Muore un soldato: India e Pakistan ancora ai ferri corti

di REDAZIONE

L’esercito di Islamabad ha accusato Nuova Delhi di aver ucciso a colpi di arma da fuoco un militare pakistano nella regione di demarcazione del Kashmir che divide i due Paesi. ”Il soldato Havildar Mohyuddin – si legge in una nota – e’ stato ucciso dalle truppe indiane a Hotspring”. La notizia giunge all’indomani dell’intenso scambio di accuse tra le due potenze nucleari in seguito alla morte di due soldati indiani, i cui corpi sono stati rivenuti mutilati dalle autorita’ locali.

Il fatto, avvenuto nel fine settimana, aveva scatenato ieri un’ondata di reazioni diplomatiche, tanto da sollecitare l’India a convocare l’ambasciatore pakistano a Nuova Delhi a poche ore dall’attacco per presentare ”una forte protesta” del governo nazionale. Le relazioni fra i due Paesi, tradizionalmente nemici ed entrambi in possesso di armi atomiche, sono lentamente migliorate negli ultimi anni dopo la rottura del dialogo avvenuta in seguito agli attentati a Mumbai nel 2008, per i quali l’India accuso’ dei miliziani che avevano base in Pakistan, ma gli ultimi scontri potrebbero deteriorare il clima di apertura da parte dei due governi.

India e Pakistan in 65 anni di storia hanno combattuto tre guerre, di cui due proprio per il controllo del Kashmir, una regione montuosa che si snoda intorno alla Line of control, il confine non ufficiale e provvisorio reclamato da entrambi i Paesi.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

Leave a Comment