Ong&Scafisti, il procuratore Zuccaro: alcune finanziate dai trafficanti. Destabilizzano economia con flusso migranti

zuccaro“A mio avviso alcune Ong potrebbero essere finanziate dai trafficanti e so di contatti. Un traffico che oggi sta fruttando quanto quello della droga”. Cosi’ Carmelo Zuccaro, procuratore di Catania, ai microfoni di Agora’ (RaiTre), in merito alle polemiche sollevate in questi giorni dall’inchiesta aperta dal suo ufficio su questo tema.  “Forse la cosa potrebbe essere ancora piu’ inquietante – ha aggiunto Zuccaro – si perseguono da parte di alcune Ong finalita’ diverse: destabilizzare l’economia italiana per trarne dei vantaggi”. Alla domanda sui possibili allarmismi, Zuccaro risponde: “Se l’informazione e’ corretta questo corto circuito non si puo’ creare salvo per effetto di persone che vogliono creare confusione”.

Si tratta di “Un traffico che oggi sta fruttando quanto quello della droga. Moltiplicate 8.500 per 600 euro circa che è il costo di ogni viaggio: sono cifre significative in tre, quattro giorni. In questo momento il modo in cui viene attuato il salvataggio in mare non fa diminuire il numero dei morti. Se un natante di una ong si porta a ridosso delle spiagge libiche, non esiste in quel momento quella situazione di pericolo che giustifica l’intervento. – ha continuato Zuccaro – Se dalla Libia partono delle telefonate e dicono ‘possiamo mantenere in mare queste imbarcazioni anche con mare agitato?’ E si risponde fatelo tranquillamente, tanto noi siamo a ridosso lo potete fare. Lì la convenzione di Amburgo non è assolutamente applicabile”.

“E’ chiaro che bisogna fare distinzione tra ong e ong, – ha evidenziato Zuccaro – ci sono quelle che operano da tanto tempo su tutti gli scenari internazionali, facendo un gran bel lavoro, come Medici senza frontiere o Save the Children, organizzazioni che hanno certamente scopi umanitari”.

Print Friendly

Recent Posts

2 Comments

  1. FIL DE FER says:

    Possiamo aggiungere anche che se il Procuratore ha parlato è perché precedentemente aveva fatto presente a chi di dovere questa anomalie di diverse ONG, ma probabilmente a roma hanno fatto orecchie da mercante.
    Quindi si è deciso a parlare.
    L’ex ministro degli interni ALFANO che oggi parla contro chi si scaglia contro il Procuratore…dimentica……che egli ha creato “mare nostrum” e che egli ha favorito e promosso gli imbarchi dalla Libia.
    E’ proprio vero che non solo non tengono vergogna ma hanno persino il coraggio , adesso……., di mettersi dalla parte giusta, quando sino a ieri erano e volevano restare dalla parte sbagliata.
    Mi ripeto sino alla morte. Tutti i morti nel Mar Mediterraneo sono sulla coscienza dei politici italiani e non che ancora oggi continuano a mantenere in piedi questo tipo di tratta dei nuovi schiavi.
    L’ipotesi che io affermo non essere un’ipotesi ma la dura realtà è che qualcuno….in italia ed anche in europa vuole destabilizzare l’italia in maniera diversa dalla Grecia per poter continuare amantenere uno status quo in europa che favorisca la Germania. Chi non lo capisce o è uno stupido o è in malafede.
    Qualcuno che mi legge potrebbe dire che nemmeno io ho la verità in tasca, forse può essere vero, ma se uno + uno fa due, allora è plausibile, verosimile che tutto questo darsi da fare a trasportare immigrati…..clandestini in italia deve avere un qualche fondamento di verità nel fatto che tutto ciò è voluto e favorito e non viene minimamente contrastato se è anche vero che stiamo assistendo ad un boom di sbarchi sul territorio italico.
    Bene ha fatto Di Maio del M5S ha dire ciò che ha detto e finiamola con questa iposcrisia malata di protagonismo cui con le più alte cariche di questo paese vogliono contrastare le affermazioni di un Procuratore onesto e che si è sentito in dovere di comunicare ciò che a roma non volevano né sentire né indagare. Se dobbiamo pagare dei servizi di sicurezza per nulla, eliminiamoli così facciamo prima e meglio a mettere in linea un traghetto LIBIA / ITALIA.
    Intanto quest’anno se ne vanno oltre 4 miliardi di euro….e si tengono decine di migliaia di italiani senza pensione, reddito o peggio alla fame……e a roma se ne fregano altamente e pensano come poter usufruire di tutti questi immigrati dal momento che chi ci sta vicino ha chiuso le frontiere ed altri paese si apprestano a farlo.
    Come non poter vedere che tutto complotta contro gli italiani e l’italia ?????
    Salvini lo faccia a denunciare chi ha messo l’italia in queste condizioni e difenda a spada tratta questo Procuratore il quale ha le prove ma non le può esibire perché in italia vige il segreto di stato che serve a nascondere le nefandezze di chi ci guadagna sempre sulla testa degli italiani.
    W San Marco sempre !!!!

  2. giancarlo says:

    FINALMENTE.
    Una voce nel deserto ha avuto il coraggio di alitare una denuncia.
    Mi inchino a questo coraggioso magistrato. Qualcuno c’è per fortuna.
    Massimo appoggio e solidarietà al Procuratore Zuccaro.
    Infatti Lui non ha detto che tutte le ONG sono delle farabutte( lo dico io ) , per esempio Medici senza frontiere sono assolutamente intoccabili da questo punto di vista ci mancherebbe…..anche altre sono pulite, ma la maggioranze delle navi in mare di queste ONG sono colluse, complici e peggio ancora ci stanno guadagnando a fare la tratta dei nuovi schiavi.
    La Chiesa sembra avere il prosciutto sugli occhi e non ha mai denunciato nulla sull’immigrazione se non denunciando le resistenze, gli egoismi etc… che non tanto marginalmente stanno devastando il convivere civile in tutta italia, salvo qualche piccola oasi felice.
    La verità è che i paesi ricchi, occidentali avrebbero dovuto aiutare tutta questa gente là dove si trovava, nei loro paesi di origine. Al contrario dopo averli devastati socialmente ed economicamente ed avergli sottratto a piene mani le risorse di materie prime di cui erano proprietari…..adesso gli abbiamo scatenato un sacco di guerre interne da farli fuggire per mille motivi. Bene, bravi i politici, l’O.N.U. che non serve più a nulla se non a mantenere una miriade di burocrati inconcludenti come accade anche in europa.
    Perché scrivo queste cose, perché non voglio essere complice di questi misfatti. Perché davanti a Dio sono testimone del mio tempo e non voglio avere a che fare con delitti inumani di questo genere.
    Se è vero che ognuno di noi dovrà rispondere di ciò che ha fatto, non fatto, detto e non detto durante la propria vita, ebbene non posso rimanere zitto. Non sono nessuno…..un granello di sabbia un seme di senape….piccolissimo difronte a tutti voi, ma non posso stare zitto, non posso rinunciare a qualsiasi occasione o possibilità che qualsiasi mezzo di comunicazione mi concede di dire quello che va detto.
    Sono sfuggito da sempre alla tentazione di fare il politico perché sapevo che se lo avessi fatto avrei avuto due sole possibilità: la prima di farmi uccidere, la seconda di cadere nella trappola corruttiva e devastatrice dei Popoli. Meglio così, restare liberi e fare il Partigiano Veneto scrivendo e basta. !!!
    WSM

Leave a Comment