Nessun prelievo forzoso sui conti correnti. Se lo dice il Tesoro…!

da ALTRE FONTI

Il costo dei conti correnti in Italia é ancora troppo alto con una media annua che, nel 2012, si éattestata sui 300 euro. E’ quanto risulta da un’indagine di Adusbef e Federconsumatori che hanno preso in esame dati delle 10 maggiori banche italiane (Unicredit, Intesa San Paolo, Bnl, Mps, Banca Popolare, Carige, Popolare di Milano, Banca Sella, Popolare di Vicenza, Credem),esaminando, tassi, costi, spese e condizioni con l’ISC, l’Indicatore sintetico di costo. Secondo quanto risulta dall’indagine Adsubef e Federconsumatori il monitoraggio sulle 10 principali banche, attesta che il costo medio di gestione di un conto corrente con “profilo a bassa operatività”, varia dai 238,35 euro della BNL ai 337,18 di Unicredit; dai 273,20 di Intesa San Paolo,ai 438,70 della Banca Popolare di Vicenza, con una media ponderata ISC pari a 320,5 euro.

Cifre,dicono le associazioni dei consumatori decisamente maggiori a quelle indicati da Bankitalia, secondo cui i costi dei conti correnti sarebbero in calo. In base all’indagine, pagare una bolletta costa fino a 4 euro (BNL), per un bonifico 5 euro (Popolare Vicenza), saldare la rata Imu arriva a costare 10 euro (MPS), saldare una rata di fitto 5 euro (Unicredit), sconfinare sul conto costa il 20% al Banco Popolare; gli interessi sulle somme depositate sono pari allo 0,010 BNL, Unicredit, Intesa San Paolo; Popolare di Vicenza, l’istruttoria veloce costa 50 euro alla Carige ed Unicredit; 40 euro alla Popolare di Milano,30 euro al Banco Popolare. Prelievi Bancomat da sportello di altra banca: in media è applicato un costo di 2 euro.

La spesa massima è imposta da Banca Popolare di Vicenza con 2,20 euro; la minima da Banca Sella con 1,81 euro. Unicredit non impone spese se non ha agenzie nel comune dove si effettua il prelievo. Bonifici: per i bonifici Italia con addebito in conto, il costo medio per bonifici presso altra banca, si aggira attorno ai 4,60 euro. La più costosa risulta essere Unicredit con 5,25 euro per bonifici, seguita da Banca Popolare di Milano e da Banca Polare di Vicenza (con 5 euro). La più economica risulta essere Banca Sella con 3,50 euro. Per bonifici presso stessa banca la più economica risulta essere il Credem con 2,37 euro.

TESORO: NESSUN PRELIEVO FORZOSO SUI CONTI – Sono ”destituite di ogni fondamento le ipotesi riportate su alcune testate giornalistiche relative a prelievi su conti correnti e depositi bancari”. E’quanto fanno sapere fonti del ministero dell’Economia rispondendo all’ipotesi avanzata da un quotidiano e rimbalzata sui social media.

Non e’ la prima volta che il ministro dell’Economia, Fabrizio Saccomanni, insediato da meno di 2 mesi e’ costretto a smentire. Un’ipotesi quella gia’ circolata qualche settimana fa sui siti internet, oggi rilanciata dalle colonne di ‘Libero’ da Maurizio Belpietro che scrive: ”Quando il Paese sara’ cotto al puntino da essere servito in tavola, ecco arrivare la madre di tutte le soluzioni, ovvero l’arma letale per il ceto medio, vale a dire il prelievo forzoso sui conti correnti”. Ipotesi che secondo il Tesoro e’ appunto ”destituita di fondamento”.

da www.ansa.it

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

11 Comments

  1. massimo trevia says:

    dimenticavo…c’è un bel rottweiler incorporato!!!!nel materasso!

  2. Barbara Benini says:

    Così vengono in casa a cercare nei materassi come succede ultimamente…accento Dell est incappucciati e armati…picchiano e si fanno aprire la cassaforte
    …e io pago!

  3. Barbara Benini says:

    A parte gli scherzi ciascuno apra una cc all estero decida lui …Austria svizzera Slovenia Croazia Spagna America… dove gli pare …ma fuori dall Italia.

  4. Dan says:

    Non faranno il prelievo forzoso DAI conti correnti: PRELEVERANNO DIRETTAMENTE i conti correnti.

    • Barbara Benini says:

      Vero. Un giorno sti ladri ti dicono che vengono bloccati tutti i soldi in banca, servono come garanzia all Europa e non si può più prelevare …
      Se te lo dicono lo hanno già fatto

  5. Kristian says:

    Letta attuerà nottetempo il prelievo sui risparmi degli italiani…..poco ma sicuro.
    L’articolo dimentica di menzionare la disperazione economica-finanziaria che questo Governo dei partiti deve gestire.
    La risolveranno alla solita maniera: calpestando e impoverendo gli italiani.
    Dopo di chè faranno la solita manfrina della caduta del Governo, del Rimpasto, del nuovo Presidente della Repubblica….
    Insomma si ritireranno dietro le quinte del potere dopo averne organizzato anche “il rinnovamento”, magari un Renzi o un figuro pronto a recitare la parte, il quale teatralmente si presenterà alla ribalta e verrà venduto da tutti i media nazionali come traghettatore per una nuova Italia.
    Resta solo una domanda…
    Di che materia sono composti i partiti, lo Stato e chi li comanda?
    Fintanto che gli italiani non avranno coscienza di questo, Letta & Co. prospereranno e si riprodurranno senza limiti.

    • Dan says:

      “Letta attuerà nottetempo il prelievo sui risparmi degli italiani…..poco ma sicuro.”

      Poco ma sicuro che qualunque sarà l’orario del furtarello, nessuno scatterà per ottenere giustizia

      • Barbara Benini says:

        Quando al telegiornale daranno la notizia dell avvenuto prelievo forzato e di fatto si sono “trattenuti” un x% dei tuoi soldi per pagare i loro vizi.
        Temo che non sia tra molto considerando che il debito aumenta e lo spread si allarga.
        Teniamoci forti e pronti.

      • Bortolo Manin says:

        Stavolta non ne sarei così sicuro.

  6. massimo trevia says:

    comprate i miei materassi-cassaforte blindati!
    prezzo modico e qualità imbattibile!

Leave a Comment