Montichiari (Bs), ai domiciliari sindaco leghista: tentata estorsione

di ALTRE FONTI

Il sindaco di Montichiari, Elena Zanola, è agli arresti domiciliari dalle prime ore di mercoledì mattina con l’accusa secondo le prime scarne informazioni di tentata estorsione.

L’ordine di arresto le è stato notificato dalle Fiamme Gialle, che indagano su una vicenda che si trascina da mesi a colpi di querele e controquerele. Si parla di pressioni che il primo cittadino monteclarense avrebbe compiuto ai danni della Gedit, che gestisce la discarica di Vighizzolo per spingere i proprietari dell’impianto a versare denaro nelle casse comunali sotto forma di “convenzione compensativa”.

Una compensazione non dovuta, evidentemente, per la Procura e per il Gip che ha firmato l’ordine di arresto. La discarica nel gennaio del 2012 era stata al centro di una protesta di cittadini che  avevano impedito l’ingresso ai camion che portavano i rifiuti, protesta che portò a un’ordinanza di chiusura della discarica per 5 giorni da parte dello stesso sindaco leghista Zanola

FONTE ORIGINALE: http://www.ilgiorno.it

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

7 Comments

  1. giovanni(LPCr) says:

    ma contano piu’ i cittadini appestati o le ditte che li appestano? caffaro insegna.
    se queste aziende sono necessarie, prima deve venire il rispetto e la salute dei cittadini.
    prossimamente avremo anche i terremoti fino a 3 gradi causati dagli impianti di stoccaggio sotterraneo del gas con autorizzazione del governo.

  2. luigi bandiera says:

    Che kax dire sui fatti quotidiani..?

    “La santa inquisizione” non e’ MAI MORTA… repetita juvant, forse.

    I clandestini (fuori legge tout court e mooolto in vista) non sono mai “messi ai ferri”.

    Domando: che siano i nuovi RE (sovrani) che non hanno mai una la legge contro..?

    R: pare di si.

    Salam

  3. Marco Green says:

    Con riferimento alla notizia dell’arresto della Zanola, porgo alla vostra attenzione un interessante spaccato del cosiddetto mondo animalista, tanto per dare un esempio riguardo allo spessore intellettuale e morale di questa gente.

    Gente che al giorno d’oggi conta molto e arriva a dettare l’agenda politica anche su temi estremamente delicati come quello della sperimentazione animale, riguardo alla quale si raccontano e si fanno passare le più assurde falsità, quasi sempre in assenza di contraddittorio.

    Com’era quella storia della leghista condannata per la frase sulla Kyenge?

    Ecco, guardate cosa possono scrivere, nella sicurezza dell’impunità, queste persone che, tra l’altro, non hanno la minima idea della vicenda della quale si sta parlando…

    https://www.facebook.com/photo.php?fbid=604971742879731&set=pb.443428169034090.-2207520000.1379539143.&type=3&theater

  4. Marco Green says:

    Vicenda incredibile; da parte mia non ho nessun dubbio riguardo all’onestà e alla buona fede del sindaco Elena Zanola, da sempre contraria a quella discarica e attivamente impegnata nel disperato e purtroppo vano tentativo di mettere sotto controllo quel maledetto impianto.

    In passato la comunità di Vighizzolo ha più volte patito forti disagi e addirittura anche numerosi malori a causa delle esalazioni provenienti dalla discarica Gedit, dove in alcuni filmati si è dimostrato come vi confluissero rifiuti indifferenziati del tipo più disparato, in gran parte (come riportato dai giornali del periodo) di provenienza Napoli e dintorni.

    La Gedit ha sempre negato che “la puzza” provenisse dal suo impianto, così il comune e il comitato SOS Terra hanno promosso un apposito “studio ambientale di impatto cumulativo”, che riporto assieme a un altro link dove nei commenti (a chi interessasse) ho un in parte ricostruito le precedenti vicende riguardanti lo scontro tra l’amministrazione monteclarense e la discarica del gruppo Gabana.

    Ora non ci resta che scoprire le motivazioni e i modi in cui la Zanola avrebbe cercato di portare avanti questa sorta di convenzione risarcitoria a favore del Comune di Montichiari.

    Altro arresto politico per un’amministrazione vicina al rinnovo, come se non fosse già stata sufficiente la “pubblicità” mediatica legata al caso Green Hill, con le minacce al sindaco, le manifestazioni più o meno pacifiche e l’attività interessata alla facile audience di Striscia e Brambilla, cosa che è incredibilmente giunta al risultato di far chiudere un allevamento in regola e a mandare a spasso una ventina di dipendenti sulla base di chiacchiere e di leggende metropolitane.

    Le prove? Si stanno ancora aspettando, ma intanto i cuccioli di pura razza beagle sono entrati gratuitamente nelle case di tante anime belle; curiosamente, però, non c’è più nessuno che vada in televisione a raccontare che a quei cani sono state tagliate le corde vocali, chissà perchè…

    http://www.montichiarisosterra.it/joomla/studio-ambientale/presentazione

    http://www.lindipendenzanuova.com/montichiari-arrivano-in-segreto-i-rifiuti-di-napoli/

    http://www.lindipendenzanuova.com/de-magistris-chiama-napolitano-mandiamo-la-munnezza-al-nord/

  5. Gianfrancesco says:

    ma se chiedere ingiustamente ad una società di versare denaro anche solo nelle casse comunali e non nelle proprie è considerato estorsione, i padani possono allo stesso modo denunciare per estorsione aggravata, ripetuta e continuata lo stato italiano??????

Leave a Comment