Non ha offeso Napolitano, non luogo a procedere per Lancini

 di REDAZIONE

Lo ha stabilito il gip del tribunale di Brescia Francesco Nappo che ha firmato una sentenza di non luogo a procedere perchè «il fatto non costituisce reato». Lancini era stato accusato di vilipendio al Capo dello Stato per una lettera inviata nel gennaio del 2012 ai suoi concittadini con la quale il sindaco criticava la decisione di Napolitano di conferire l’onorificenza di Cavaliere della Repubblica all’imprenditore di Erbusco che nel 2010 aveva pagato la mensa scolastica per le famiglie morose nei confronti dell’amministrazione comunale di Adro. Il sindaco adrense Oscar Lancini era già stato al centro di polemiche per aver tappezzato di sole delle Alpi, simbolo della Lega, il polo scolastico di Adro inaugurato nel 2010.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

4 Comments

  1. L'incensurato says:

    Nappo eh? Van bene per pulirsi le sentenze di quella feccia li. Padania LIBERA

  2. Marco Green says:

    Attenzione: da quanto scrive il Giornale di Brescia il gip che ha disposto il non luogo a procedere (rispetto alla richiesta del PM Roberta Panico) non è stato Francesco Nappo ma Cesare Bonamartini.

    Francesco Nappo è quello che il 18 settembre ha fatto arrestare il Sindaco di Montichiari Elena Zanola (finalmente liberata, dal tribunale del riesame, giovedì) e che, fosse per lui, sarebbe ancora ai domiciliari.

    Ah, nel frattempo, mentre il sindaco era stato neutralizzato, alla Gedit hanno cominciato ad arrivare anche i rifiuti speciali di Roma, ma per fortuna in questo caso la regione ha “battuto un colpo” (sempre senza alzare troppo la voce, ci mancherebbe; e pensare che una volta su questi temi la Lega ne faceva una questine di principio e minacciava barricate…).

    http://brescia.corriere.it/brescia/notizie/cronaca/13_ottobre_04/brescia-rifiuti-roma-3c7b8c68-2cd8-11e3-bdb2-af0e27e54db3.shtml

    http://www.bresciaoggi.it/stories/dalla_home/572138_rifiuti_sospetti_dalla_capitale_bloccati_due_tir_a_vighizzolo/

    Riporto di seguito il comunicato che la Zanola ha diramato il giorno della sua liberazione.

    ————————————————-

    Questa drammatica vicenda mi ha profondamente ferita cancellando, in un attimo, l’onorabilità che ho costruito in ogni istante della mia vita.
    Sono quindi pienamente soddisfatta della revoca di un provvedimento che ho vissuto come profondamente ingiusto, e fiduciosa del fatto che la Magistratura saprà riconoscere la mia totale estraneità rispetto ai fatti che mi sono stati contestati, restituendomi appieno la mia dignità di cittadina e Sindaco del Comune di Montichiari.
    Ringrazio la mia famiglia e tutte le persone che mi vogliono bene, la mia Giunta, i miei Consiglieri, tutti i Dipendenti comunali e delle Aziende del Comune.
    Ringrazio i cittadini per il sostegno straordinario che mi hanno offerto.
    Ringrazio i miei Sacerdoti per le preghiere quotidiane.
    Ringrazio tutti i giornalisti Tv e della carta stampata per avermi quotidianamente scaldato il cuore con la solidarietà ed il sostegno di centinaia di persone.
    Ringrazio l’Avv. Patrizia Zanetti, l’avv. Pierina Buffoli e l’Avv. Andrea Mina per avermi dedicato intere e lunghe
    giornate di lavoro.

    ELENA ZANOLA
    Onorata di essere Sindaco di Montichiari

    ————————————————-

    http://www.lindipendenzanuova.com/caso-montichiari-la-lega-faccia-casino-contro-le-prepotenze-tricolori/

  3. ugo says:

    grande Lancini ,ha subìto per anni attacchi dai sinistri senza mai cedere .

  4. luigi bandiera says:

    Mi fa piacere ricevere questa info specie per lui.

    Speso i nordisti no vol dir par ofendar, ansi, i vol soeo vivar in paxe ko tuti ma de esar asai in paxe: i ga da ndar a laorar..!

    Ma ea poidega xe sporkada da omani sporki, parke’, ea, ea poidega, no saria sporka dato ke vol dir seliar e no barufar.

    Dognimodo xe ben kuel ke finise ben.

    PSM

Leave a Comment