Milgram, l’esperimento che spiega perchè non si disubbidisce

di REDAZIONE

Guardate con attenzione il filmato, che è sottotitolato in lingua italiana. Si tratta di una riproposizione dell’esperimento Milgram, che fu un esperimento di psicologia sociale condotto nel 1961 dallo psicologo statunitense Stanley Milgram. Lo scopo dell’esperimento era quello di studiare il comportamento di soggetti a cui un’autorità (nel caso specifico uno scienziato) ordina di eseguire delle azioni che confliggono con i valori etici e morali dei soggetti stessi. L’esperimento cominciò tre mesi dopo l’inizio del processo a Gerusalemme contro il criminale di guerra nazista Adolf Eichmann. Milgram concepiva l’esperimento come un tentativo di risposta alla domanda: “È possibile che Eichmann e i suoi milioni di complici stessero semplicemente eseguendo degli ordini?”

I partecipanti alla ricerca furono reclutati tramite un annuncio su un giornale locale o tramite inviti spediti per posta a indirizzi ricavati dalla guida telefonica (oggi potrebbero essere i concorsi). Il campione risultò composto da persone fra i 20 e i 50 anni, maschi, di varia estrazione sociale. Fu loro comunicato che avrebbero collaborato, dietro ricompensa, a un esperimento sulla memoria e sugli effetti dell’apprendimento.

Oggi, il problema non è il nazional-socialismo(anche se ahinoi, la storia spesso si ripete…), ma una forma di statalismo oppressore – perfattamente ibridato con la democrazia – per cui Eichman potrebbe essere, ad esempio, “l’uomo di governo” (il potere) che dà ordini ai suoi esecutori materiali per spoliare i cittadini dei loro beni e della loro dignità.

Colui che inventò questa prova, voleva capire a che punto una persona – sottoposta ad ordini autoritari – si rende disponibile a disobbedire. L’esperimento di Milgram potrebbe apparire come una metafora dei nostri giorni. A ciascuno di voi conclusioni e commenti.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

7 Comments

  1. silvia garbelli says:

    E se non basta la notizia relativa al link qui sotto :

    http://tweb.interno.it/news/2012/07/08/2012070802149000445.PDF

    ci si può riflettere a brevissimo !

    Gradita la scelta dei video del Sig Gino, ma devo aggiungere che il fatto di essere condizionabili dipende anche molto dal carattere : non sempre l’abitudine a essere ‘bastonati’ permette di ottenere il livello di tolleranza voluto dai ‘bastonatori’…

  2. Entità sempre vigile says:

    riguardo agli sbirri italiani la vedo dura che possano essere soggetti ad una forma di lavaggio del cervello. Per il 70% sono soggetti prepotenti e violenti di natura propria senza alterazioni, il resto non saprei direi in quanto ripeto siamo in Italia.
    Discorso diverso per i soldati americani, e paramilitari che hanno comportamenti assolutamente alterati e oltre al lavaggio del cervello credo siano stati impiantati nella loro cute i famosi microchip per monitorarli in ogni momento, ed eventualmente avere un intervento esterno per stimolare l’assenza di paura, l’assenza di emozioni insomma nelle azioni di guerra. Manipolazione comportamentale..non è fantascienza è realtà che sta per essere estesa alla popolazione americana il prossimo anno come primo step di partenza..
    Non avete da ridere o scherzare ma da preoccuparvi seriamente di cosa la MASSONERIA stia facendo in segreto. La cosa che mi sconvolge è la vostra totale indisposizione nel concepire queste realtà che sono la base della menzogna in cui viviamo.. Se sperate di vivere sempre come schiavitù allora siete proprio il loro lavoro ben riuscito..ma io fossi in voi mi sveglierei dal torpore del grembo materno e dalle cazz…che frullano nella vostra inutile vita di superficialità per rendermi conto di quello che sta per capitare a voi ed ai vostri cari..

  3. Marty says:

    50%, Non mi sorprende molto.
    Consideriamo anche che qui non si dà alcuna “attitudine” negativa alla vittima, è semplicemente una persona qualunque… pensiamo quali sono le percentuali se gli aguzzini sono gente come soldati, poliziotti a cui viene fatto credere di essere dalla parte del giusto e di star facendo chissà quale servizio alla società o quale buona azione , e/o che le vittime (no TAV , manifestanti, indipendentisti, ecc) siano in qualche modo “cattive” o stiano facendo del male a qualcuno…

  4. Gino (AT) says:

    Bravi! Direi che è un eccellente punto di partenza per cominciare a condividere cose che sono strettamente collegate alle dinamiche cospirative.
    C’è un video migliore di questo suddiviso in tre parti: http://www.youtube.com/watch?v=BcvSNg0HZwk&feature=related
    I pubblicitari queste cose le conoscono a menadito da sempre e molti di loro sono attori della cospirazione.
    http://www.youtube.com/watch?v=NZJ_T2ptKMM&feature=related
    Come secondo antipasto io passerei a questo (sono due video):
    http://www.youtube.com/watch?v=SDe6b1v2nt4
    http://www.youtube.com/watch?v=6BWadxIGiW4&feature=relmfu
    Poi questo: http://www.youtube.com/watch?v=zB1RDjIL7d0&feature=plcp
    Un appello di Ferraro: http://www.youtube.com/watch?feature=player_detailpage&v=kwzo8mKkgqI
    Il resto viene rapidamente con un po’ di ricerca correlata, per esempio mk-ultra e Arizona Wilder.
    Ancora una pillola: http://www.youtube.com/watch?v=_8N3D2j-TZ8&feature=plcp
    Buon appetito …

    • liugi says:

      Veramente qui non si parla di complotti segreti, ma di una realtà che dura dalla notte dei tempi e che dovrebbe essere chiara come il sole. Da secoli gli uomini si fanno comandare a bacchetta e spesso fanno cose atroci pensando di fare il bene in nome di qualcun altro.
      UFO, messaggi subliminali e scie chimiche lasciamoli ad un’altra categoria di persone: i paranoici.

  5. diego says:

    no comment

  6. Libertario says:

    Esperimento molto interessante e veritiero non a caso “oscurato” per molto tempo dalla “comunità scientifica” globale.Interessante anche l’esperimento di Asch http://www.youtube.com/watch?v=3xc-spWllVM .Di Milgram ne parla anche il grande sociologo Bauman in “Modernità e Olocausto” ( http://www.inventati.org/apm/abolizionismo/bauman/bauman.pdf ) ,un libro che insieme agli scritti della Arendt è fondamentale per capire l’Olocausto e più in gen i meccanismi che portano a guerre,stermini ecc innescati dallo Stato e dal suo apparato burocratico/militare fondato sull’efficenza e sulla razionalità aetica(in poche parole sulla cosidetta “tecnica”).

Leave a Comment