Non ti fanno lo scontrino? Esci e non paghi il conto!

di REDAZIONE

Molto presto in Grecia sara’ perfettamente legale entrare in un bar o in un ristorante, sedersi ad un tavolo, consumare e andare via senza pagare il conto se il cameriere non lo portera’ accompagnato da un regolare scontrino fiscale. La stessa regola sara’ valida anche in tutti gli altri esercizi commerciali se il negoziante, al momento di ricevere il denaro, non presentera’ al cliente la ricevuta fiscale prevista dalla legge.

Questa misura senza precedenti, una vera e propria rivoluzione culturale in un Paese dove il conto del ristorante arriva (se arriva) quasi sempre scarabocchiato a matita su un tovagliolo di carta, e’ l’ultima trovata del governo di Atene nella sua impari lotta avviata nel 2009 contro l’evasione fiscale, che in Grecia e’ stimata fra i 40 e 60 miliardi di euro all’anno. Gli evasori, come hanno accertato recenti indagini condotte dalla Guardia di Finanza ellenica (Sdoe) in varie localita’ del Paese, sono nella stragrande maggioranza dei casi (dal 53 al 74% a seconda dei posti) ristoratori ed albergatori che, incuranti della profonda crisi economica in cui versa il Paese, continuano imperterriti a non emettere ricevute fiscali, evadendo cosi’ allegramente le tasse non solo a danno dell’economia nazionale ma – quel che forse e’ peggio – dell’immagine e della credibilita’ della Grecia all’estero e nei confronti dei creditori internazionali.

E’ proprio per cercare di risolvere una volta per tutte questa piaga sociale che il ministero dello Sviluppo ellenico presenterà prestissimo una inedita normativa in base alla quale i clienti di ristoranti, bar e altri negozi potranno andarsene senza pagare la consumazione o l’acquisto se prima non avranno ricevuto un regolare scontrino fiscale. Questa misura, come riferisce la stampa ateniese, potrebbe essere applicata già a partire dalla settimana prossima.

Nelle nuove regole di mercato che la Grecia dovrà mettere in atto – e che sono inserite nel Memorandum firmato da Atene con i creditori internazionali – è compresa una normativa che dà al consumatore il diritto di non pagare se il ristoratore o il negoziante trascura di emettere la ricevuta di convalida dell’avvenuta consumazione o acquisto. Inoltre, sempre in base a tale normativa, bar e ristoranti dovranno riportare in evidenza sui loro menu questo nuovo diritto dei consumatori.

FONTE: ANSAmed

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

11 Comments

  1. Dan says:

    http://www.adnkronos.com/IGN/News/Esteri/Grecia-arrestato-giornalista-investigativo-per-aver-pubblicato-2mila-nomi-di-evasori_313838322965.html

    Scommettiamo che nella famosa lista Lagarde non c’è il nome di un solo ristoratore o barista greco intento ad evadere gli 80 centesimi del caffè ma c’è almeno mezzo parlamento di Atene ?

  2. Giovanni says:

    In Italia era stato reso facoltativo lo scontrino nel 2002 circa..si poteva scegliere se adottarlo o aderire ad una specie di concordato.

  3. ottimo …. non pagheremo più le tasse fino a quando > lo STATO > VAFFANCULO < SCONTRINO FISCALE ?? <

  4. MatteoG says:

    Si vede che la salvezza della Grecia dipende dalle tasse del ristoratore. A questo punto perché non nazionalizzare il settore?

  5. Culitto Salvatore says:

    [Molto presto in Grecia sara’ perfettamente legale entrare in un bar o in un ristorante, sedersi ad un tavolo, consumare e andare via senza pagare il conto se il cameriere non lo portera’ accompagnato da un regolare scontrino fiscale. La stessa regola sara’ valida anche in tutti gli altri esercizi commerciali se il negoziante, al momento di ricevere il denaro, non presentera’ al cliente la ricevuta fiscale ]

    una cosa non torna ma se si sono dati i soldi al commerciante e non si è avuto lo scontrino, si chiederanno i soldi indietro senza ritornare la merce? capisco nei ristoranti e nei bar che la cosa sia fattibile (fino ad un certo punto), ma in un negozio di abbigliamento? comunque i ristoratori se sono furbi si adatteranno, il conto prima di consumare…

    in risposta a ingenuo perchè a noi no? sai che non lo so? io vado in un ristorante a palermo e mi portano il conto regolarmente (e di solito si richiede pure la prenotazione), vado in un bar a palermo e senza scontrino neppure mi servono (prima pago poi consumo), a meno che nel resto d’italia non vigano leggi e abitudini differenti (direi proprio di no a parte qualche sporadico caso) mi sembra che una simile legge da noi sia abbastanza inutile

    • Dan says:

      “se sono furbi si adatteranno, il conto prima di consumare…”

      E nell’eventualità vedremo (ri)sorgere la figura del picchiatore alla porta e nessuno si permetterà di dire “ah ma la legge dice”

      • Culitto Salvatore says:

        già…è una possibilità neppure tanto remota, però guardiamo il lato positivo, ci saranno nuove figure professionali e altri posti di lavoro!

  6. Dan says:

    Questo è il primo passo vero l’istituzionalizzazione della figura del recuperatore di crediti fai da te ovvero il picchiatore.
    Legge o non legge, nessun ristoratore, negoziante e gestore acconsentirà che un cliente consumi ed alzi i tacchi senza pagare quindi avremo fondamentalmente due reazioni: i più piccoli si attrezzeranno con una pistola o un fucile sotto il bancone, i più grossi pagheranno qualcuno che si attiverà nel recupero crediti alla porta d’ingresso.

    Vuoi uscire ? Paga, altrimenti non ci sono garanzie su come esci da quella porta.

    Questi picchiatori finiranno col tempo per consorziarsi, eufemismo per non dire che si aggregheranno in gruppi para criminali. Il messaggio dello stato greco alla fine sarà “o con i nostri criminali o con i loro criminali”: qualcosa sulla cui levatura morale qualsiasi commento è superfluo.

    Ma ci saranno anche altri criminali, altri picchiatori che invece di fare capo ad una determinata banda, farà riferimento ad un certo partito neonazista in forte ascesa.

    Non so se mi sono spiegato bene: lo stato greco, con questa legge praticamente fornirà l’asso vincente ad alba dorata e la storia si ripeterà.

    • Sì, sai chi saranno gli unici a chiedere lo scontrino al ristoratore?
      I soliti parassiti statali che per garantirsi stipendio e posto sicuro non esiteranno ad essere DELATORI e complici di uno Stato rapinatore.

      • Dan says:

        E quando lo stato manderà i pulotti cosa faranno i negozianti a quel punto armati e/o dotati di milizia privata ?
        Prego dottore finanziere s’accomodi ?

        Se ne accorgeranno presto…

  7. ingenuo39 says:

    Perchè ai Greci: SI e a noi: NO? Adesso chi sono i razzisti noi o loro? Le eventuali risposte sono lasciate alla fantasia dei lettori.

Leave a Comment