Nuovo massacro Isis a Kobane, il peggiore in Siria

di REDAZIONEKobane-Isis

Sono almeno 164 i civili uccisi dai jihadisti dello Stato islamico (Isis) nell’offensiva lanciata giovedì contro la città siriana di Kobane, a maggioranza curda, alla frontiera con la Turchia. Il direttore dell’Osservatorio siriano per i diritti umani, Rami Abdel Rahman, ha accusato il gruppo jihadista di aver compiuto uno dei suoi “peggiori massacri” in Siria.
Oltre ai 120 civili “giustiziati dall’Isis nelle loro case o uccisi dai razzi o dai cecchini del gruppo” a Kobane, altri 26 civili sono stati giustiziati in un villaggio situato nelle vicinanze e “altri 18 cadaveri sono stati ritrovati per strada in città”. “Quando sono entrati a Kobane, i jihadisti hanno preso posizione in edifici agli ingressi a Sud-Est e a Sud-Ovest e hanno sparato contro qualsiasi cosa di muovesse. Sono entrati in città con l’intenzione di uccidere – ha detto oggi Abdel Rahman – corpi di civili, tra cui donne e bambini, sono stati trovati nelle case, molti nelle strade”

Print Friendly

Articoli Recenti

1 Commento

  1. GPaolo says:

    Se le maggiori potenze intervenissero in una settimana farebbero piazza pulita di quei fanatici, ma evidentemente va bene tirarla per le lunghe. Non comprendo come l’occidente sia caduto tanto in basso.

Lascia un Commento