MONTI E’ COME MAO: IN ARRIVO ALTRE TASSE

di REDAZIONE

Tasse, tasse e ancora tasse. Il governo Monti ha già perso l’accostamento con Margaret Thatcher, che la stampa inglese gli aveva concesso, quale riconoscimento del suo tasso di riformismo sfoggiato nelle prime settimane dall’insediamento. La resa sull’articolo 18, che rimane pressoché invariato rispetto alla situazione odierna, ha fatto cambiare idea ai giornali anglofoni, il cui innamoramento verso il nostro premier si sta via via esaurendo. Ma la riforma del mercato del lavoro comporterà lo stesso alcuni cambiamenti, specie con l’introduzione dei nuovi ammortizzatori sociali, che a fronte di una maggiore flessibilità in uscita (quale?), dovrebbero coprire di più e meglio la platea dei lavoratori dipendenti italiani.

E le cifre del governo parlano chiaro. Il nuovo sistema di protezione costerà 1,7 miliardi nel 2013, 2,9 miliardi nel 2014, 2,5 miliardi nel 2015 e poi dovrebbe stabilizzarsi intorno ai 2,2 miliardi.

Rispetto a un bilancio, in cui le spese ammontano intorno a 800 miliardi di euro, non sarebbero una roba insormontabile, anche perché ci sarebbero certamente molte voci di spesa a cui attingere, facendo risparmiare quattrini al contribuente (i costi della politica?). Ma in Italia è più facile fare altre spese che tagliare quelle di prima, per cui i due terzi dell’ammontare necessario per la riforma saranno ottenuti da nuovi aumenti di tasse, che avverranno attraverso la modalità subdola della minore deducibilità di determinate voci di spesa dei contribuenti. In altri termini, non saranno, in generale, introdotte nuove tasse o aumentate le aliquote, come è avvenuto con l’Imu, ma semplicemente si aumenterà la base imponibile, facendo gravare le stesse aliquote su un reddito più ampio da calcolare.

La prima vittima di questa nuova ondata di repressione fiscale saranno i proprietari di abitazioni in affitto. Fino ad oggi, coloro che non si sono avvalsi della cedolare secca (21% o 19% sul reddito da locazione), hanno dovuto calcolare l’imposta da versare allo stato, applicando le aliquote Irpef al reddito da locazione, quest’ultimo, però, abbattuto forfettariamente del 15%. Adesso, l’abbattimento sarà solo del 5%. Detto in altri termini, le tasse si pagheranno sul 10% in più di reddito. Esempio: affitto una casa a 500 euro al mese (6000 euro all’anno). Pago le aliquote Irpef su 6000 x 0,85 = 5100 euro. Con la nuova previsione del governo, le imposte saranno dovute su 6000 x 0,95 = 5700 euro, cioè su 600 euro in più. Ovviamente, l’aggravio dipende dallo scaglione di reddito in cui si trova e potrebbe arrivare nel caso specifico a 0,43 x 600 = 258 euro (addizionali escluse).

Rc Auto. Ogni anno il contribuente ha diritto alla deduzione della tassa per il servizio sanitario nazionale, pari al 10,5% sulle Rc Auto. Ora, questa deduzione sarà cancellata, qualora fosse inferiore ai 40 euro. Pertanto, poiché 40 euro sono il 10,5% di 380,95 euro, è a partire da questo importo dell’Rc Auto che si potrà iniziare a dedurre la tassa al 10,5%.

Tassa sui biglietti aerei. L’incremento sarà di due euro su ciascun imbarco da qualsiasi aeroporto italiano. In teoria, saranno i comuni ad applicare una maggiore addizionale, a beneficio delle proprie casse.

Stretta sulle auto aziendali. La deducibilità dei costi scende dal 40% al 27,5%, anche se l’auto è usufruita da un libero professionista a livello individuale, per motivi di lavoro. E la deducibilità del costo scende dal 90% al 70% anche per le auto che sono concesse ad uso promiscuo da un’azienda, in favore dei propri dipendenti.

Quanto al capitolo tagli, si tratta di cifre ridicole, con 72 milioni di risparmi richiesti all’Inps per l’organizzazione dei propri uffici, 18 milioni all’Inail e 10 milioni all’anno ai Monopoli di Stato, oltre a qualche altra sforbiciata qua e là.

Evidenti le ragioni della protesta di Confedilizia, che si trova ad affrontare una crisi per il settore edile, che rischia di trasformarsi in strutturale, visto l’accanimento che il governo sta mostrando di avere nei confronti dei beni immobili. Questi diventano sempre meno appetibili e già sono stati colpiti con il decreto di dicembre dall’Imu, ossia dalla reintroduzione dell’ICI sulla prima casa, dalla stangata sulla seconda, dalla tassazione anche degli immobili a uso agricolo, oltre che dalla rivalutazione dei valori catastali, che portano dritti a un’esplosione fiscale su milioni di abitazioni italiane.

