Breno: è nato il “Movimento Popoli Alpini Valle Camonica”

di RIKY PEDRETTI

Lunga e articolata conferenza stampa, ieri pomeriggio, presso la sede della Comunità Montana a Breno per presentare ai mass media la fondazione ufficiale del “Movimento dei popoli Alpini di Valle Camonica” che sarà ufficializzato con atto notarile sabato prossimo durante la giornata organizzata a Ponte di Legno e che è stata chiamata “Tappa Zero – popoli Alpini”.

Oltre al presidente della Comunità Montana e BIM di Valle Camonica Corrado Tomasi e portavoce del movimento, sono anche intervenuti i sindaci Vittorio Marniga di Edolo, Mario Bezzi di Ponte di Legno, Oscar Panigada di Pisogne e Sando Farisoglio di Breno con la presenza di Alessando Bonomelli. Dai presenti è stata ribadita la volontà di raggiungere obbiettivi concreti con più autonomia nella gestione delle risorse del territorio ed è questo in sintesi l’obiettivo precipuo del movimento dei popoli alpini. Gli amministratori, sempre a contatto diretto con la realtà e i bisogni della loro gente di montagna sentono in modo forte la necessità contingente di ricercare opportunità di sviluppo alla realtà montane, che soffrono non solo per la loro condizione periferica rispetto ai grandi centri economici, ma anche per la scarsa rappresentatività politica. Da questo è nata in amministratori, e non solo camuni, l’esigenza di dare vita ad un nuovo movimento che, secondo i fondatori, oltre le ideologie politiche restituisca al territorio un ruolo da protagonista nella gestione delle sue risorse.

Tomasi ha voluto fare chiaro riferimento al modello di sviluppo a cui aspirare è quello del Trentino soprattutto per la questione della gestione delle grandi risorse del settore di sfruttamento idrico per la produzione di energia elettrica che in Valle Camonica, se gestito direttamente, rappresenterebbe fonte di maggior ricchezza. Sabato prossimo a Ponte di Legno sarà la giornata di “tappa zero per il movimento del popolo alpino” nella quale si darà vita, attraverso l’atto costitutivo all’associazione I popoli alpini di Valle Camonica”. Ma sabato (domani) vi saranno anche altre iniziative come gli interventi, presso l’auditorium, di amministratori della Montagna. Dopo la Costituente del Popoli Alpini di Valle Camonica in serata vi sarà l’intervento del sindaco di Firenze Matteo Renzi, del PD, dell’On Raffaello Vignali del PDL e del presidente della Provincia di Trento Lorenzo Dellai.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

10 Comments

  1. Binaghi says:

    Da Renzo a Renzi, Ponte si Legno e’ il regno della sfiga…

  2. Marco says:

    Ho sfogliato poco fa Bresciaoggi e a pagina 10 ho trovato la pubblicità dell’ “evento” previsto per oggi a Ponte di Legno (con, in evidenza, una fotona di Renzi, statista): lì il simbolo “Popoli Alpini” è stampato più volte…con una “piccola” variazione cromatica: al posto dell’azzurro c’è il rosso, insomma, un italico tricolore…

  3. occhio says:

    Appunto LUCYRRUS qui si tratta di energia elettrica e tutto quello che ne consegue. Il movimento secondo me nasce per poter convogliare i voti in valle a chi poi gestirà le centraline elettriche. Anche la Lega ha messo gli occhi sull’energia+ eòettrica, magari si tratta di una JOINT VENTURE occulta proprio fra le due entità politiche.

    • pontenna says:

      Non è occulta la joint venture, è cosa arcinota !
      Ora l’ambizioso obbiettivo non sono le misere centraline , utili solo per far quadrare certi bilanci in rosso, ma le GRANDI centrali.
      Quello sì che è un grande sogno!
      Pensate a quanti amici potrebbero fare favori e quanti soldi avrebbero a disposizione!

  4. Binaca says:

    Qui ci vuole Caparini leader della lotta al narcotraffico in valle

  5. Bero says:

    Ma quei geni della lega avran capito che gente come Renzi, Errani o Del Rio fan finta si essere federalisti e poi, come da tradizione, glielo picchiano al c….

  6. sciadurel says:

    “…..Dopo la Costituente del Popoli Alpini di Valle Camonica in serata vi sarà l’intervento del sindaco di Firenze Matteo Renzi, del PD, dell’On Raffaello Vignali del PDL e del presidente della Provincia di Trento Lorenzo Dellai.”

    qualcuno mi può spiegare a a cosa serve l’intervento di questi “professionisti” e “manutengoli” della politica itagliota ?

  7. Dan says:

    Altro movimento della cadrega in arrivo

  8. lucyrrus says:

    Certo che poter mettere le mani su un malloppo come quello dell’energia elettrica è un bel sogno !
    Sanerebbe molti “sogni ” ormai giunti al capolinea.

Leave a Comment