Ministri col doppio incarico: latitanti in parlamento. Ma lo stipendio è doppio

ministri doppio incaricodi OPENPOLIS – Il nostro ordinamento consente a membri del parlamento di ricoprire anche incarichi nel governo. Un doppio incarico che in altri paesi europei non è ammesso. In media i parlamentari che sono anche ministri partecipano solo all’8,66% delle votazioni elettroniche in aula.

 

L’incompatibilità dei due ruoli è evidente.

E’ impensabile immaginare una persona, per quanto competente, svolgere due ruoli così importanti allo stesso momento. Le questioni principali sono due: da un lato il possibile conflitto di interessi (fra potere legislativo e potere esecutivo), dall’altro una semplice questione di tempo.

Avere un incarico all’interno di un governo (ministro, viceministro o sottosegretario che sia) richiede uno sforzo pieno. Discorso egualmente valido per deputati e senatori. Proprio per questo motivo, diventa interessante capire quanto riescono i membri del governo che sono anche parlamentari a seguire i lavori dell’aula.

Per rispondere a questo quesito, abbiamo calcolato le presenze in aula dal giorno della nomina a membro del governo dei parlamentari che attualmente sono a capo di un dicastero. Presenza in aula monitorata attraverso la partecipazione alle votazioni elettroniche.

Ad oggi parliamo di nove ministri fra deputati e senatori. La loro partecipazione media ai lavori di camera e senato è dell’8,66%. Quando va bene, come nel caso della ministra Giannini, si arriva al 36,48% delle votazioni in aula. Quando va male, per esempio con il ministro Gentiloni, si parla dello 0,25% di presenze.

Questi numeri illustrano benissimo la realtà dei fatti. Un membro del governo non può continuare a ricoprire il proprio incarico da parlamentare. Lasciare uno dei due ruoli sarebbe semplicemente una dimostrazione di rispetto nei confronti delle istituzioni di cui fa parte, e dei cittadini che rappresenta.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. Giancarlo says:

    Si, ma se un parlamentare ricopre l’incarico da ministro, se da le dimissioni da parlamentare e nel frattempo decade il governo per qualsiasi motivo……….resta a piedi…….adesso capite perché tengono i due loro piedi in due staffe?!
    Anche questo è un bel esempio di che gente ci ritroviamo a comandare !!
    WSM

Leave a Comment