PER FAR LA SECESSIONE BASTA DICHIARARSI EVASORI FISCALI

di TONTOLO

La mamma degli scemi, me lo diceva mio nonno Sandrù, è sempre incinta. In Italia, volendo parafrasare, la mamma dei parassiti (quelli che vivono sulle spalle degli altri, e molto spesso, da sempre) fa parti gemellari.

Ieri, il “gran visir” della Napolitania ha parlato: “Chi evade le tasse non merita di essere italiano”. Scroscio di applausi, salamelecchi, spellamento di mani e inchini a go-go. Il segretario confederale della Uil (altro elemento che vive alle spalle dei contribuenti) ha buttato il cuore oltre l’ostacolo: “Le parole del Capo dello Stato, sugli evasori fiscali, andrebbero scolpite in tutte le scuole del paese per ribadire il fondamento della cittadinanza repubblicana e della convivenza democratica”. Pierluigi Bersani – di cui manco si conosce l’esistenza del libretto di lavoro – ha detto la sua di corsa: “Gli evasori devono vergognarsi dieci volte. Si guardino intorno, guardino i problemi dei cittadini, dei precari e del Paese, si mettano una mano sulla coscienza in attesa che arrivi la finanza”. Peccato non abbia esternato l’ex magistrato Bruno Tinti, ma già da oggi attendiamo nuove prese di posizione di tanti altri orgogliosi italiani.

Quelli di cui sopra, sono alcuni italiani tipo, di quelli che rappresentano le peggio caste di questo sgarrupato stivale. Non ce n’è uno che sia degno di essere ricordato per aver prodotto qualcosa di buono, per aver fatto qualcosa di produttivo. C’è chi faceva la cresta sui rimborsi mentre viaggiava, andata e ritorno, parlamento europeo, c’è chi ha nel partito tesorieri dello stampo di Lusi, c’è chi ha tra le sue fila tangentari da leccarsi le orecchie, per dirla alla Greggio dei bei tempi del “Drive-in”.

Ad ogni buon conto, tutti gli indipendentisti in circolazione, ieri, hanno esultato, stappando champagne (comprato rigorosamente in nero). Anzi, da ieri sanno che non serve inventarsi referendum per l’autodeterminazione, o chissà quale altro marchingeno costituzional-politico, per secedere dall’Italia. Basta dichiarasi evasore fiscale, inviare una richiesta in carta da bollo al Quirinale, e inserire in oggetto quanto segue: SIGNOR NAPOLITANO, DA OGGI  PRETENDO DI NON ESSERE ANNOVERATO FRA GLI ITALIANI. HO CHIESTO ASILO ALLA SVIZZERA E PAGHERO’ LE TASSE IN QUEL PAESE.

Sa una cosa signor presidente? Io sono Tontolo, ma soprattutto – quando osservo quelli come lei – ho la consapevolezza di non essermi mai sentito italiano. E ringrazio il cielo che da oggi, grazie alle sue esternazioni, posso ufficialmente vantarmene!

 

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

23 Comments

  1. palermo says:

