Nigeria: un altro kamikaze ferisce tre cristiani in una chiesa

di REDAZIONE

Ancora un attentato nel nord musulmano della Nigeria ai danni di cristiani. Un kamikaze si e’ fatto saltare in aria davanti alla chiesa cattolica di San Giovanni a Bauchi, capoluogo dell’omonimo stato federale della Nigeria settentrionale: e’ morto l’attentatore e ci sono stati tre feriti. Lo ha detto all’Agi Yushau Shuaib, portavoce dell’Agenzia nazionale per la gestione delle emergenze umanitarie (Nema). La zona adiacente alla chiesa e’ stata circondata dalla forze dell’ordine nigeriane.

Non ci sono ancora rivendicazioni per questo ennesimo attentato nel nord del Paese ma i sospetti degli inquirenti si concentrano su Boko Haram, gruppo terroristico collegato ad al Qaeda nel Maghreb islamico (Aqmi). Nei giorni scorsi le autorita’ nigeriane hanno arrestato decine di terroristi, tra cui alcuni membri di primo piano del gruppo, e ucciso, tra gli altri, il portavoce di Boko Haram, noto con lo pseudonimo di Abu Qaqa. La maggior parte degli arresti e’ stata compiuta nello stato settentrionale di Yobe, dove e’ in vigore un coprifuoco di 24 ore e dove il governo ha spedito altri due battaglioni dell’esercito per cercare di tenere sotto controllo una situazione sempre piu’ tesa.

Anche a seguito dell’ondata di indignazione contro la diffusione del film considerato blasfemo e della pubblicazione delle vignette ritenute offensive della sacralita’ del profeta Maometto. Ieri a Kano, la principale metropoli del settentrione, decine di migliaia di musulmani sono scese in piazza bruciando bandiere di Stati Uniti e Israele e gridando “morte agli Usa, morte a Israele” (Agi).

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment