Napolitano: riprendere il federalismo fiscale. E lo dice ai prefetti!

di TONTOLO

Cari amici, io non ce la faccio più e tra un po’ scoppio, e finirò per andarmene da questo paese di cacca. Ma prima di farlo vorrei togliermi qualche soddisfazione, insomma far brillare nell’aria qualche bel fuoco artificiale. Chi mi vuol capire, mi capirà di sicuro. Leggete questo lancio di agenzia:

Non ci sono soltanto le nuove riforme da varare in campo economico, sociale ed istituzionale. Ci sono anche delle verifiche da fare su modifiche gia’ apportate alla Costituzione. Ne e’ convinto il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, che, intervenendo alla conferenza dei prefetti, ha sottolineato, come sia necessario “fare il punto sullo stato di attuazione del federalismo fiscale, rimasto in qualche modo sospeso, e su prospettive piu’ ampie di riassetto dello Stato in una logica non di negazione di fondamentali istanze decentratrici e autonomistiche, ma di verifica delle contraddizioni insorte dopo l’approvazione, nel 2001, della riforma del Titolo V della Costituzione”. Inoltre, secondo il capo dello Stato, occorre “fare il punto sulla gestione dei fenomeni dell’immigrazione e dell’asilo, alla luce dell’esperienza piu’ recente, anche su scala europea, quanto da considerare con attenzione i limiti della nostra legislazione e prassi in materia di cittadinanza”.

Avete capito? Tornano a riprenderci per i fondelli e scommetto che tanti padani ci ricascheranno. Adesso che sentono farsi drammatica e molto nervosa l’aria in alcune zone del Paese, ritirano fuori dalla naftalina dove li avevano seppelliti temi come il federalismo fiscale e le istanze decentratrici e autonomistiche. E il tutto il nostro “Napo orso capo” dove lo fa? Alla “CONFERENZA DEI PREFETTI”… Non ho parole, è un’eterna presa per i fondelli. Il povero Einaudi si rivolta nella tomba. E scommetto che i parlamentari leghisti andranno pure a baciargli il didietro per tanta benevolenza…

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

6 Comments

  1. fabio ghidotti says:

    Napolitano!!! Non è la riforma del Titolo V che ha contraddizioni, siete voi italiani incalliti che non riuscite a digerirla!
    Soluzione: promuovete l’art. 114 (commi 1 e 2) e l’art. 117 (comma 1) tra i principi fondamentali, al posto di quell’assurdo e datato art. 5!
    Chi è contrario, la smetta di parlare di federalismo con qualunque aggettivo, perchè è un impostore!

  2. Raoul says:

    Non al di dietro il bacio devono farlo ma alla pantofola(come era etichetta per gli ambasciatori ricevuti al divano del sultano di Istanbul )

  3. Miki says:

    E dopo averlo preso, ridurlo come Cucchi

  4. Unione Cisalpina says:

    Napoletano, Al.fano, Prefetti …

    tutti pelasgici ke decidono e diskutono del modo di fotterci meglio… l’infame federaglismo fiskale del boss/kalderolo …

    ke vergogna ! … ed i nostri tutti zitti a guardare kuella kompassata di kolonialisti italiani, nostri oppressori, in kongrega pubblika…
    anzi, zitti no… il Zaia ke fa rikorsdo a kuesti e kliede a loro di far giustizia sui risparmi fatti dai nostri bambini, x gli asili, implorando elemosina affinkè lascino sul Territorio kuegli spiccioli risparmiati e non li konvoglino nel kalderone x beneficiare ankòra lo spreko e dissipazione merdionale …

    ma vi rendete konto!? … kuanta inkongruenza ed ingiustizie patiamo a kausa dei nostri oppresori roman_italici romanisti ed imbelli nostri governanti cisalpini !?

  5. lory says:

    quel vecchio ha vissuto tutta la vita alla grande,mantenuto da noi fessi.

    • indieahn says:

      esatto e noi ….. bla-bla fino all’estinzione fisica perchè quella identitaria culturale e cosa fatta archiviata da tempo !!

Reply to Miki Cancel Reply