    Signori (mi rivolgo a tutti quelli che siete andati a votare per tutti questi anni) avete votato a destra poi come una macchina impazzita siete andati a centro per poi finire a sinistra e adesso non rimane che lo schianto ,la distruzione contro il muro della vostra minchietudine distruttiva .Se ci fosse stato un dittatore al potere si potrebbe capire, ma per tutte le fogne,questi governanti li avete scelto voi .Vi siete lasciati ingannare come un esercito di rincoglioniti da questi cialtroni di ladri e assassini Forse vi faceva comodo, con il vostro leccare sperevate in qualche promessa .Siete dei collusi ,si collusi con quelli che vi hanno improgliato e messo nel sacco Ma dove avevate la testa? Chi semina vento raccoglie tempesta:cosi un saggio scrisse Vi siete come stupidi fatti ingannare, e ora e troppo tardi ,la tempesta e arrivata .I tiranni li avete scelti voi e purtroppo pagheremo pure tutti quelli che come me se ne erano accorti e hanno smesso di andare a votare,pagano tutti quelli che come hanno lavorato 12,13 ore al giorno eche con fatica si sono fatti qualcosa per affrontare se Dio vuole il resto della vita senza dover chiedere niente a nessuno La regola per scegliere un governante deve essere l onestà non l avere una buona lingua che sa dire tante minchiate ingannatorie ma a voi piacciono quelli che sanno cantare non le persone oneste. Ma poi dico dove avete lasciato il cervello quando siete nati, nel buco della vagina di vostra madre ?Non capite che quando uno si propone e si va avanti per occupare un posto di potere ha senza ombra di dubbio propositi maldestri? Deve essere la gente a scegliere e sopratutto a proporre in base a onestà e alla capacità di dirigere avendo nelle intezioni il servire il popolo non essere serviti .Questi che avete scelto si servono dei nostri sacrifici si aumentano la paga quando vogliono e prendono quello che vogliono, sono dei ladri di sangue ,parassiti,sanguesughe Ma poi dico,non hanno coscienza stanno spogliando il popolo e loro non rinunciano a niente a nessun privilegio e qualcosa di veramente ripugnante.Ripugnanti sono le loro facce quando appariscono in publico e in televisione, non si vergognano di nulla Ma devono stare attenti perche quando arriverà la tempesta potrebbero fare la fine di Mussolini .La conseguenza dell ingiustizia si chiama odio e l odio potrebbe partorire la violenza Attenti signori disonorati onorevoli. Perchè questo non dovete farlo succedere ,ascoltate vi prego il grido della saggezza
    Quindi signori sappiate che se andate a votare ,sarete paragonati a colui che volontariamente si fa sfilare il proprio portafoglio da questi ladri ,e loro prenderanno il denaro per il loro abominevole stipendio e per finanziare i loro orribili club partiti.SIETE DACCORDO? Se siete daccordo andate avotare
    saluti
    viva l onestà
    un Siciliano

    • Nicola Job says:

      Senti amico Palermo, siciliano (e come poteva essere altrimenti) i tuoi ragionamenti valgono per chi crede ancora nell’Italia. A noi Veneti questi argomenti non iteressano più, siamo andati avanti e desideriamo andare per la nostra strada nel nostro stato Veneto. Ciao

      • palermo says:

        Senti amico a me non me ne fotte una minghia dell Italia del tuo veneto della mia sicilia e pure della republica delle banane ,capito? Io non sono razzista per me le persone sono buone o cattive ,non importa se sono di pelle scura o bianche o se vengono dalla luna ,l importante che sono persone per bene ,oneste .IO ho lavorato sempre onestamente e tu sicuramente te lo puoi pure sognare Sono piu derubato di te . I corrotti di qualsiasi posto vengono mi fanno schifo .Comungue tu non sei migliore di quei corrotti,perche per come mi hai risposto sei razzista (adolf e il tuo modello che imiti?).Mi hai giudicato senza che mi conosci? Sbagli amico uno che si sente migliore non può rispondere in modo offensivo come hai fatto tu
        Se giudichi in questo modo le persone vicine a te sicuramente devi stare attento, vai contro i tuoi stessi interessi CIao amico veneto. E ricorda che chi odia ,odia se stesso, perche semina violenza

        • floriano says:

          CARO PALERMO IL NICOLA QUI SOPRA VOLEVA SOLO FARTI SOLO CAPIRE CHE LUI COME VENETO SI SENTE OCCUPATO E SCHIAVIZZATO DA QUESTI POLITICI ITALICI E INFAMI E CREDO NON LI ABBIA MAI VOTATI, PROPRIO COME TE, IL REGNO DELLE DUE SICILIE TI DICONO QUALCOSA??

