNT.

    SIAMO SOTTO, LA DEMOKRAZIA.

    SOCCOMBEREMO

    AMEN

Leave a Comment