Musei aperti a Ferragosto!

"The remains of roman thermal baths in Pompei, the famous antique site near Naples in Italy."

“Quella di Ferragosto sarà una giornata di festa della cultura con i musei statali aperti tutto il giorno. Un’altra importante occasione per cittadini, famiglie e turisti di conoscere e visitare quello straordinario museo diffuso che è l’Italia”. Lo dice il ministro per i Beni Culturali e il Turismo, Dario Franceschini nel comunicare che anche quest’anno a Ferragosto si aprono ai visitatori le porte dei principali musei e dei luoghi della cultura. Un’apertura doppiamente significativa visto che quest’anno la festività ricorre di lunedì, consueto giorno di chiusura per gran parte dei luoghi della cultura nazionali.
E’ “un’altra importante dimostrazione della forza dell’offerta turistica del nostro paese” sottolinea Franceschini.
Coinvolti tutti i principali luoghi della cultura, dal Colosseo a Pompei agli Uffizi ma anche, solo per citarne alcuni, i resti dell’antica città italica nell’area archeologica di Alba Fucens a Massa d’Albe in Abruzzo, le opere di Carlo Levi al Museo Nazionale di Arte Medievale e Moderna della Basilicata a Matera, i Bronzi di Riace al Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, le tante domus riaperte agli Scavi di Pompei, gli affreschi apocalittici dell’Abbazia di Pomposa a Codigoro lungo l’antica strada Romea che conduceva i pellegrini dall’Europa centrale e orientale, la residenza asburgica del Castello di Miramare a Trieste, la più grande area archeologica d’Europa tra il Foro Romano e il Palatino, i capolavori di Van Dyck, Guercino e Tintoretto esposti nelle fastose sale del Museo di Palazzo Reale a Genova. E poi la residenza rinascimentale dei Gonzaga a Palazzo Ducale a Mantova, quella di Federico di Montefeltro a Urbino dove oggi ha sede il Museo Nazionale delle Marche, le rovine della capitale dei Sanniti a Pietrabbondante in Molise, i Musei Reali di Torino, il rinnovato allestimento del Museo Archeologico Nazionale di Taranto, le vestigia della colonia fenicia di Tharros nei pressi di Cabras, la straordinaria collezione degli Uffizi di Firenze, il sito longobardo riconosciuto dall’Unesco del Tempietto sul Clitunno in provincia di Perugia fino ai tesori della Galleria dell’Accademia di Venezia.
L’elenco completo dei musei aperti, gli orari e il costo dei biglietti sono consultabili sul sito www.beniculturali.it.

Print Friendly

Articoli Recenti

1 Commento

  1. luigi bandiera says:

    I musei non raccontano certo la storia d’italia… sarebbero delle bugie se cosi’ fosse.
    Ma si sa, su bugie e omissioni si basa tutto il racconto trikolorita.
    Quindi il nemico puo’ ben trarne delle logiche conclusioni valide per le sue nuove strategie.
    Sebbene sia bello visitarli e mostrarli al mondo sarebbe da chiuderli per non appunto agevolare il nemico che impara su tutto.
    Ha gia’ imparato come muoversi senza essere visto.
    Se impara dell’altro non so noi dove dovremmo andare.
    I barconi vengono soccorsi e i passeggeri salvati: il Titanic e i suoi passeggeri quando e chi lo soccorrera’..? SOS SOS SOS from TITANIChitalia AR K
    Kax di orchestra, continua a suonare per far credere che tutto va bene..!!
    Salam

Lascia un Commento