Monica Rizzi: nessun dossier per favorire l’elezione del Trota

di REDAZIONE

Nessun dossier per favorire l’elezione di Renzo Bossi al consiglio regionale. La Procura di Brescia ha archiviato definitivamente l’inchiesta che vedeva Monica Rizzi indagata per aver commissionato i presunti dossier contro i possibili concorrenti di Bossi. Per i magistrati non solo non vi sono prove dell’accaduto, ma l’intera vicenda sarebbe scoppiata a causa delle lotte intestine che da tempo dilaniavano l’interno della Lega Nord. Si chiude così, con l’ennesima archiviazione dopo il proscioglimento totale per la falsa laurea, l’intera vicenda che ora avrà sicuramente strascichi. L’ex assessore, che venne fatta allontanare dai maroniani per “convenienza politica”, ora ha chiesto ai magistrati di fare chiarezza sui mandanti e su chi per mesi ha “mentito sapendo di mentire”.
Spiega la Rizzi: “Nel momento in cui molti dei miei ex colleghi consiglieri, gli stessi che sul mio caso si sono riempiti la bocca di moralità e pulizia, sono stati indagati per peculato, vengo finalmente prosciolta da tutte le accuse e le ingiurie che ho subito negli ultimi due anni. Sono contenta perché in un solo istante i magistrati bresciani hanno ridato dignità alla sotto scritta, sempre convinta che la giustizia sarebbe stata la miglior risposta a tutte le menzogne.
Seguirà a giorni una conferenza stampa e sarà comunicato il luogo e il giorno prima di Natale in quanto l’ex assessore sta in queste ore mandando fax di richiesta ufficiale alla Segreteria Nazionale e ai due Provinciali della Valle Camonica e Brescia per verificare la disponibilità della sala.

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

8 Comments

  1. Gianni says:

    Tutto x distruggere la lega, non ci sono riusciti, ora facciamoci sentire che siamo vivi e più forti di prima,lasciamo in disparte il folclore, chiediamo cosa vogliamo con forza,

  2. Marco says:

    Ecco un’altra che teletrasporterei magicamente dal teatrino della politica al mercato del lavoro.

  3. Bepe says:

    Lucky> e tutta la mer@a che è stata sparsa la diamo da mangiare ai giornalisti?

    Non solo loro, ma tutti gli italioti (loro si da sempre pieni di rogna) che ci hanno sguazzato proveranno a passare la cosa sotto silenzio.

  4. Teresa says:

    La lega a brescia fa schifo. Una manica di lazzaroni senza sostanza. Maroni fai pulizia che è meglio.

  5. AUVERNO says:

    Non ci si deve porre il problema di chi sia innocente e chi colpevole. Occorre prendere atto che lì dentro il più sano ha la rogna…

  6. Marco says:

    A poco a poco si capirà da chi e come è stata ben orchestrata l’uscita di scena della “Family”. Monica aveva detto subito e chiaramente chi aveva accesso alle informazioni.

  7. Vittore Vantini says:

    A Brescia (historia docet) i politici sono…immuni!

  8. Lucky says:

    anche la brutta fazenda della laurea del trota archiviata, ma come? e tutta la mer@a che è stata sparsa la diamo da mangiare ai giornalisti?

Leave a Comment