          VEDI IL DIVARIO CHE L’INFAME STATO ITALICO HA PROVOCATO IN QUESTI INUTILI 150ANNI’
          CI HA MOSSI UNO CONTRO L’ALTRO SOLAMENTE PER IL LORO MALAFFARE.

          W SAN MARCO E L’AUTODETERMINAZIONE DEI POPOLI PER L’INDIPENDENZA.

        • FL says:

          Falla finita col mito dell’ONESTÀ, ricorda sempre la massima mai smentita:
          «chi è senza peccato scagli la prima pietra»
          e ricorda che bisogna credere prima alle IDEE, gli uomini sono solo strumenti per realizzarle, per cui niente uomini della provvidenza, integerrimi ed onesti 🙁 che non esistono!

    • luigi bandiera says:

      Caro Palermo la massa e’ come quei banchi di pesci che osservati da sott’acqua li vedi che sbandano o a destra o a sinistra dell’osservatore cambiando colore…
      La tinta cambia repentinamente e va dall’argento vivo al nero.

      Per farli cambiare direzione ci vuole relativamente molto poco. Come del resto lo storno di uccelli. Basta uno scoppio o un batimano.

      Oggi con i mass media che hanno e che sono potentissimi li lavorano come vogliono sti storni e i pesci sono pescati in grande quantita’ con poca rete stesa.

      E il brutto e’ che nella rete ci vanno anche la stragrandissima maggioranza degli allorati che, invece, dovrebbero essere i primi a dare l’allarme. Anzi. fanno da pulpitanti a pro pesca.

      Il motivo c’e’ (sempre c’e’ una motivazione nell’azione o reazione di un individuo) e lo si nota bene in TV.
      Eh, beh. Lavorare in fabbrica o nei campi l’e’ dura. In miniera ancora peggio.

      SIM SALA BIM

      Ah, o SECESSIONE O MORTE..!!

      Amen

  2. Dan says:

    Non capisco: perchè si perde tempo ad ironizzare e non si organizza una vera e concreta rivolta fiscale ?
    A quelli là mica gli frega qualcosa di come ci sentiamo: vogliono solo i nostri soldi ed il nostro lavoro.
    E’ nostro dovere non cedere gli uni e gli altri: fare muro, respingerli, disintegrare questo paese farlocco nei fatti e non solo nei proclami.

  3. roberto Job says:

    Vi lascio questo inteessante link DA VEDERE, forza Angelo che ce la fai, FORZA NAPOLITANO http://angeloxg1.wordpress.com/

  4. luigi bandiera says:

    Vedi mo carissimo Tontolo,

    a curare gli interessi dei poveri “CRISTI”, se notiamo, sono sempre i grandi RICCHI..! Poi se sono sapienti non importa.

    Ecco perche’ servono due camere e due partiti del tipo:

    Camera alta

    Camera bassa

    Quindi patito degli alti e partito dei bassi.

    Adesso te lo spiego perche’.

    Non prendo come esempio la piramide, ma la scala a pioli.

    Oggi i partiti sono come una scala messa in orizzontale. Tutti i pioli sono messi allo stesso livello. Pero’ con la scala messa cosi’ ne si sale e ne si scende. Non si nota chi e’ il piu’ alto o potente e il piu’ basso o debole.

    Ma sappiamo pero’ che i pioli non sono tutti uguali perche’ esempio, il piolo Silvio non puo’ essere paragonato al piolo Bitonci.

    Sembrano tutti kompagni e anche di peso uguale ma e’ in effetti un IMBROGLIO non essendo cosi’.

    Chi pesa di piu’ in quella scala figura di essere a pari peso di tutti gli altri, ma invece non e’ cosi’. Molti sono in subordine e al capo partito e al capo gruppo e insomma ai capi.

    Per il popollo va bene anche raccontargliela cosi’ che tanto nel sonno lo si puo’ imbrogliare tranquillamente.

    Quindi e per onesta’ la scala va messa in VERTICALE e solo allora tutti capiranno chi sale e chi scende. Chi e’ piu’ importante e chi e’ la CENERENTOLA del potere e, a colpo d’occhio.

