NAPOLITANO, L’EURO E LA CRESCITA ITALIANA

di REDAZIONE

«Ci auguriamo la coerenza e la determinazione necessaria perchè in Italia vadano avanti le riforme strutturali e le politiche di risanamento intraprese dal governo Monti». L’invito viene dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, che questa mattina a Varsavia ha aperto un forum economico. «Ho parlato di coerenza nei comportamento delle forze sociali e politiche – ha spiegato il presidente Napolitano subito dopo ai giornalisti – per portare avanti le politiche di risanamento e consolidamento che il governo ha avviato».

«Al prossimo Consiglio Europeo servono sforzi congiunti perchè sia un Vertice di svolta» nel quale si definisca «un impegno solidale per la difesa dell’euro e di sostegno ai Paesi che hanno maggiori problemi e un maggior peso di debito sovrano». È quanto chiede il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, dalla Polonia. Secondo il presidente Napolitano, che questa mattina a Varsavia è intervenuto ad un forum economico, «vanno energeticamente perseguite in questa fase politiche di consolidamento fiscale e di stabilità finanziaria». Le quali però, ha subito aggiunto, devono camminare insieme «a politiche di rilancio della crescita». Questi devono essere quindi, ha ribadito il capo dello Stato, gli obiettivi del prossimo Consiglio Europeo di fine giugno.

«L’invidiabile» crescita dell’economia polacca (paese non euro), che ha retto bene l’impatto della crisi globale, deve essere visto come «un obiettivo estremamente ambizioso per i paesi membri dell’eurozona». Lo ha indicato il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al termine della sua visita di due giorni in Polonia. Il capo dello Stato ha spiegato che tra Roma e Varsavia ci sono «unità di vedute» e «grande amicizia»: «la scelta dell’Italia di avere questi rapporti con la Polonia è una scelta strategica e lungimirante», ha osservato il Presidente.

 

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. gigi ragagnin says:

    il parassita numero uno.

Leave a Comment