Non è un caso che su questo fronte, forse svegliatosi per l’arrivo della primavera, il segretario del PDL, Angelino Alfano, abbia annunciato che il suo partito si confronterà con l’esecutivo, al fine di battersi per la rateizzazione dell’Imu e per rendere chiaro che tale tassazione debba essere solo temporanea.

Ma il premier Monti lo aveva ammesso qualche giorno fa, quando aveva affermato che sulle tasse era stato un pò rozzo, riferendosi alla raffica degli aumenti introdotti dal suo governo, ma aveva difeso la scelta, sostenendo che “meglio più tasse, che fare la fine della Grecia”. Qualcuno dica al Professore che la fine della Grecia per l’Italia è già segnata, visto che persino i suoi fan d’Oltreoceano hanno eccepito che con questi aumenti di imposte, il debito italiano rischi di crescere in rapporto al pil, anziché diminuire, per via della contrazione dell’economia. Da Margaret Thatcher, Mario Monti si è trasformato in Mao Tze-Tung.

FONTE ORIGINALE: http://economia.bloglive.it/altre-tasse-in-arrivo-da-rc-auto-a-case-in-affitto-ecco-le-novita-15408.html

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

6 Comments

  1. Domenico says:

    Un avvocato di Cagliari ha denunciato i dittatori (monti, napolitani e compagni di merende) per:
    – attentato contro l’integrità, l’indipendenza e l’unità dello Stato;
    – associazioni sovversive;
    – attentato contro la Costituzione dello Stato;
    – usurpazione di potere politico;
    – attentato contro gli organi costituzionali;
    – attentato contro i diritti politici del cittadino;
    – cospirazione politica mediante accordo;
    – cospirazione politica mediante associazione;
    La denuncia è consultabile al link
    http://www.spoletocity.com/2012/04/un-avvocato-di-cagliari-denuncia-lo-stato/
    E’ possibile firmare una petizione a sostegno dell’iniziativa della coraggiosa professionista al link http://www.petizionionline.it/petizione/denunciamo-presidente-della-repubblica-giorgio-napolitano-e-presidente-del-consiglio-mario-monti/6711
    Credo che questa iniziativa, come tutte quelle mirate a destabilizzare la nomenklatura italiona, sia da appoggiare per accelerare l’implosione della repubblichetta

    • Antonino Trunfio says:

      dimentichi caro Domenico, che le denuncie si fanno alla magistratura, la quale a parte le dichiarazioni e i proclami 4 stagioni sulla sua indipendenza e guai a chi la minaccia, difende e difenderà sempre il suo datore di lavoro, cioè lo stato, i suoi apparati e i suoi boiardi. Il punto è e sarà sempre questo. Agli attentati alla costituzione che non mi pare sia affatto minacciata, anzi, proprio per questo è minacciata la gente comune, si risponde con gli attentati,le armi e il tritolo, le querele sono per il tempo di pace, e per un tempo che ha tempo. E quel tempo è scaduto da un pezzo.

  2. luigi bandiera says:

    Questi individui che credono di rappresentare lo stato e il popolo fittizio, pero’ ahinoi, credono di risolvere i problemi loro e non nostri aumentando il pizzo di stato.

    Signori, pseudo nostri rappresentanti (ma chi vi ha votati e messi la’ a prendere sia le paghe che le sedie o posti di comando) stiamo per fallire e voi pensate di accelerare il processo aumentando la pressione fiscale o il pizzo..?
    Che l’italia sia tutta una pizzeria lo si sapeva, ma venir a sapere che anche i sommi pontefici del sapere sono ignoranti beh, si, fa un po’ inkazzare.

    Solo a pensarmi che vi siete scagliati con tutto il vostro peso contro l’art.18 mi fa sinceramente schifo.
    Poi che subito vi siete scagliati sulle proprieta’ pure.

    Non contenti fate viaggi (meglio farli prima che cadi tutto) in lungo e in largo. Leggittimi ne’..? Avete certe cariche e quindi..?

    Una volta fermi pensate di dare un altra spinta di PIZZO… (Non il merletto).

    Eh beh. Ma ci volete proprio abbassare al rango di MISERABILI..??

    Non pensate mai alle STRAPAGHE che circolano per lo stato amministrativo di nome e cognome italia..??

    Anche alle super pensione… doppi incarichi o tripli…

    Insomma per raccattare grano ce ne sarebbero di elementi. Da far diventare NORMALI sia le loro super paghe che le tasse dei miserabili.

    Sarebbero comunque sempre fuori norma..? Beh, visto il fallimento in atto.

    Cioe’, se tutto prospera giusto pagare bene e anche pi’ del dovuto, i funzionari e non solo, ma se si sta fallendo..??

    O si licenziano o li si paga di meno, recita la LOGICA..!

    O meglio tartassarepizzolandoli i soliti noti detti anche ILOTI non che MISERABILI..??

    Serevono degli Einstein per capirla..?

    Mio povero nonno, contadino semi analfabeta, saprebbe benissimo come risolvere il problema.

    Direbbe: prima si chiudono i buchi che sono causa dello svuotamento del TINO. Poi cercherei di vedere se tutti i TUBI con i RUBINETTI hanno la portata adeguata.

    Cioe’, chi puo’ di piu’ deve dare di piu’. Chi puo’ meno, i soliti peones solitamente, devono dare di meno se non nulla.

    Pero’ e’ evidente che ci deve essere qualcosa che non quadra li’ in quella squadra nata da sotto i cavoli nostri… per dire che sono proprio cavoli nostri la vostra nascita di cui la presenza.

    Ma forse voi siete distratti da altre cose e fatti…
    Mi meraviglio pero’ che l’intellighenzia talibana lo sia pure lei.

    Nessuno che osa dire piu’ nulla… eppure non avete nessun carisma o mi sbaglio..??

    So che chi ha carisma comanda, se voi non lo avete come mai comandate cosi’ tanto che avete spaventato l’intera intellighenzia talibana..!???

    Perfino i sindacati soliti a strillare anche per una buca in strada oggi sono MUTI..!

    Si. Qualcosa non mi quadra. Devo attendere forse che qualcosa succeda per capire che invece si, qualcosa si muove..?? Cioe’ la messa in tel BdelC…??????

    Saro’ anche ironico e poco genuflettente, ma scusate, sapete o no che state esagerando..?? E su tutto..???

    Se noi popolo ci ribelliamo o ribelleremo non dite che siamo andati contro i nostri rappresentati. Voi non lo siete e anzi siete abusivamente occupanti posti di comando riservati agli eletti da noi.

    Ma forse sto sbagliando tutto e forse anche sto sognando di vivere in un altro mondo.

    Vi assicuro, la mia non vuole assolutamente avere un senso offensivo. Mi sono limitato solo a leggere i FATTI..!!

    Con i miei piu’ cordiali saluti…

    LB

    • luigi bandiera says:

      E sempre per dire che leggendo i fatti si notano certe incongruenze da brivido blue (Tony Dallara) per stare sull’irona, si legge per esemplificare che il noto cavaliere detto anche silvius, esternava sempre che da presidente del consiglio non comandava un tubo 6V6. Che non lo lasciavano fare le riforme e ecc.. Non si spiega come mai voi ora e non eletti COMANDIATE COSI’ TANTO..!
      Si puo’ affermare che ora vi LASCIANO COMANDARE, cioe’ DISTRUGGERCI..?
      Sicuramente ragiono cosi’ perche’ sono di origine contadina per cui ignorante.

      Si deve pensare che da quando ho avuto l’uso della ragione, probabilmente in tarda eta’, ho sentito continuamente starnazzare, mi pareva di essere in campidoglio, che bisognava fare riforme. Appunto e riformiamo qua e riformiamo la’ ma la talibana situazione non cambiava. Sicuramente cambiava in meglio solo per certe categorie (kaste) nascoste ai piu’ ma non ai potenti.

      Si si. I talibani di livello basso sono veramente pazienti. O ignoranti..?
      Forse faranno come in guerra con la decimazione, ma non per amazzarli, tanto moriranno da soli, ma per farli santi e patrioti… Bisolgna o no continuare con la tradizione che vuole la TALIBANìA stracolma di santi e di eroi e di nonche’ poeti..??

      Piu’ leggo e rileggo i fatti e piu’ lo schifo che provo aumenta e inesorabilmente.

      Appunto, forse sogno e o forse vivo in un mondo stracolmo di merrrrdddd.

      Non so nuotareeee… aiutooooo..!!!!!!!!!

      . . . – – – . . .

      .
      .
      .
      .

      An salam

  3. Michelberg says:

    ricordo che venti anni fa i biglietti aerei costavano
    enormemente di piu’ rispetto ad oggi.

    merito delle liberalizzazione e dei vettori “low cost”.

    ma non possiamo costruire uno stato ” low cost ” ?

Leave a Comment