    Se consideriamo la massa ignorante (purtroppo per sua natura lo e’) metti la scala in ORIZZONTALE o mettila in VERTICALE cambia niente.

    Ma questo succede anche perche’ non fanno nulla per far che la massa diventi leggermente frizzante, non so, consapevole dei rischi che corre se per esempio vota male.

    Eppoi, la scala in verticale RISPECCHIA VERAMENTE LA SOCIETA’. Quindi rispecchia la RAPPRESENTATIVITA’..!

    Fara’ si che anche i rappresentanti BASSI, dei pioli nel basso, saranno piu’ motivati nel tentativo di imporre agli ALTI le loro volonta’.

    Vedranno se gli ALTI sono onesti dato che solo loro COMANDERANNO..!!

    Li controlleranno meglio.

    E ma se ne possono dire fino al dopo la fine del mondo..!

    Che ne pensi..??

    La buttiamo a ridere o nel cesso o nel progetto futuro prossimo..??

    Abbiamo visto che la democrazia con la scala orizzontale ha fallito. Proviamo con la scala messa in verticale kax.
    Cioe’ dare una vera gerarchia al potere. PALESE.

    Altrimenti NESSUNO SARA’ RESPONSABILE DI NULLA… son tutti colpevoli o tutti innocenti con la scala li’ messa in orizzontale..!

    Altrimenti, non ci rimane che tornare come un tempo, in TRIBU’. Proprio per controllare meglio la CASSA E LA CASA NOSTRA..!

    SVOBODA

  5. luigi bandiera says:

    Caro Tontolo, ma che belle parole…. direbbe Rispoli.

    Dal tuo disk:

    “Le parole del Capo dello Stato, sugli evasori fiscali, andrebbero scolpite in tutte le scuole del paese per ribadire il fondamento della cittadinanza repubblicana e della convivenza democratica”.

    Eh che KAX: basta chiamare il sindaco leghista Lancini (quello dei soli delle alpi) e con poco si risolve la questione..!!

    O no..??

    Saluiti

    Ah, era Lancini no..?

  6. massa critica says:

    Concordo. E’ ora di alzarsi in piedi.

  7. Pao says:

    Questo anziano signore vive da Gran Visir con uno stuolo di cuochi, giardinieri, governanti e funzionari ecc che neanche Sua Maestà l’Imperatore del Giappone o la Regina Elisabetta…..e si permette di parlare in quel modo?
    Egli non ci ha ancora detto a che cosa ha rinunciato, in questi tempi di magra, sempre che abbia rinunciato a qualche prebenda, visto che va predicando il rigore a noi sudditi. Ma veramente ci sta dicendo di mangiare le briosches quando é finita anche la più piccola briciola di pane? Liberté, Egalité, Fraternité!

  8. Giacomo says:

    Che bel tricolorone che ha tosi! Gli sta divinamente. Dovrebbe decorarlo con dei fascetti littori, e poi lui e napo ex stalinista capo sarebbero perfetti fratellini.

    Lega Nord, il nuovo che sversa!

  9. Trasea Peto says:

    Ero convinto di non essere italiano, non lo sono e non lo sarò mai. Pago controvoglia tutto, ma se a Napolitano serve una conferma della mia non-italianità mi impegnerò in questo senso.

