Obama chiude il primo mandato con il 51% del gradimento

di REDAZIONE

Barack Obama termina il suo primo mandato presidenziale e si appresta ad affrontare il secondo con un tasso di gradimento del 51%: e’ quanto emerge da un sondaggio, condotto dalla per conto di New York Times e Cbs. Si tratta di un livello di consensi analogo a quello con cui George W. Bush inauguro’ il proprio secondo mandato alla Casa Bianca mentre Bill Clinton ci arrivo’ con il 60 per cento e Ronald Reagan con il 62. In particolare il 49 per cento degli interpellati ha detto di disapprovare la gestione dell’economia da parte del presidente americano, condiviso invece dal 46%. Tecnicamente, in base alla Costituzione Usa il primo mandato del presidente Usa scadra’ domani, e il secondo scattera’ domenica. Poiche’ pero’ si tratta di un giorno festivo, sono state allestite due diverse cerimonie di giuramento: una privata, in programma appunto domenica, e una pubblica che avra’ luogo lunedi’. Obama si era insediato per la prima volta per la prima volta a presidente il 20 gennaio 2009.

A tutto c’è un limite. O almeno dovrebbe esserci, soprattutto in politica. Secondo un sondaggio di Gallup, tre americani su quattro non vogliono più permettere a deputati e senatori di essere rieletti per un numero illimitato di mandati. Il 75% degli americani intervistati in tutto il Paese si è detto favorevole a porre dei limiti, mentre il 21% si è dichiarato contrario. Un sostegno per una volta bipartisan: l’82% dei repubblicani, il 65% dei democratici e il 79% degli indipendenti vogliono che si istituisca un limite. Il sondaggio è stato condotto in un momento in cui l’opinione degli americani su Capitol Hill è particolarmente negativa: solo il 14% approva l’operato del Congresso.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Dan says:

    Quando va male cominciano sempre a contare da 51…

    Che democrazia fasulla

  2. Antonino Trunfio says:

    il 51 % di quelli che votano E negli USA per le presidenziali il 6.11.2012 hanno votato 117 milioni di americani (erano stati 131 milioni 4 anni prima !!!) e che il tasso di astensionismo USA è dal 1974 intorno al 45 – 50 %.
    Quindi tutti coloro che si riempiono la bocca di democrazia e diritti della maggioranza, ricordino come per la sicilia delle ultime regionali, che viviamo sotto a una tirannia delle minoranze da decenni mascherata da consenso e aggregazioni elettorali. Questa altro non è che la metastasi di un cancro.

Leave a Comment