MOVIMENTO ‘GRANDE NORD’, COMITATO: IN UN WEEKEND RACCOLTE OLTRE MILLE ADESIONI

miglio grande nord“In un solo weekend oltre 1000 adesioni pervenute in vario modo, segno che abbiamo visto giusto. Un risultato straordinario che ci fa ben sperare e che dimostra come ci sia ancora ‘sete di Nord'”. Così in una nota il Comitato costituente presieduto da Roberto Bernardelli che sabato scorso all’hotel Cavalieri di Milano ha lanciato il movimento “Grande Nord”. “Gireremo nelle nostre province e nei nostri comuni – spiega l’imprenditore Giulio Arrighini di Brescia – per mettere insieme chi questo Paese lo manda avanti con il proprio sudore e sacrificio. Abbiamo bisogno di includere e diventare il sindacato del Nord, dando risposte concrete attraverso un’azione politica lontana da ogni slogan.” “A noi interessano i fatti concreti – afferma l’avvocato Luca Azzano Cantarutti (Rovigo) – non gli slogan di facile impatto che hanno un indice di fattibilitaà pari a zero. Qui si tratta di ripartire da un filone liberale e per l’autodeterminazione”. “Dalla Lombardia, dal Veneto, dal Piemonte e dalla Liguria in tanti hanno già risposto al nostro appello e siamo certi che molti altri ci seguiranno in questa avventura – spiega Tino Rossi(Alessandria), responsabile dell’organizzazione territoriale – che ci vedrà impegnati nella strutturazione di un movimento anti partito, basato su logiche di efficienza aziendale e risultati da raggiungere. Utilizzeremo spesso il metodo della raccolta firme ed anche altre azioni di presenza sul territorio”. “Si tratta – conclude Marco Reguzzoni, imprenditore – di riaffermare i principi liberali e federalisti cari al mondo delle imprese del Nord, tipiche di quell’etica del capitalismo e della rivolta contro lo Stato gestito da parassiti e nullafacenti che sarà il fulcro della nostra azione politica”.

Per info e adesioni: partecipo@grandenord.org

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

5 Comments

  1. Germano Baffo says:

    Toscana, un disastro, i vertici sono sempre gli stessi, trasparenza zero, distribuzione di poltrone e ptroncine, a soggetti anche nuovi arrivati per consolidare i voti destinati alla rielezione perenne degli stessi personaggi che non mollanoe cariche nei CDA, il provinciale di Livorno è interamente in mano a fuoriusciti di forza Italia e fratelli d’italia, la sezione di collesalvetti non ha rinnovato la tessera e cosi via malcontento in tutta la toscana

  2. L.I.F.E. FEDERALE says:

    NON ABBIAMO ILLUSIONI DA COLTIVARE, PERCHE’ CREDIAMO NELL’AUTOGOVERNO DEI POPOLI !
    REGIONE A STATUTO SPECIALE
    INTENDIAMO INTERPRETARE QUESTO RUOLO AL MEGLIO, PERCHE’ LO SCOPO E’ QUELLO DI OTTENERE, NELL’AMBITO DELLO STATO ITALIANO, L’AUTONOMIA POLITICA,AMMINISTRATIVA E CULTURALE,BASATO SUI PRINCIPI DI INTERDIPENDENZA
    SOLIDARIETA’ E SUSSIDIARIETA’ NEL RISPETTO DI UNA FUTURA COSTITUZIONE FEDERALE !

    In Italia manca la cultura della legalità anche perché ci sono troppe leggi che rendono difficile operare,manca la cultura del merito perché non c’è una cultura della legalità e l’Italia non cresce è a rischio di default, perché è stata governata in questi anni e tuttora dai peggiori, non dai mediocri amministratori dello Stato accentratore,lo dimostra il debito pubblico fallimentare,oltre il 133%, queste sono le conseguenze delle difficoltà nella ripresa economica e degli investimenti,sopratutto quelli stranieri !

    Noi intendiamo sviluppare le potenzialità economiche della Lombardia,ottenere meno burocrazia,meno tasse,incentivando l’imprenditoria,velocizzando la giustizia,avendo un futuro di regione autonoma,ampiamente meritata,
    ecco perché siamo e vogliamo essere Federalisti !

  3. ZANEBONI achille says:

    sono con voi GRANDE NORD !!!!!

  4. PaolaBG says:

    Ma che imprenditori d’Egitto! Sono tutti ex politici alla ricerca di una cadrega!

    • Stefania says:

      Vivono anche senza politica, del loro lavoro, a differenza di chi la cadrega ce l’ha in questo momento senza avere un mestiere o con posti in cda di nomina politica.

Leave a Comment