LE OLIMPIADI NON HANNO AUMENTATO LE VENDITE AL DETTAGLIO

di REDAZIONE

I Giochi olimpici non hanno aiutato le vendite al dettaglio in Gran Bretagna. Piuttosto che andare a fare acquisti, nel mese di agosto, i britannici devono aver preferito guardare le Olimpiadi di Londra in televisione, visto che le vendite (a perimetro costante) sono scese dello 0,4% rispetto allo stesso mese del 2011.

Nel complesso le vendite sono aumentate dell’1,6%, rallentando dopo il +2% fatto registrare a luglio. “Non c’è traccia di un sostegno dei Giochi olimpici alle vendite al dettaglio. Sfortunatamente il mese di agosto è stato il peggiore dell’anno, escludendo il mese di aprile, influenzato dalle vacanze di Pasqua”, ha dichiarato Stephen Robertson, direttore generale della Federazione dei commercianti britannici (Brc).

Le condizioni meteo e le Olimpiadi (27 luglio-12 agosto) hanno sicuramente incoraggiato le vendite di bibite e di alcuni prodotti alimentari, ma non sono andate altrettanto bene quelle dei prodotti non alimentari. “Le persone hanno mostrato poco interesse per lo shopping, assorbite dall’attenzione per queste belle Olimpiadi”, ha aggiunto Robertson. E un segnale di questa disaffezione sarebbe dimostrata dal calo delle vendite on-line, arrivate al livello più basso da quando sono state inserite nella rilevazione, quattro anni fa.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment