Minibot della Lega? Draghi: fuorilegge. E Moody’s: primo passo per uscita Italia da euro

di ANGELO VALENTINO -Con incredibile leggerezza, il parlamento italiano ha generato un altro incidente economico-diplomatico, correndo dietro all’ultima idea del vulcanico economista del Carroccio padre del no euro. L’emissione di minibot proposti dal presidente leghista Borghi della Commissione Bilancio pur essendo “molto improbabile” avrebbe una “implicazione negativa per il credito” e sarebbe “un primo passo verso la creazione di una valuta parallela e l’uscita dell’Italia dall’area dell’euro”. Lo afferma un rapporto di Moody’s..
Che aggiunge: sarebbero “un primo passo verso la creazione di una valuta parallela e la preparazione dell’uscita dell’Italia dall’Eurozona”. In più,”il semplice fatto che la proposta sia tornata alla ribalta è’ credit negative”, ossia un fattore negativo sul giudizio dell’agenzia di rating. Moody’s prevede di riconsiderare il rating italiano il 6 settembre.

E ad aggiungere benzina sul fuoco c’è anche il governatore della Bce, Mario Draghi. “Non sarebbero legali”, ha affermato.

“I ‘minibot’ o sono soldi e quindi sono illegali o sono debito, percio’ lo stock di debito sale. Non
penso ci sia una terza possibilita’”, ha risposto il presidente della Banca centrale europea, a chi gli chiedeva il suo parere sulla mozione approvata dal Parlamento italiano che autorizza l’emissione di minibond per rimborsare i debiti della pubblica amministrazione nei confronti delle imprese.

Ma Moody’s aggiunge: il debito pubblico dell’Italia “continuera’ a salire nei prossimi anni” e l’obiettivo del governo di un deficit al 2,1% del Pil per quest’anno “manca di credibilita’”. Secondo Moody’s, il deficit quest’anno sara’ al 2,6% e il prossimo al 2,7%. “Consideriamo la legge di bilancio 2020 un importante passaggio per valutare l’affidabilita’ creditizia dell’Italia”, avverte l’agenzia di rating.

Insomma, fino a settembre ci arriviamo, poi in primavera si vedrà. Gli elettori, premieranno ancora gli artefici di questo salto nel vuoto?

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

2 Comments

  1. giancarlo RODEGHER says:

    Qui nel Veneto diciamo…..” semo ale axe “… = siamo non alla frutta ma all’amaro……
    Da questa improvvida uscita della Lega si capisce benissimo che lo stato italiano è fallito da tempo ed ora non ha più soldi nemmeno per pagare i debiti con le aziende private.
    A suo tempo avevo suggerito sia alla Lega che ad altri del governo di usare Cassa Depositi e Prestiti come salvadanaio italiano e quindi evitare che l’U.E. avesse da ridire circa l’uso di denaro italiano per lanciare alcuni provvedimenti come la flat tax e le autonomie. Ma niente…..forse non si può ?
    Ma cosa si può fare per rilanciare l’economia interna? Dare più soldi agli italiani….ma come???
    Abbassando le tasse, ok, ma con un’ombrello che ci ripari da qualsiasi problema con l’Europa. La C.D.&P:
    potrebbe garantire con denaro contanti un mutuo, a sua volta garantito dallo Stato per avere le coperture di bilancio al fine di poter fare la flat tax. Cosa lo impedisce? NON E’ DATO SAPERSI.!!!
    Forse posso dire anche stupidaggine, ma qualcuno potrebbe spiegarmi cos alo impedisce??? Grazie a qualsiasi economista mi rispondesse.
    WSM
    WSM

  2. Walter Zanier says:

    Non so se i minibot sono legali, ma il massone Draghi si è mai chiesto chi controlla le criptovalute e se queste sono legali?
    Mi sembra che su l’Italia, che non è una nazione, ma uno stato, o meglio, una espressione geografica, ci siano troppi avvoltoi che volano in alto in attesa di spartirsi la carcassa.

Leave a Comment