  10. Roberto Fedeli says:

    Il primo parassitaitaliano http://www.youreporter.it/video_Rimborsopoli_a_Bruxelles_Napolitano_gonfia_i_conti_1 ma quanti sono gli italiani “devoti” al napoletanpensiero se gli stessi governanti evadono? http://www.linkiesta.it/blogs/accadde-domani/marco-travaglio-pizzica-de-bortoli-il-corsera-ha-nascosto-la-notizia-dell-evasi
    Lo stato capitanato dal primo parassita sta distruggendo tutti gli italiani che anche non volendo si ritrovano ad essere conformi, viva gli “stranieri” produttori in terra italica.
    Non amo la violenza, ma essendo violentato quotidianamente e preso per il culo da vecchi e nuovi parassiti non rimane che vendere cara la pelle e fermare in qualunque modo lecito ed illecito la causa dei crescenti problemi. Molti ancora non capiscono che l’apice della crisi ancora non è arrivato, non so quanta autonomia rimane con la depredazione crescente, sappiano lor signori che tutti i gesti estremi in questi mesi sono stati autodistruttivi, avete distrutto anche la psiche umana, il livello di rabbia nel veder depredato il frutto del proprio lavoro ha raggiunto livelli insostenibili. Scaricare la colpa su chi colpa non ha per il momento ha funzionato, voi avete tutti i media siete tutti coalizzati, remate tutti nello stesso verso, siete tutti dei ladri, dal primo all’ultimo nessuno escluso. E’ arrivato il momento di guardare il mondo reale, la rabbia per il momento rimane dentro, la consapevolezza di subire il furto almeno in rete o per le vie è reale, potete fare tutti i proclami che volete, il mondo reale tra poco si rivolterà violentemente contro di voi, è la strada che avete deciso di prendere, i vostri privilegi autovotati non vi serviranno.

  11. Mauro Cella says:

    Caro Tontolo, come ho già detto in passato io sono molto preoccupato. Per mascherare le proprie pochezze (ad esempio i professori della Bocconi che tirano fuori finanziarie che poteva fare un qualunque governo a guida DC/PSI), la casta regnante sta a tutti i costi cercando di mettere una parte dell’Italia contro l’altra. Dipendenti contro liberi professionisti, commercianti contro acquirenti, pensionati contro chi lavora… Magari sono io che mi preoccupo troppo e finirà nel nulla, ma la storia ci insegna che quando si fomenta volutamente l’invidia e il sospetto ci si mette poco ad arrivare all’odio ed addirittura alla violenza. E da lì non si sa mai come va a finire.
    Sotto la superficie di bonarietà e passività il nostro è fondamentalmente un paese molto diviso ed arrabbiato con tutti, innazitutto con sè stesso. Prima o poi questa rabbia dovrà trovare uno sfogo. Napolitano, che di violenza se ne intende (vedi le acclamazioni per l’Armata Rossa in Ungheria), si sta preparando come tutta la classe politica al momento in cui ci sarà l’esplosione. Meglio quindi deviarla verso gli “evasori” che verso i palazzi del potere.

    Per quanto riguarda la “migrazione fiscale”, nei prossimi due mesi avrò degli incontri per vedere cosa l’Austria ha da offrire. Le condizioni fiscali finora presentate sembrano molto vantaggiose (rispetto all’Italia non serve poi molto): restano da definire diversi dettagli.

    • marco says:

      cosa vuole dire migrazione fiscale? un mio amico siccome siamo vicini al confine sloveno, voleva portare la sua attività e residenza in slovenia, ma siccome i clienti li ha gran parte in italia, il fisco gli chiederebbe comunqe le tasse qui. sai dirmi qualcosa di più? grazie!

      • Leonardo says:

        No, non è così!

      • Mauro Cella says:

        “Migrazione fiscale” significa trasferimento completo in Austria. In base alla legge locale si viene considerati “residenti” se si risiede nel paese almeno 185 giorni l’anno e si pagano le tasse lì collo stesso regime dei locali. Quello che al momento voglio appurare è l’estensione degli accordi fiscali con l’Italia per l’impresa stessa, ma è per questo che ho bisogno della consulenza degli esperti che vedrò nei prossimi tempi.

  12. Fortebraccio says:

    Caro Tontolo non esiste una forma di indignazione che non ho già letto. BISOGNA PASSARE AI FATTI

  13. FL says:

    Basta non pagare l’IMU per essere dichiarato straniero di questo Stato ladro?
    Penso allora che il 18 giugno sarò finalmente Lombardo e non più italiano.

Leave a Comment