Minetti: “basta politica, vado negli Usa”. E vuol diventare “first lady”!

di REDAZIONE

“Un capitolo della mia vita che si chiude, ma non mi abbatto. E niente lacrime, i dolori, quelli veri,  sono altri”. Nicole Minetti, consigliere Pdl fresca di dimissioni  dalla Regione Lombardia, lascia il Pirellone e va via dall’Italia. Minetti, partita per gli Stati Uniti, dove ha detto di volersi trasferire per un po’ di tempo, fa un bilancio degli ultimi mesi, tra  pubblico e privato, in un’intervista a ‘Chi’ in edicola domani.   “La politica rimane nel mio cuore”, dice la Minetti, promettendo che alle prossime elezioni votera’ per Silvio Berlusconi, ma  confessando di aver sempre coltivato il cosiddetto “sogno americano”.  E, perche’ no, anche quello di incontrare “un bellissimo uomo di due metri, che gioca a baseball e che riesca a conquistarmi” o di “diventare la first lady americana”.   Per adesso, comunque vada, intende “staccare dal fango che nell’ultimo anno hanno tirato a me e alla mia famiglia in Italia”. Sul futuro non scommette l’ex consigliere regionale. Magari, immagina, “potrei essere sposata e con tanti bimbi”. Ma anche, e “se ne valesse la pena”, in quota resta l’ipotesi calendario: “Perche’ no? – chiede – l’ho gia’ detto: nasco tonda e moriro’ tonda”. Ecco una delle tante eredità demenziali dell’era berlusconiana…

Print Friendly, PDF & Email

Related Posts

16 Comments

  1. Paolo Marini says:

    Fantastici! leggere i commenti a questo articolo mi ha fatto sbellicare. L’articolo “bella e vacua gnocca italiana” può essere una nuova voce dell’export, buono a tenere alto… l’avanzo primario, anche se del tutto inutile a raddrizzare la reputazione di questo Paese

  2. XXX says:

    “i dolori, quelli veri, sono altri” ….Frase assai ambigua

  3. Forza l'Italia onesta says:

    La Minetti si ha fatto una vita con i nostri soldi.Propongo che x restituire il favore,la Minetti la dà agli italiani che la desiderano(l’hanno già pagata con le tasse XD!)…chi è d’accordo con questa proposta?magari ci facciamo un referendum virtuale da spedire alla Nicole o al Parlamento!Diventerebbe la politica berlusconiana e generale più popolare d’Italia!Forza Nicole!

  4. Simone Tretti says:

    Ho una mezza idea, che cominci a sospettare che presto o tardi, ma soprattutto presto, quelli (e quelle) come lei, finiranno alla pubblica gogna.
    Con capital pene.. (plurale di penA).

  5. Francesco says:

    bell’articolo da pubblicare su un giornale serio… per favore non scadete… ignorare queste cose pls, anche se fanno avere qualche clic in più

  6. Flit says:

    Le donne la invidiano perché sa ottenere quel che vuole…, col puro e semplice pelouche !

    Gli uomini la “disprezzano” perché non possono farsela e guardano quei cessi delle loro mogli !

    I politici la invidiano perché per far carriera hanno dovuto darlo al popolino mentre lei ….al jet set !

    Io credo che sia una valida professionista dell’igiene dentale, caduta purtroppo in un ambiente in cui la scienza è subordinata alla suzione !

    Credo che lei ed il Trota siano le vittime sacrificali di un sistema politico malvagio, che penalizza le brave persone e premia i disonesti !

    Elencatemi quanti consiglieri regionali vi abbiano fatto divertire più del Trota e quante consigliera vi abbiano fatto irrigidire più della Minetti !

    E allora ? Meglio Salvini o Albertini ?

    Ma andate a …….

  7. Giacomo says:

    first hooker.

  8. meteora says:

    ..che passi prima per casa mia poi se ne vada pure aff…..

  9. michele says:

    basta politica? Perchè, ha mai cominciato a fare politica?

  10. Paolo L Bernardini says:

    she has to become a lady, first..

  11. Dan says:

    Beh lei si che può scappare e rifarsi una vita altrove: a 10 mila euro al mese ne ha accumulati abbastanza da poter tentare la fortuna altrove.

  12. gigi ragagnin says:

    fist lady

  13. lory says:

    per me la Minetti può anche andare sulla luna.

  14. Maciknight says:

    Una cosa è certa, non appartiene al fenomeno italico della “fuga dei cervelli”

    • Borderline Keroro says:

      sa anche a me…
      Però bisogna dire una cosa a favore di questa eredità berlusconiana: a parità d’intelligenza è meglio della Bindi.
      E, sospetto, anche meno stronza.

  15. Caber says:

    Il sogno americano una volta era trasferirsi negli USA, lavorare e arricchirsi, non andare a letto con uno statunitense…

Leave a Comment