Monte Paschi: il M5S chiede una commissione d’inchiesta

di REDAZIONE

“Vogliamo chiedere una commissione di inchiesta su Banca Mps per far luce su determinate decisioni prese”. Lo ha annunciato Mara Muzzi, parlamentare del Movimento 5 Stelle a margine dell’assemblea dei soci di Banca Mps in corso a Siena. “Bisogna richiedere tutti gli atti necessari per capire una questione che ci risulta nebulosa – ha aggiunto Muzzi- sulle azioni intraprese in questi anni che hanno portato la banca, presente dal 1472, che ha fatto storia e che ha contribuito al proliferare di un intero indotto, adesso in una situazione di crisi devastante che a sua volta ha messo in crisi un intero sistema”. Secondo Massimo Artini, collega di partito e anche lui parlamentare “le banche fino agli anni 90 reinvestivano i loro surplus nel Monte dei Paschi perche’ era ritenuto superaffidabile avendo un rating altissimo anche a livello europeo. Ci chiediamo perche’ sono state fatte certe azioni, perche’ le acquisizioni di Banca 121, e di banca Antonveneta a livelli di prezzo molto superiori”. “La commissione di inchiesta – aggiunge – deve acquisire le informazioni, vedere quali sono le responsabilita’, e cercare tutti, nella trasparenza , di arrivare ad un risultato. Non e’ un’accusa contro qualcuno ma bisogna capire chi ha fatto succedere questa cosa e perche’. Occorre una spiegazione completa”.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. Comitato Ultimi Veri Venexiani says:

    1893 scandalo della banca romana; 2013 il tempo passa ma le truffe tagliane restano. UNICA SOLUZIONE L’INDIPENDENZA DEL VENETO

  2. Roberto Porcù says:

    “perché … a livelli di prezzo molto superiori”
    La presa del potere per i DS questa volta era di primaria importanza per avere tutte le leve per insabbiare questi fatti di banca e quelli di Sesto, dei quali già in parte in prescrizione.
    I “migliori” sono decisamente migliori di tutti gli altri nella loro capacità di cavarsela.
    Un plauso al M5S.

Leave a Comment