NAPOLI, BLITZ DELLA FINANZA. 82% FUORI NORMA

di REDAZIONE

Intervento “in stile Cortina” della Guardia di Finanza a Napoli, che ha passato al setaccio negozi e mercati della città partenopea. Sono stati controllati 386 esercizi commerciali: in 317 si sono registrate irregolarita’. Quattro esercizi commerciali su cinque, ovvero l’82%, non rispettano la normativa fiscale.

Blitz anche nei mercati: in quello di Sant’Anna a Capuana su 50 ambulanti 40 erano privi del misuratore fiscale. La presenza dei finanzieri ha determinato una variazione media degli incassi del 133%, con un picco massimo del 985%.

La presenza dei finanzieri – si legge in una nota della Gdf – ha determinato una variazione media degli incassi del 133%, con un picco massimo del 985%. Nelle ore serali e notturne sono stati controllati 30 esercizi commerciali ubicati nelle zone della ‘movida’ (discopub, ristoranti, pizzerie etc.) dove sono stati intervistati 261 lavoratori, di cui 66 irregolari. Nei confronti di 5 esercizi sara’ avanzata proposta di sospensione dell’attivita’ per gravi irregolarita’ in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro. In materia di contraffazione marchi e tutela del Made in Italy sono stati sequestrati 2 depositi; 4.500 articoli contraffatti; 454.190 mt. di tessuti introdotti in contrabbando; 54.500 articoli e giocattoli privi dei requisiti di sicurezza; 10 macchinari industriali per la fabbricazione di scarpe; 1 cliche’ riportante il marchio ‘Hogan’ e 4,320 chili di tabacchi lavorati esteri, con conseguente denuncia all’Autorita’ Giudiziaria di17 soggetti.

La Lega: al Sud si evade più che al Nord, lo dicono i numeri – “Evasione a Napoli pari all’82%. Evasione a Milano del 33%. Questi dati dimostrano quello che la Lega ha sempre detto: la propensione all’evasione fiscale è maggiore al Mezzogiorno rispetto a quanto non lo sia al Nord. Almeno questo vale per la città di Napoli. Non a caso, le manovre del governo Monti puntano proprio a punire i padani e la Padania. Il premier dovrebbe far pagare i cittadini del Sud che evadono”. Con queste parole Francesco Speroni, capodelegazione del Carroccio al Parlamento europeo, interpellato da Affaritaliani.it, commenta il blitz della Gdf a Napoli.

FONTE ORIGINALE: http://affaritaliani.libero.it/cronache/fisco-napoli150212.html

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

4 Comments

  1. sciadurel says:

    pensavo anch’io peggio (tipo 99%) … forse qualcuno è stato avvisato per tempo

  2. Luca68 says:

    So che é una battuta facile e scontata, ma non resisto assolutamente e la devo dire… “quello che mi sorprende é che BEN il 18 per cento sia a norma…” 🙂

Leave a Comment