Migranti, Svizzera: esercito già al confine

 svizzera esercitoDomanda. Se accadesse in Italia, che farebbe il Vaticano? Già ci siamo posti diverse domande sulla posizione della Chiesa cattolica, che muta posizione a seconda se sia romana o polacca, ungherese piuttosto che austriaca, in ultima istanza. Ma che dire anche, sul fronte dell’accoglienza, della posizione della Chiesa in Svizzera dopo che l’esercito è stato inviato a sorvegliare di più i confini per difenderli dai migranti. La notizia, apparsa sulla tv svizzera, non ha fatto scandalo in Italia e il Vaticano tace.
Si legge infatti:

“L’esercito svizzero ha comunicato (da martedì scorso 12 aprile, ndr) di aver deciso di spostare le date di alcuni corsi di ripetizione previsti nel 2016, al fine di essere in grado di “appoggiare le autorità civili nella gestione di una situazione straordinaria” causata da un aumento del flusso di migranti che potrebbero entrare nel paese nei prossimi mesi.L’obiettivo è, come si può leggere in un comunicato rivolto ai media, che venga fornito un appoggio con un massimo di 2’000 uomini.

Le date vengono adeguate in modo che anche durante i mesi estivi e lefestività natalizie e d’inizio anno venga assicurata una costante copertura, al contrario di quanto accadeva finora: in questi periodi, infatti, il numero di corsi è sempre stato estremamente ridotto. mrj

 

A commentare sui social la notizia è stata anche una firma autorevole che ben conosce gli spazi culturali del mondo cattolico, il prof. Giuseppe Reguzzoni. Che scrive, infatti:

1) non mi risultano “vibranti proteste” né dai vescovi né dal Vaticano … Sarà per le cospicue “tasse ecclesiastiche”?
2) qualche amico della “scelta religiosa” mi spieghi, son lento di comprendonio, perché gli interventi pubblici dei cattolici sono inopportuni in materia di diritto alla vita e tutela della famiglia, e, invece, van benissimo se si tratta di immigrazione/immigrazionismo? Ma i “cristianisti” sono solo quelli che difendono vita e famiglia? invece se il Vaticano (che tace sul resto) interviene/interferisce nella politica immigratoria dei singoli stati va bene così?
3) ma la distinzione tra “profughi” e “migranti” (finti profughi) è così difficile da cogliere? o viene intenzionalmente taciuta perché si ha in mente altro? (dunque si mente …)”.

Print Friendly, PDF & Email

Recent Posts

One Comment

  1. luigi bandiera says:

    Beh, un possibile RIFUGIO non va contraddetto..!!
    Quindi..??
    SILENZIO, IL NEMICO CI ASCOLTA..!
    …avanti un altro…

Leave a Comment