Non paghi la mensa? Il Comune ferma le famiglie tutto gratis

poveri alle menseTroppe famiglie fanno mangiare a scuola i propri figli senza pagare il servizio. E a Riccò del Golfo, nello spezzino, il sindaco Loris Figoli presenta il conto: a partire dal 15 aprile, chi non si mette in regola con gli arretrati e chi non paga, non mangia, con tanto di segnalazione ai servizi sociali comunali per verificare eventuali situazioni di disagio familiare.

Alla base dell’offensiva del Comune, la necessità di recuperare mancati pagamenti degli ultimi cinque anni: circa 90mila euro.
Nei prossimi giorni, le famiglie morose riceveranno una lettera con l’invito bonario del Comune a saldare i conti sui buoni pasto evasi. E coloro che non lo faranno, da venerdì 15 non potranno più usufruire della mensa. “E’ un malcostume che vogliamo fermare: per questo – spiega il sindaco Loris Figoli – tutti coloro che hanno deciso di non pagare, pur avendo usufruito regolarmente della mensa, non accederanno più al servizio e saranno tenuti a dotare i figli di pranzo al sacco”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

2 Comments

  1. Michele says:

    “A mantenere la mia ‘famigghia’ ci deve pensare ‘u statu’. Capito? Per i miei dieci ‘figghii’ ‘vogghiu’ tutto gratis…, mensa compresa. Oh, ‘scussate’, mi stanno chiamando sul mio ‘sammesunghe’ ultimo modello.”

  2. luigi bandiera says:

    Se certi non pagano la mensa, e possiamo immaginare chi sono, chi ci paghera’ le pensioni..??
    Domando ne’…

    Salam

Leave a Comment