Noi stiamo col capotreno licenziato da Trenord (presieduta dalla Lega) per aver reagito al senegalese senza biglietto

FERROVIEdi ROBERTO BERNARDELLI – Anche noi stiamo col capotreno licenziato per aver reagito al senegalese senza titolo di viaggio su Trenord. Il mondo reale separa quello degli enti presieduti da chi arriva a decidere e comandare per meriti politici. Persino i sindacati di sinistra insorgono e raccolgono firme a valanga sul territorio. Ma Trenord non è controllata dalla Lega? Forse l’unico Nord rimasto era quello delle ferrovie. Gestite in stile romano buonista? Vietato sindacare a chi ci prende per i fondelli e viaggia con arroganza gratis sulla nostra rete? Se reagisci e alzi la voce, al posto di chi tace, sei licenziato. Massì, una bella lezione a chi difende l’identità di un’azienda.

http://www.laprovinciacr.it/news/cronaca/186311/capotreno-licenziato-presidio-e-folla-in-via-mantova.html

http://www.laprovinciacr.it/video/cremona-e-il-cremonese/186310/video-presidio-e-raccolta-firme-a-favore-del-capotreno-licenziato-da-trenord.html

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Paolo says:

    Sembra una barzelletta, ma con una classe dirigente così non lamentiamoci se dietro di noi abbiamo (forse) solo la Grecia!

Leave a Comment