Mose. Gruppo di “forconi” deposita busta con escrementi a casa di ex assessore Chisso

di RUGGERO CHIESAmose

Ogni tanto tornano. Ma saranno stati proprio loro? Fatto sta che l’Ansa spara la notizia: “Una busta contenente escrementi è stata messa  da un gruppetto dei cosiddetti ‘forconi’ nella buca delle lettere della casa di Renato Chisso, l’ex assessore regionale veneto coinvolto nell’inchiesta sul Mose, agli arresti domiciliari dopo aver patteggiato una pena di due anni e sei mesi e 20 giorni. Il gruppo, formato da alcune persone, si è presentato davanti all’abitazione dell’ex assessore per una dimostrazione durante la quale sono state anche lasciate nel giardino delle banconote false con una canna da pesca. L’azione non ha visto l’intervento delle forze dell’ordine”.

Che momento di emme.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. luigi bandiera says:

    Ridursi a fare “i buaseri” e’ il colmo. (tra virgolette perche’ ha un certo e preciso significato nea lengoea veneta).

    Va ben, per dimostrazione si fanno anche dei morti e feriti… quindi fare el buaser deventa un passatempo.

    Pero e ma bisogna agire in altro modo..!!

    I problemi del assenso o dissenso non si risolvono facendo i buaseri.

    Se ga da SVEJAR EA XENTE..!! A NO ESAR PI’ TALIANA… par esempio.

    E tante altre robe che ga da ndar soeo in un senso, UNICO: l’INDIPANDENSA e par questo se moea ea poidega taliana e se va vanti co ea propria..!

    El nostro mal xe la Talia… o capirla o no capirla

    Se se a capise orobenon, se no, tuto inutie, co buaseri o no buaseri..!

    Ma credo che semo ankamasa separai e nei pensieri e nee asion…

    Come neve al sol spariremo: no ghemo capi (leaders) ko e bae…

    PSM
    WSM

Leave a Comment