Movimenti di liberazione, trattato tra siciliani, veneti e sardi

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Il giorno sabato 18 gennaio 2014 presso la sede del MLNV si è tenuta una riunione del Coordinamento dei Movimenti di Liberazione Nazionale Sardo, Siciliano e Veneto.
Nell’occasione il MLNV ha chiesto agli altri MLN di ratificare appena possibile il Trattato di cooperazione e mutuo consenso che di seguito riportiamo e che speriamo di poter estendere anche ad altri Movimenti di Liberazione Nazionale.

Oggetto: TRATTATO DI COOPERAZIONE E MUTUO SOSTEGNO.

Le Parti Contraenti, riaffermando il loro desiderio di vedere ripristinata la totale e incondizionata sovranità dei rispettivi Popoli sulle proprie Terre d’origine, oggi occupate dallo stato straniero italiano, desiderano consolidare la cooperazione e il mutuo sostegno fra i Movimenti di Liberazione Nazionale aderenti al presente trattato al fine di consentire il raggiungimento e il compimento del loro diritto di autodeterminazione.
Ispirandosi ai fini e ai principi della Carta delle Nazioni Unite le Parti Contraenti hanno convenuto le seguenti disposizioni:
Art.1
Intento esclusivo del presente trattato è il mutuo sostegno e appoggio per il conseguimento e l’attuazione del diritto di autodeterminazione dei Popoli qui rappresentati dai rispettivi Movimenti di Liberazione Nazionale.
Art.2
L’aggressiva, razzista e colonialista occupazione straniera italiana impegna le Parti Contraenti a  stabilire e attuare, nei modi e tempi che si decideranno secondo le rispettive reali possibilità, le misure necessarie per garantire la sicurezza dei rispettivi Popoli.
Art.3
Le Parti Contraenti si impegnano, in conformità alla Carta delle Nazioni Unite, ad astenersi dal ricorrere alla minaccia o all’impiego della forza per non compromettere la pace e la sicurezza internazionali.
Nel caso però uno o più dei Movimenti di Liberazione Nazionale parte del presente trattato, fossero oggetto di attacco e di azioni di forza da parte delle autorità d’occupazione straniere italiane, ogni Movimento di Liberazione Nazionale, parte al trattato, nell’esercizio del diritto di legittima difesa, individuale o collettiva, riconosciuto dall’art.51 della Carta delle Nazioni Unite, accorderà, individualmente e/o in accordo con gli altri Movimenti di Liberazione Nazionale, la necessaria assistenza, con tutti i mezzi che riterrà opportuni, compreso l’impiego della forza armata, se richiesto e autorizzato dalla Parte Contraente attaccatta.
Art.4
Allo scopo di consolidare il coordinamento politico per una maggiore efficacia attuativa delle rispettive rivendicazioni di autodeterminazione le Parti Contraenti si consulteranno fra loro per tutte le questioni di rilevanza internazionale, decidendo, nel caso, di agire congiuntamente.
Art.5
Le Parti stipulanti si impegnano a non aderire e partecipare ad alcuna coalizione od alleanza e/o concludere accordi e patti di qualsivoglia natura, i cui fini possano essere in contrasto con quelli siglati dal presente Trattato o contrari ai principi di autodeterminazione dei rispettivi Popoli.
Art.6
Le Parti stipulanti si impegnano ad agire con reciproco spirito di amicizia e collaborazione per sviluppare e consolidare legami di mutuo soccorso nel rispetto dell’indipendenza e della reclamata sovranità delle rispettive Nazioni, avendo riguardo di non ingerenza negli affari interni e la giusta considerazione per le tipicità culturali, per le tradizioni, per gli usi e costumi dei rispettivi Popoli.
Il Vice Presidente del MLNV e del Governo Veneto Provvisorio
Davide Giaretta
Il Presidente del MLNV e del Governo Veneto Provvisorio
Sergio Bortotto
Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Incominciate a togliere dal trattato la “Carta delle Nazioni Unite” che è carta igienica ad essere buoni.
    Le rivoluzioni non si fanno col consenso dei nemici.

Leave a Comment