Neve a Roma. Arrighini, Grande Nord: senza vera autonomia, Lombardia trascinata a fondo da inefficienza stato romanocentrico

trenitalia_c

 «Senza l’autonomia nella gestione delle risorse e un vero federalismo, la Lombardia rischia di ridursi come Roma, una vergogna infinita, la Capitale di uno dei Paesi più industrializzati del mondo che va completamente in tilt per pochi centimetri di neve». Così Giulio Arrighini, candidato alla presidenza di Regione Lombardia per Grande Nord, a proposito dei disagi causati a Roma dalla neve.

«Quanto successo a Roma è emblematico del fallimento dello Stato romanocentrico, la cui inefficienza tocca livelli da terzo mondo, basti pensare ai ritardi monstre sulle linee ferroviarie di RFI, quella della tanto decantata “cura del ferro” del ministro dei trasporti Graziano Delrio – sostiene Arrighini – una Capitale da sempre sovvenzionata con i soldi dei contribuenti del Nord, depredata dai professionisti della politica dei partiti, fino al colpo di grazia della clamorosa incapacità di governarla del Movimento Cinque Stelle, ormai è finita in una spirale di continui e sempre più imbarazzanti scandali. Ma attenzione, se il Nord continuerà a dare fiducia ai partiti romani che insistono nel drenare soldi dei contribuenti del Nord per alimentare il rubinetto senza sosta degli sprechi della Capitale, il rischio di essere trascinati a fondo è concreto. Senza una vera autonomia, non la bufala di Maroni, e senza uno Stato federale che consenta al Nord di mantenere le proprie risorse sul territorio, per la Lombardia il futuro è segnato, e sarà sempre più simile alle vergogne continue delle inefficienze dello Stato romanocentrico».

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment