Monti, ecco un italiano che non conosce un tubo dell’Italia

di FABRIZIO DAL COL

Ecco lo squallido balletto dei politici europei. Una partenza a razzo quella per il premier italiano che, dopo aver incontrato la Cancelliera tedesca, ha visto anche il presidente francese Hollande, confermando di trovarsi più a suo agio nel pensare al futuro dell’’Europa con i colleghi leader piuttosto che dedicarsi al futuro dell’Italia. Agli italiani, invece, dei vertici internazionali e bilaterali non è mai interessato un granché in quanto le loro preoccupazioni sono sempre state ben diverse da quelle dei politici e tutte protese a guardare al presente piuttosto che credere ad un futuro a cui non credono nemmeno coloro che dovrebbero essere deputati a costruirlo. Infatti, con l’incontro di Parigi Monti dichiara esattamente quello che dichiarò otto mesi prima: ”fare i compiti a casa è necessario ma non sufficiente. Serve il riconoscimento Ue dei progressi dei singoli Paesi”; e sul lavoro: ”l’occupazione è problema centralissimo” . In sostanza è come se avesse voluto ammettere che gli sforzi fin qui richiesti agli Italiani non sono serviti ad un emerito cazzo.

Poi Monti continua con le dichiarazioni e, non avendo finora conseguito un bel nulla che interessasse ai suoi concittadini, non gli resta altro che continuare a rilasciare interviste propagandistiche e vuote di contenuti, come ha fatto dopo il vertice francese alla presenza dello stesso Hollande affermando: “Abbiamo avuto un altro dei nostri incontri interessanti, costruttivi e molto positivi. Abbiamo ribadito e spinto ancora più avanti la nostra identità di vedute per quanto riguarda le relazioni bilaterali, per quanto riguarda il clima per rilanciare l’economia europea nella stabilità dell’eurozona e per quanto riguarda alcuni sviluppi delicati sul fronte internazionale”. Ovvero pura aria fritta, in piena sintonia con i peggiori democristiani del passato. E giusto per non lasciare la palma a Monti nell’enfatizzare l’arte di parlare a fiume per non dire assolutamente nulla, ci ha pensato Hollande di suo a contribuire con un mezzo disastro quando ha affermato: ”Al vertice Ue di ottobre dobbiamo trovare soluzioni su Grecia e Spagna” ammettendo che le soluzioni per la Grecia e per la Spagna ancora non sono state trovate.

E non è finita qui: mica si sono accontentati di rifilare ovvietà a nastro, hanno pure rincarato la dose quando Monti, in particolar modo ispirato, ha saputo introdurre l’unico argomento che interessa oggi agli italiani: “Il mio governo – ha rimarcato – avverte quello dell’occupazione come un problema centralissimo per l’economia e la società italiana”,  “… è il momento per lavorare insieme e per creare lavoro” e guarda caso lo ha affermato poco prima degli incontri con le parti sociali che il governo ha avviato proprio oggi.

Già, è proprio così, Monti è come se avesse ammesso che in tutti questi mesi il tema lavoro non è stato una priorità alla faccia delle belle parole spese sul  tema durante il suo insediamento al governo. Il premier italiano, stranamente più loquace del solito, ha continuato la conferenza stampa toccando il problema scottante della TAV e dimostrando scarsa competenza e poca lungimiranza quando ha affermato: ”Sono lieto che il prossimo vertice intergovernativo tra Francia e Italia si svolgerà a Lione, dando così un altro segno concreto della volontà dei nostri due Paesi di dare completa realizzazione a quell’opera di fondamentale interesse che è il treno ad alta velocità Torino-Lione” visto che sul fondamentale interesse per l’opera non è ancora stato dimostrato un bel nulla, anzi, tralasciando quell’interesse delle mezze calzette in quota politica, agli italiani non appassiona proprio l’opera e figuriamoci quando sarà reso certo il costo complessivo. Un investimento abnorme al quale, come contropartita, non è stata ancora stabilita la certezza del beneficio.

Anche Hollande ha poi continuato con le sue dichiarazioni vuote, quasi a confermare come un segno inequivocabile delle affinità nel duettare con Monti “sul nulla”. Poi è stato tutto un auto-medagliarsi a vicenda, quasi a far percepire alla Cancelliera tedesca che sarà tenuta costantemente sotto controllo. Per i fatti veri, questi emeriti sconosciuti, si dovrà intanto attendere che il consiglio degli illuminati europei, oggi produttore solo dei sacrifici addebitati ad altri, decida quali altri provvedimenti “appioppare” sul gobbo dei Cittadini ormai “morenti” a causa dell’’asfissia fin qui provocata dall’Europa, provvedimenti che si tradurranno inevitabilmente in nuovi sacrifici per salvare una UE sempre più agonizzante ovvero quella istituzione che vorrebbe divenire Stato e che invece, non lo diventerà mai a causa della mediocrità politica ed intellettuale fin qui dimostrata da chi ha solo saputo distruggere anziché costruire.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

13 Comments

  1. Veritas says:

    Dicendo che non sa dov’è la Padania, dimostra di non conoscere non solo la geografia,,ma anche la storia di questa diisgraziata penisola.
    Non si ricorda o non ha studiato il lungo periodo storico dei comuni al nord e delle varie signorie e stato vaticano al sud?
    Suvvia, a fare il saputello ci fa pure brutta figura.

  2. lory says:

    Monti è un italiano vero ! una vera canaglia!

  3. Dan says:

    Sti farabutti ci vogliono veramente spingere ad invocare l’uomo forte…

  4. lerch says:

    stavolta concordo con sto sito al 100%
    Monti e’ un non-italiano che parla italiano
    Se fosse norvegese verrebbe scambiato per islandese
    Pacato, rigido, ironico
    Alias NON-italiano
    Per questo e’ ammirato all’estero
    Perche’ non e’ italiano
    Ha solo un piccolo problemino
    ma piccolo
    NON E’ STATO ELETTO

    • liugi II says:

      Non stancherò mai di ripetere che la Costituzione italiana lo consente, ergo la Costituzione è un insulto alla democrazia e va immediatamente cambiata.

      Nonostante ciò che fa, a me il savoir faire di Monti piace. Dopo anni di mascheroni da carnevale è un piacere vedere una persona seria al governo. MI dispiace solo per gli stranieri che potrebbero essere tratti in inganno da quella nuova faccia dell’Italia, che in realtà è rimasta il solito bordello.

    • Il Lucumone says:

      Il presidente del Consiglio dei Ministri non deve essere eletto dal popolo, così come non lo devono essere i ministri: il Governo è sempre stato nominato dal Presidente della Repubblica e deve ottenere solo la fiducia del Parlamento.

      Le recriminazioni dei molti per violata democrazia sono solo perdita di tempo.

      A me ha fatto solo danni, così come han fatto danni tanti predecessori che venivano dalla Camera o dal Senato…

      Napolitano, nominandolo Senatore a vita, gli ha concesso l’immunità parlamentare: forse è questa la ragione.

  5. f says:

    Il governo del parassitocrate Monti,ha fallito in ogni mossa che ha fatto,in un paese normale e sano sarebbe preso a calci in culo e mandato a casa,ma siamo in italia.

    • Dan says:

      In un paese normale e sano non si starebbe a perdere tempo a scrivere su un forum “in un paese normale e sano sarebbe….” ma si sarebbe già partiti, senza tanti squilli di tromba e lo si sarebbe già spazzato via.

  6. Maciknight says:

    Fremo dal desiderio di recarmi a Lione con un treno ad alta velocità … come hanno fatto a leggere nel desiderio di milioni di italiani che non attendono altro? Nel frattempo nel recarmi ina uto a fare la spesa nella più vicina cittadina alla mia abitazione, passo in un sottopasso ferroviario recentemente costruito costato milioni di euro per evitare una linea ferroviaria di interesse regionale che pochi mesi dopo è stata abbandonata dalle ferrovie … così come hanno soppresso molte altre linee secondarie. SONO PROPRIO LUNGIMIRANTI QUESTI POLITICANTI

Leave a Comment