‘Ndrangheta: eseguiti 37 arresti in Lombardia, tra Seregno e Giussano

di MARCO STRADA

L’infiltrazione mafiosa al Nord continua ad essere una piaga socio-economica di enorme rilevanza. I carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Milano hanno eseguito all’alba di questa mattina un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa su richiesta della Dda milanese nei confronti di 37 presunti ‘ndranghetisti indagati per associazione mafiosa, porto e detenzione illegale di armi, e usura ed estorsione aggravati dalle finalità mafiose. Undici indagati si trovavano già in carcere mentre altri 26 sono stati arrestati questa mattina.

Il blitz di oggi è l’onda lunga della maxi operazione “Crimine-Infinito” del 13 luglio 2010 coordinata dalle Direzioni distrettuali antimafia di Milano e Reggio Calabria contro le cosche calabresi attive principalmente in Lombardia. L’operazione di oggi avrebbe smantellato definitivamente le propagini delle famiglie calabresi presenti a Seregno e Giussano. Un contributo determinante alle indagini è arrivato dalle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia Antonino Belnome e Michael Panajia, responsabili, tra l’altro, dell’omicidio di Carmelo Novella, boss della ‘ndrangheta in Lombardia.

Ulteriori conferme alle indagini dei carabinieri sono arrivate anche dal “pentito” Saverio Cappello.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment